Cronaca 7 Giugno 2017

Annessi agricoli: C’è il regolamento dopo 15 anni di immobilismo

Oggi l’amministrazione 5 stelle ha dimostrato che non esistono problemi insormontabili, basta la volontà politica di trovare soluzioni a beneficio dei cittadini.


Dopo 15 anni di immobilismo da parte del Pd, come M5S abbiamo adottato in Consiglio comunale il regolamento sugli annessi agricoli che ha una doppia finalità.

Da un lato eliminare gli abusi edilizi, che negli ultimi anni si sono moltiplicati sui colli livornesi.

Dall’altro quello di dare la possibilità a chi ne ha davvero bisogno di realizzare piccole strutture di supporto all’attività agricola, nel rispetto della legalità.

Le nuove strutture (le cui misure sono quelle riportate nelle tabelle che vedete in foto) dovranno essere temporanee e rimovibili, senza fondamenta e costruite in legno, in modo da essere sostenibili dal punto di vista ambientale.

Grazie a questo provvedimento siamo riusciti a raggiungere tre obiettivi: avviare un percorso di riqualificazione delle colline livornesi, invertire la tendenza alla parcellizzazione selvaggia dei terreni, favorendo le fusioni tra lotti adiacenti, e ricreare un territorio agricolo di fondamentale importanza per il futuro della città di Livorno.

Un altro punto del programma (il numero 18.2 – Agricoltura amatoriale) rispettato da parte di questa amministrazione.

Filippo Nogarin:

“Un’amministrazione al servizio dei cittadini è tale se riesce a dare risposte concrete a problemi complessi.
Noi oggi lo abbiamo fatto, mettendo un punto fermo sulla questione degli annessi agricoli, che per troppi anni i nostri predecessori hanno ignorato.
Lo abbiamo fatto per porre un freno all’abusivismo, per ripristinare la legalità, per tutelare il territorio agricolo che circonda livorno e per dare una risposta giara a chi per troppo tempo ha vissuto nell’incertezza.
Una svolta senza precedenti.”

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento