Eventi 16 Luglio 2018

Al via il Livorno Music Festival ottava edizione

Dal 21 agosto all’8 settembre l’ottava edizione

Corsi di perfezionamento per giovani musicisti e concerti nei luoghi più suggestivi della città. Quest’anno anche al Cisternino di Città e al Polo Culturale Bottini dell’Olio

Livorno, 16 luglio 2018 – L’Associazione Amici della Musica di Livorno propone anche quest’anno Livorno Music Festival (ottava edizione), la prestigiosa manifestazione culturale realizzata in compartecipazione con il Comune di Livorno con il contributo di Fondazione Livorno Arte e Cultura e Regione Toscana.

Molte le collaborazioni anche per questa edizione: Istituto Superiore di Studi Musicali “P. Mascagni”, Fondazione Scuola di Musica di Fiesole, Fondazione Teatro Goldoni, Fondazione Piaggio, Sillabe Editore, ContempoArtEnsemble, ed il patrocinio di Provincia di Livorno, Fondazione Livorno Arte e Cultura e Autorità Portuale. Sponsor: Gianni Cuccuini, Terrapura, Rotary Club Livorno e Oriente di Livorno. Sponsor Tecnico: Hotel Gran Duca di Livorno, MGallery Grand Hotel Palazzo e Menicagli Pianoforti.

 

Livorno Music Festival edizione 2018 prevede un ricco calendario di iniziative che si terranno dal 21 agosto al 8 settembre: 19 giorni di eventi che coinvolgeranno la città e 15 corsi di perfezionamento rivolti a giovani musicisti provenienti da tutto il mondo.

Il Palazzo Gherardesca, prestigiosa sede dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Mascagni”, ospiterà importanti Master Classes tenuti da concertisti di fama internazionale e docenti di prestigiose università come il Conservatorio Superiore di Parigi e Ginevra le Hochschule für Musik di Basilea, di Stoccarda e di Mannheim, la Escuela Superior de Musica Reina Sofia di Madrid, la Scuola Superiore di Musica Katarina Gurska di Madrid, il Conservatorio di Lugano, l’Accademia  Superiore di Musica di Strasburgo, l’Accademia di Musica e Teatro di Monaco e per il secondo anno, tre docenti dell’ISSM “P. Mascagni”.

 

Queste le MASTER CLASSES in programma :

 

Violino MARCO RIZZI dal 21 al 27agosto

Viola ANNA SEROVA dal 21 al 27agosto

Violoncello VITTORIO CECCANTI dal 1 al 7 settembre

Contrabbasso ALBERTO BOCINI dal 30 agosto al 2 settembre

Musica da camera QUARTETTO KLIMT dal 28 agosto al 4 settembre

Pianoforte ALEXANDER ROMANOVSKY dal 21 al 27 agosto

Pianoforte DANIEL RIVERA dal 29 agosto al 4 settembre

Composizione YAN MARESZ dal 22 al 28 agosto

Canto CRISTINA ZAVALLONI dal 21 al 24 agosto

Chitarra ANDREA DIECI dal 2 all’8 settembre

Flauto MARIO CAROLI dal 29 al 31 agosto

Clarinetto GIOVANNI RICCUCCI dal 22 al 28 agosto

Sassofono MARIO MARZI dal 26 al 30 agosto

Fagotto PAOLO CARLINI dal 21 al 25 agosto

Percussioni JONATHAN FARALLI e CHRISTIAN HAMOUY dal 1 al 4 settembre

 

Alle Master Classes si abbineranno poi i concerti che docenti e studenti insieme terranno in vari luoghi della città.

 

Livorno Music Festival è stato presentato alla stampa nel corso di una conferenza a cui hanno partecipato il vicesindaco Stella Sorgente, l’assessore alla cultura Francesco Belais, il direttore artistico del festival Vittorio Ceccanti, il vicepresidente della Fondazione Livorno Marcello MurzianiMarco Luise, presidente dell’Istituto Mascagni e Gabriele Gargiulo dell’Autorità Portuale.

