Politica 25 Gennaio 2021

100 anni di Sinistra in Italia, una storia di matrimoni, scissioni e nuovi partiti

100pciPolitica 25 gennaio 2021

100 anni di storia della Sinistra in Italia, una storia di matrimoni e scissioni che parte  dal 1921 per poi aggravarsi negli anni 90, con la fine del Partito Comunista Italiano (nato anch’esso dalla scissione storica del 1921)

1921 divisione del Partito socialista Italiano, nasce il Partito Comunista d’Italia

 

Il XVII Congresso del Partito Socialista Italiano si tenne al Teatro Carlo Goldoni di Livorno dal 15 al 21 gennaio 1921.

Il congresso fece registrare la scissione della frazione comunista che, di fronte al rifiuto della maggioranza del partito di accogliere la sollecitazione del Comintern ed estromettere i riformisti dal PSI, abbandonò i lavori e diede
vita al Partito Comunista d’Italia

Nel PCd’I  confluiscono: i comunisti, i marxisti-leninisti                                          Nel PSI rimangono:  Socialisti democratici, Socialisti massimalisti, Socialisti rivoluzionari, Socialisti, Socialdemocrazia, Socialisti liberali, Terza via, Liberalismo sociale

1991 dal PCI nascono Rifondazione comunista e Partito Democratico della Sinistra

L’ultimo congresso del PCI si apre il 31 gennaio 1991 a Rimini.

La mozione di Achille Occhetto risulta vincente, ed il 3 febbraio nasce il Partito Democratico della Sinistra.

Alla mozione del segretario si oppone il “Fronte del No”. Un gruppo di delegati di quest’ultimo fronte decide di non aderire al nuovo partito, e di dare vita ad una formazione politica nuova.

Il 15 dicembre 1991 nasce Rifondazione Comunista

Dalla scissione del Partito Comunista Italiano, confluiscono in Rifondazione Comunista le seguenti correnti: Comunismo, Eurocomunismo, Antistalinismo, Socialismo verde, Socialismo democratico, Socialismo del XXI secolo

Le correnti del Socialismo democratico, Socialdemocrazia, Post-comunismo, confluiscono nel Partito Democratico della Sinistra

1995 Rifondazione Comunista si scinde

Dini pone la fiducia sulla manovra finanziaria che passa per 6 voti.

I 16 voti dei parlamentari del Prc dissidenti risultano decisivi.

Crucianelli è rimosso da capogruppo e sostituito da Oliviero Diliberto.

Il  «confronto» con l’ala ribelle, viene bruscamente interrotto il 14 giugno quando 25 dirigenti decidono di fuoriuscire dal PRC per dar vita al
Movimento dei Comunisti per l’Unità, poi Comunisti Unitari.

Nel PRC confluiscono le correnti: Comunismo, Eurocomunismo, Antistalinismo, Socialismo verde, Socialismo democratico, Socialismo del XXI secolo

Nell’MCU confluiscono le correnti: Comunismo, Eurocomunismo, Antistalinismo, Socialismo verde, Socialismo democratico, Socialismo del XXI secolo             

1998 scissioni e nuovi partiti    

 

Il 14 febbraio 1998 i Comunisti Unitari furono cofondatori (con PDS, Cristiano Sociali, Riformatori per l’Europa, Sinistra Repubblicana, Federazione Laburista e Agire Solidale) dei Democratici di Sinistra (DS).

Il PdCI viene invece fondato l’11 ottobre 1998, in seguito ad una divisione interna a Rifondazione Comunista e in concomitanza con la crisi del Governo Prodi I.

PRC:  Comunismo, Eurocomunismo, Antistalinismo, Socialismo verde, Socialismo democratico, Socialismo del XXI secolo

DS: Socialdemocrazia, Socialismo democratico, Europeismo Liberalismo sociale

MCU: Comunismo, Eurocomunismo, Antistalinismo, Socialismo verde, Socialismo democratico, Socialismo del XXI secolo

PdCI: Comunismo, Eurocomunismo, Antistalinismo, Ecosocialismo, Socialismo del XXI secolo

2006 scissione di Rifondazione, nasce il Partito Comunista dei Lavoratori

 

Il 19 maggio 2006, poche ore prima dello scontato voto di fiducia dei senatori del PRC al secondo governo Prodi, 6 membri del Comitato Politico Nazionale del PRC abbandonano il partito, con l’intento di fondare una nuova forza politica “di sinistra e di opposizione” .

Il 18 giugno 2006 si tiene il Meeting di fondazione del movimento che si trasformerà in Partito Comunista dei Lavoratori.

PRC: Comunismo, Eurocomunismo, Antistalinismo, Socialismo verde, Socialismo democratico, Socialismo del XXI secolo

PCL: Comunismo, Marxismo rivoluzionario, Trotskismo, Antistalinismo

2007 da Rifondazione nasce Sinistra Critica. Nello stesso anno nasce anche il PD

Nell’assemblea di Roma del 6, 7 e 8 dicembre si ufficializza la separazione dell’area programmatica ancora rimasta nel PRC, ritenendo ormai concluso il percorso della Rifondazione. Nasce Sinistra Critica, un movimento politico per la Sinistra anticapitalista

I Democratici di Sinistra si scindono. Un ramo fonda Sinistra Democratica

L’altro ramo dei Democratici di Sinistra, si unisce in “Matrimonio” con La Margherita e fondano il Partito Democratico

PRC: Comunismo, Eurocomunismo, Antistalinismo, Socialismo verde, Socialismo democratico, Socialismo del XXI secolo

DL: Cristianesimo democratico, Cristianesimo sociale, Liberalismo sociale, Europeismo, Socialdemocrazia

DS: Comunismo, Eurocomunismo, Antistalinismo, Socialismo verde, Socialismo democratico, Socialismo del XXI secolo

SC: Trotskismo, Antistalinismo, Comunismo, Ecologismo, Femminismo

PD: Socialdemocrazia, Liberalismo sociale,Cristianesimo sociale, Europeismo

2008 Dalla fusione di 4 partiti nasce Sinistra Arcobaleno

Per le elezioni politiche del 2008 nasce Sinistra Arcobaleno  dall’accordo tra quattro partiti: Rifondazione Comunista, i Comunisti Italiani, la Federazione dei Verdi e Sinistra Democratica.

