Lavoro 19 Giugno 2018

24 ore di sciopero alla Laviosa Chimica

Proclamato da Cgil e Cisl per il licenziamento di un 57enne


LAVIOSA LICENZIA 57ENNE PERCHE’ IL SUO POSTO E’ SOPPRESSO.
FILCTEM-CGIL E FEMCA-CISL PROCLAMANO SCIOPERO: “AZIENDA IN SALUTE: SI TROVI UNA COLLOCAZIONE ALTERNATIVA”.
“Laviosa Chimica Mineraria ha comunicato ai sindacati l’intenzione di licenziare una donna 57enne monoreddito operante nel laboratorio a causa della soppressione della sua posizione lavorativa. Una decisione inspiegabile:
l’azienda non è affatto in crisi e ci risulta che recentemente abbia effettuato alcune assunzioni per altre posizioni lavorative.
Filctem-Cgil e Femca-Cisl insieme alle rsu avevano invitato i vertici aziendali a trovare un’alternativa per mantenere la donna a lavoro ma fino a oggi tutte le risposte sono state negative. Gli stessi sindacati avevano proposto di trovare un’altra ricollocazione (alla donna mancano 6 anni e mezzo per andare in pensione) magari ricorrendo a un eventuale demansionamento e/o alla riduzione dell’orario di lavoro. Niente da fare: l’azienda è stata irremovibile. C’è un clima pesante all’interno dell’azienda, serve un cambio di rotta. Gli stessi lavoratori temono che situazioni del genere possano riproporsi in futuro. Oggi i dipendenti si sono riuniti in assemblea e a larghissima maggioranza hanno conferito il mandato alle rsu di proclamare lo stato d’agitazione con il blocco degli straordinari e della flessibilità organizzativa. In programma ci sono 24 ore di sciopero: le prime 8 sono programmate per il prossimo mercoledì 20 giugno. Davanti all’azienda sarà effettuato un presidio per manifestare tutta la compattezza e la rabbia dei lavoratori per la posizione assunta dall’azienda.

Segreterie provinciali Filctem-Cgil e Femca-Cisl

CONDIVIDI SUBITO!