 

Un elemento importante che caratterizza la manifestazione – ha voluto sottolineare Stella Sorgente – è la formazione che si unisce alla produzione musicale. Della formazione si fa infatti una pratica; i giovani musicisti possono suonare a fianco dei docenti e riprodurre ciò che hanno imparato”. “Tra l’altro – ha aggiunto la vicesindaco – suonare in spazi diversi della città, come avviene per il festival, consente loro di sperimentare nuove acustiche”.

 

Tra le location dove si terranno i concerti  si confermano la Fortezza Vecchia, il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, Villa del Presidente, il Grand Hotel Palazzo e il Mercato Centrale, che dopo il grande successo dello scorso anno, farà da cornice a ben due eventi del festival. Si aggiungono a questi per la prima volta i bellissimi spazi del polo culturale Bottini dell’Olio nel cuore de La Venezia, e il Cisternino di Città che ospiterà in collaborazione con la Cineteca Nazionale, la proiezione di uno storico film muto del 1911 con una nuova colonna sonora realizzata appositamente per l’occasione.

 

Alcune anticipazioni del cartellone dei concerti.

Aprirà il festival la straordinaria e poliedrica voce di Cristina Zavalloni accompagnata dal pianista Andrea Rebaudengo.

Seguiranno concerti con la grande musica da camera di Beethoven, Mendelssohn e Schumann; il pianoforte romantico di Chopin e di Liszt interpretata dal talento del virtuoso pianista Alexander Romanovsky, presente oggi nelle sale più importanti del mondo; le straordinarie sonate per due violini, violoncello e contrabbasso scritte da Rossini, all’età di soli dodici anni in appena tre giorni.

In collaborazione con il Ministero della Cultura dell’Azerbaijan, un omaggio al compositore azero Gara Garayev, allievo prediletto di Shostakovich, in occasione del centenario della nascita.

Tanghi e danze argentine per il pianoforte di Daniel Rivera al Museo Piaggio di Pontedera.

 

 

 

Tante le opportunità che il Festival offre ai giovani musicisti:

– RECITAL ALLA SMF: il solista o gruppo cameristico vincitore assoluto della selezione sarà invitato nella Stagione Concertistica 2018 della Scuola di Musica di Fiesole.

– Gli strumentisti, cantanti e gruppi da camera selezionati potranno SUONARE CON I MAESTRI NEL CARTELLONE DEL FESTIVAL 2018.

– PREMIO MAXWELL DAVIES: una prima assoluta eseguita da ContempoArtEnsemble e pubblicazione del brano per la casa editrice Sillabe.

– SELEZIONE PER ACCESSO DIRETTO AL CONCORSO DI COMPOSIZIONE VERETTI 2019: possibilità di partecipare alla selezione per l’accesso diretto alla prova finale del Concorso di Composizione Veretti 2019 della Scuola di Musica di Fiesole.

 

Gli studenti avranno inoltre l’opportunità di entrare in prestigiose Università di musica in Europa e Stati Uniti grazie ai rapporti del Festival con alcune delle maggiori istituzioni di questi Paesi.

Il Rotary Club Livorno e dall’Oriente di Livorno mettono a disposizione alcune borse di studio per gli allievi più meritevoli.

Gli studenti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. Mascagni” potranno accedere alle master classes con una agevolazione sulla quota di frequenza pari al 50% grazie alla convenzione tra gli Amici della Musica e l’Istituto.

Per quanto riguarda l’ospitalità, il Festival mette a disposizione affittacamere, hotel e ristoranti con prezzi molto ridotti grazie a speciali convenzioni.

Da quest’anno sarà anche possibile ospitare gli studenti: le famiglie livornesi che aderiranno al progetto “OSPITA I MUSICISTI” riceveranno In cambio di un piccolo grande gesto di cortesia due accrediti nominativi per assistere a 5 dei concerti del programma dell’ottava edizione.

Il Festival è anche alla ricerca di un team di volontari fotografi, videomaker e tecnici del suono, che abbia il desiderio di documentare con il proprio personale sguardo il festival. Al termine della manifestazione, sarà rilasciato loro un attestato di partecipazione.

 

Storia e missione

 

L’Associazione “Amici della Musica di Livorno” ha lo scopo di diffondere e produrre la conoscenza e la pratica dei vari linguaggi e tecniche della musica colta, moderna e contemporanea, in forme altamente qualificate, attraverso la realizzazione di eventi svolti nei luoghi culturalmente più significativi della città di Livorno valorizzandone così anche il territorio.

