Cronaca 15 Giugno 2017

Alcolici: terza chiusura in zona Garibaldi

Altro esercizio commerciale chiuso per non aver rispettato l’ordinanza sulla vendita di alcolici.

QUESTURA DI LIVORNO COMUNICATO STAMPA

A conclusione di ulteriore procedimento amministrativo istruito dalla Divisione Polizia Amministrativa e Sociale, il Questore di Livorno, ai sensi dell’articolo 100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza e dell’articolo 12 del Decreto Legge n. 14/2017 recante “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città ha disposto la sospensione per cinque giorni delle attività di commercio al dettaglio svolte dall’esercizio commerciale di vicinato ubicato in Livorno, Piazza della Repubblica n. 30.

 

Anche tale procedimento, come quelli a carico di altri due esercizi rientranti nel comparto Garibaldi conclusOsi nei giorni scorsi con altrettanti decreti di sospensione delle licenze commerciali, era stato avviato a seguito di segnalazione pervenuta alla Questura dal Comando Polizia Municipale in ordine alla riscontrata reiterata violazione, da parte del suddetto negozio, dell’Ordinanza emessa dal Sindaco di Livorno il 4 maggio 2017, con la quale è stato disposto fino al 31 ottobre 2017, dalle ore 21.00 alle ore 07.00 di tutti i giorni della settimana, il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche, di qualsiasi genere e gradazione, in quella zona.

 

Nel caso specifico, il giorno 8 ed il giorno 12 maggio u.s., personale della Polizia Municipale aveva rilevato l’avvenuta vendita di bottiglie di liquore e di birra da parte di detto esercizio in orari nei quali era in vigore il divieto.

Come per gli altri due negozi, la sospensione della licenza riguarda, oltre che la vendita di alcolici, tutte le attività di commercio al dettaglio di generi sia alimentari che non alimentari.

La posizione di tali esercizi, analogamente a quanto avviene per bar, ristoranti, pub, discoteche, sale scommesse, altri esercizi pubblici in genere e circoli privati, allorquando gli stessi vengono ad evidenziarsi per particolari vicende, resta inoltre all’attenzione del Tavolo Tecnico Interistituzionale costituito presso la Questura, di cui fanno parte anche Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale, Vigili del Fuoco, ASL, Direzione Provinciale del Lavoro, INPS, INAIL e SIAE, ai fini di futuri controlli, anche in forma congiunta, per la parte di rispettiva specifica competenza.

Livorno, 15 giugno 2017

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento