Cronaca 1 Novembre 2021

2 e 4 novembre, le cerimonie e le modifiche alla viabilità

Commemorazione dei Caduti e Festa dell’Unità Nazionale

LE CERIMONIE DEL 2 E 4 NOVEMBRE

Il manifesto fatto affiggere dal Comune. Le modifiche alla viabilità

2 e 4 novembre, le cerimonie e le modifiche alla viabilitàLivorno, 1 novembre 2021

Anche quest’anno si svolgeranno, a Livorno, le celebrazioni del II Novembre, Commemorazione dei Caduti, e del IV Novembre, Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate.
Le iniziative si svolgeranno nel rispetto dei protocolli sanitari vigenti.

Cerimonia del 2 novembre al Cimitero comunale della Cigna

Martedì 2 novembre, giorno della Commemorazione dei Defunti, si svolgeranno le tradizionali cerimonie in ricordo dei Caduti di tutte le guerre e nelle missioni di pace.

Alle ore 9.30, nella Chiesa di Nostra Signora di Fatima, in largo Don Nesi (quartiere Corea) il Vescovo di Livorno e i Cappellani militari celebreranno la Santa messa in onore dei Caduti alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni civili e militari, dei rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

Alle ore 10.15, al Cimitero comunale della Cigna (conosciuto anche come “cimitero dei Lupi”) in via don Aldo Mei, il Prefetto, il Sindaco, la Presidente della Provincia, il Comandante del Presidio Militare e il Presidente provinciale dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci deporranno corone al Sacrario militare presso i monumenti dei Caduti italiani, francesi e austriaci. Saranno schierati la Fanfara dell’Accademia Navale e il Picchetto d’Onere interforze.

Alle ore 10.30, sempre al Cimitero della Cigna, i rappresentanti delle istituzioni, i Decorati al Valor Militare e le rappresentanze delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, con in testa i Gonfaloni e i Labari, renderanno visita ai monumenti funebri eretti in onore ai Caduti Partigiani, ai Garibaldini e ai Caduti nei Lager nazisti.

Le modifiche alla viabilità

Martedì 2 novembre, con efficacia a partire dalla mezzanotte del giorno precedente, in via don Aldo Mei, nella parte sud del piazzale centrale, sarà in vigore il divieto di sosta con rimozione forzata, per consentire il momentaneo spostamento dei banchi dei venditori ambulanti di fiori. Durante la mattinata di martedì, dalle ore 7 fino al termine delle cerimonie, su tutto il piazzale sarà in vigore il divieto di sosta e il divieto di transito, eccetto veicoli adibiti ai servizi funebri e veicoli militari e di rappresentanza.

Cerimonia in memoria del Presidente Ciampi

Sempre nella mattina di martedì 2 novembre, si svolgerà la cerimonia ufficiale in memoria del Presidente Carlo Azeglio Ciampi.

Alle ore 11.30, presso la cappella di famiglia al Cimitero della Misericordia, il Prefetto, il Sindaco, la Presidente della Provincia e il Comandante del Presidio militare deporranno sulla tomba del Presidente Ciampi due cuscini di fiori, uno inviato dal Presidente della Repubblica Mattarella, e un altro da parte del Sindaco di Livorno, secondo un appuntamento annuale di omaggio al Presidente livornese, in occasione della Commemorazione dei Defunti.

Celebrazioni del 4 Novembre

Quest’anno ricorre il 103° anniversario della Battaglia di Vittorio Veneto.

La data simbolo del 4 novembre 1918, che segnò la resa dell’impero austro-ungarico, per l’Italia rappresentò la conclusione della Prima Guerra Mondiale e il completamento di quel ciclo di eventi che attraverso il Risorgimento portarono all’Unità del Paese e alla definitiva formazione dello Stato Italiano.

Giovedì 4 novembre le celebrazioni cittadine inizieranno alle ore 10 al Monumento ai Caduti in piazza della Vittoria.

Dopo l’Alzabandiera solenne, saranno deposte corone di alloro.

Seguirà la lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica e del Ministro della Difesa.

È previsto lo schieramento del Reparto d’Onore Interforze, della Fanfara dell’Accademia Navale, delle Rappresentanze militari, dei Gonfaloni della Provincia e del Comune di Livorno e dei Labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

Successivamente le autorità e le rappresentanze si trasferiranno in via Ernesto Rossi, dove alle ore 10.30 è prevista la deposizione di una corona al Bassorilievo del Partigiano da parte del Prefetto, del Sindaco, del Presidente della Provincia, del Comandante del Presidio Militare e del Presidente dell’Associazione Nazionale Partigiani di Livorno.

Alle ore 11, a Palazzo Comunale, nella Sala delle Cerimonie, il sindaco Luca Salvetti saluterà i rappresentanti delle istituzioni civili, militari e religiose cittadine.

Le modifiche alla viabilità

Per consentire lo svolgimento in sicurezza delle cerimonie, giovedì 4 novembre dalle ore 7 fino al termine delle celebrazioni sarà in vigore il divieto di sosta con rimozione forzata in piazza della Vittoria negli spazi sosta adiacenti al Monumento ai Caduti, lato via Poggiali e lato via del Collegio, in via Magenta e nel tratto tra piazza Cavour e via Magenta. Dalle ore 9.45, per il tempo strettamente necessario allo svolgimento delle iniziative, nel tratto piazza Cavour – via Magenta – piazza della Vittoria sarà in vigore anche il divieto di transito. I mezzi del trasporto pubblico osserveranno itinerari alternativi.
I mezzi dei rappresentanti delle istituzioni che parteciperanno alla cerimonia in Comune potranno parcheggiare nei posti riservati in via Pollastrini.

 

Il manifesto del Comune 

Per le ricorrenze del 2 e 4 novembre il Comune di Livorno ha fatto affiggere un manifesto con il programma delle iniziative e il messaggio del sindaco Luca Salvetti alla cittadinanza.

Questo il testo del messaggio del Sindaco:

“Celebriamo nei giorni del 2 e 4 novembre l’Unità Nazionale, le Forze Armate e i Caduti della “Grande Guerra”. Date che racchiudono i valori di una Nazione e di tutti coloro che hanno sacrificato la propria vita per la Patria e per un ideale di unità e indipendenza.

Nella giornata odierna onoriamo le Forze Armate che durante la Prima Guerra Mondiale hanno espresso il massimo sacrificio, con grande lealtà e devozione per il Paese, in un conflitto che avrebbe lasciato profondissime ferite nella società europea. Ferite che solo da pochi decenni l’impegno europeo sta aiutando a lenire.

Da quelle trincee, da quel sacrificio, dall’ecatombe delle due guerre mondiali i principii di unità e solidarietà nazionale hanno trovato la loro più ampia sintesi nell’unità europea.

Vogliamo ricordare in questa giornata tutti coloro, soprattutto giovani, che hanno offerto la propria vita, spesso con gesta letteralmente eroiche, per la costruzione di uno Stato libero e unitario. Tutto il Paese e tutti noi siamo riconoscenti e grati agli uomini e alle donne delle Forze Armate tutte, per il loro operato autorevole ed efficace, in ogni occasione ed in ogni parte del mondo dove vengono chiamati a sostenere la pace e i valori umanitari fondamento del vivere civile.

È doveroso per me ringraziare altresì le donne e gli uomini delle Forze Armate che durante l’emergenza sanitaria, ancora in corso, hanno saputo dare il proprio prezioso contributo, mettendo a disposizione strutture, mezzi, risorse professionali e umane straordinarie, adoperandosi per garantire il rispetto dei precetti normativi a sostegno e aiuto alla popolazione.

Il contributo delle Forze Armate al controllo del territorio, unitamente all’altruismo dimostrato in numerose occasioni, è un prezioso e imprescindibile sostegno agli Enti Pubblici e una sicurezza per i cittadini. Per tutto questo il nostro sentito Grazie”.

Il Sindaco di Livorno

Luca Salvetti

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, offerte 23 novembre - 6 dicembre
Inassociazione