Il nome era frutto di un compromesso fra diverse posizioni: Sinistra si ispirava all’equivalente tedesco Die Linke, l’Arcobaleno era il nome alternativo proposto daiVerdi, i quali rifiutavano di essere considerati di sinistra

PRC: Comunismo, Eurocomunismo, Antistalinismo, Socialismo verde, Socialismo democratico, Socialismo del XXI secolo

FV: anticapitalismo, Socialismo verde Pacifismo

PdCI: Comunismo, Eurocomunismo, Anticapitalismo, Ecosocialismo, Socialismo del XXI secolo

SA: Antistalinismo, Socialismo Verde, Socialismo Democratico, Pacifismo                      

2009 Nasce SEL e il PD si scinde

 

SEL è  nato in vista delle elezioni europee ed è fondato dalla confluenza di 4 partiti: il Partito Socialista Italiano (2007), Movimento per la Sinistra, Sinistra Democratica e Federazione dei Verdi.

Il PD si scinde, il 31 ottobre 2009 Rutelli lascia il partito e nasce Alleanza per l’Italia.

API: Cristianesimo sociale, Liberalismo sociale

FV: Ambientalismo, Socialismo verde, Pacifismo

PD: Socialdemocrazia, Liberalismo sociale, Cristianesimo sociale, Europeismo

PSI: Socialdemocrazia, Socialismo liberale

SEL: Socialismo democratico, Ecosocialismo

 

2012 Nasce Rivoluzione Civile

 

Fallita ogni trattativa col centrosinistra, viene lanciato il cartello elettorale Rivoluzione Civile, al quale aderirono l’Italia dei Valori, i Comunisti Italiani, Movimento Arancione e Nuovo Partito d’Azione, oltre a Rifondazione Comunista.

Ingroia si candida come leader della lista e ne svela il simbolo.

Il 5 gennaio 2013 aderisce anche la Federazione dei Verdi.

PRC: Comunismo, Eurocomunismo, Antistalinismo, Socialismo verde, Socialismo democratico, Socialismo del XXI secolo

FV: Ambientalismo, Socialismo verde, Pacifismo

IdV: Centrismo, Populismo, Legalitarismo, Liberalismo sociale

PdCI: Comunismo, Eurocomunismo, Anticapitalismo, Ecosocialismo, Socialismo del XXI

RC:  Antistalinismo, Socialismo verde, Socialismo democratico, Pacifismo

 

2015 Il PD si divide e nasce 1 partito ed 1 gruppo parlamentare 

Nel maggio 2015, dopo mesi di tensioni con il Presidente del Consiglio e segretario di partito, Giuseppe Civati sceglie di lasciare il PD. Nasce Possibile.

Sinistra Italiana si costituisce inizialmente come gruppo parlamentare nel 2015, si è costituito in partito politico nel corso del congresso fondativo svoltosi a Rimini dal 17 al 19 febbraio 2017.

P: Socialdemocrazia,; Socialismo liberale, Liberalismo sociale, Ecologismo, Europeismo, Democrazia partecipativa

PD: Socialdemocrazia, Liberalismo sociale, Cristianesimo sociale Europeismo

SI: Socialismo democratico, Ecosocialismo

2017  Nascono il  Movimento Democratico e Progressista e LeU

 

Il 25 febbraio 2017, da una scissione dal PD promossa da alcuni esponenti della sua componente di sinistra nasce Movimento Democratico e Progressista.

Il 3 dicembre a Roma viene convocata l’assemblea nazionale che sancisce la nascita della nuova lista elettorale Liberi e Uguali, con collaborazione e l’unione con Sinistra Italiana e Possibile in vista delle elezioni politiche del 2018.

LeU: Socialdemocrazia

Mdp: Socialdemocrazia

P: Socialdemocrazia, Socialismo liberale, Liberalismo sociale, Ecologismo, Europeismo, Democrazia partecipativa

SI: Socialismo democratico, Ecosocialismo

 

2019 Nasce Italia Viva e Articolo Uno

 

Da LeU fuoriesce Articolo 1-MDP. Il 6 e 7 aprile 2019 si svolge a Bologna il I Congresso nazionale. I delegati congressuali eleggono Roberto Speranza segretario del partito; il partito viene inoltre ribattezzato Articolo Uno.

Il Congresso sancisce l’uscita del partito dal progetto di Liberi e Uguali

Matteo Renzi lascia il PD, nasce Italia Viva.

Il 16 settembre 2019 Matteo Renzi annuncia in un’intervista a la Repubblica la sua uscita dal PD; il giorno seguente annuncia che il nuovo partito si chiamerà Italia Viva.

Tra i componenti del nuovo partito figurano i nomi di Roberto Giachetti, già candidato alla Segreteria del Partito Democratico nelle primarie del 2019, di Maria Elena Boschi, Davide Faraone e Gennaro Migliore

 

 

 

 

CONDIVIDI SUBITO!
Banner laboratorio ottico Labrolens
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Ekom, promozioni 28 settembre-11 ottobre
SVS 5x1000
Inassociazione
Ekom, promozioni 12-25 ottobre