Il Festival si rivolge prevalentemente ai giovani con l’obiettivo di riunire musicisti da ogni parte del mondo e farli vivere a stretto contatto con i grandi nomi del panorama musicale internazionale favorendo la promozione di scambi culturali. E’ una vera occasione di unione: i giovani musicisti, provenienti da tanti Paesi, hanno l’opportunità di incontrarsi, conoscersi, scambiarsi esperienze di studio e di vita, vivere a stretto contatto con i Maestri e avere l’opportunità di suonare con loro..

La presenza di importanti artisti che vengono a tenere i corsi della durata di una settimana, e di giovani di altissimo profilo appositamente selezionati, permette di sviluppare un cartellone concertistico di livello internazionale e di avere le due attività (formazione e produzione) strettamente connesse, caratteristica innovativa che lo distingue dai festival tradizionali, allo scopo di valorizzare la cultura musicale creando opportunità per le nuove generazioni. Il Festival nasce nella Fortezza Vecchia, simbolo della città, e per i primi due anni ha svolto al suo interno tutte le proprie attività.

In seguito, grazie ad una scelta strategica condivisa con il Comune e la Fondazione Livorno, sono stati individuati e coinvolti i luoghi culturalmente più significativi della città.Fin dal principio enti, aziende e persone si sono avvicinate con entusiasmo agli “Amici della Musica di Livorno”, aderendo con passione alle iniziative e diventandone partner motivati, sponsor e soci.

Nel corso degli anni, il Festival ha stabilito una fitta rete di collaborazioni con le maggiori Istituzioni pubbliche e private: Regione Toscana, Provincia di Livorno, Comune di Livorno, Fondazione Livorno, Fondazione Livorno Arte e Cultura, Autorità Portuale di Livorno, Diocesi di Livorno, Accademia Navale di Livorno, Fondazione Teatro Goldoni, Fondazione Piaggio, ISSM “P. Mascagni, Fondazione Scuola di Musica di Fiesole, ContempoArtEnsemble, Rotary Club Livorno, Sillabe Editore.

 

Gli artisti che hanno insegnato ai corsi e sono stati presenti ai concerti del Livorno Music Festival dalla prima alla settima edizione:

Sir Peter Maxwell Davies (Regno Unito), Natalia Gutman (Russia), Ivry Gitlis (Israele), Jeffrey Swann (Stati Uniti), Toby Hoffman (Stati Uniti), Massimo Quarta (Italia), Laurentius Dinca (Germania, primo violino dei Berliner Philarmoniker), Claudio Martinez Mehner (Spagna), Maxence Larrieu (Francia), Christopher Austin (Regno Unito), Roland Dyens (Francia/Algeria), Michele Campanella (Italia), Andrea Lucchesini (Italia), Laura de Fusco (Italia), Teodoro Anzellotti (Germania), Pavel Berman (Russia), Dejan Bogdanovic (Serbia), Pierre-Henri Xuereb (Francia), Raffaele Mallozzi (Italia), il Quartetto Klimt (Italia), Manuela Custer (Italia), Giovanni Riccucci (Italia), Francesco Loi (Italia), Alberto Bocini (Italia), Maurizio Giammarco (Italia), Ares Tavolazzi (Italia), Anton Martynov (Russia), ContempoArtEnsemble, la Baro Drum Orkestar, Wiskey Trail, Roberto Fabbriciani (Italia), Stefano Bollani (Italia), Davide Formisano (Italia), Mario Marzi (Italia), Marco Rizzi (Italia), Lorenzo Micheli (Italia), Anna Serova (Russia), Yan Maresz (Francia), Paolo Carlini (Italia), Daniel Rivera (Argentina/Italia).

 

Continuano a crescere i numeri del Livorno Music Festival.

La passata edizione ha registrato:

– 20 concerti tenuti da 34 importanti artisti e 52 migliori allievi selezionati che si sono svolti nei luoghi culturalmente più significativi della città: Fortezza Vecchia, Grand Hotel Palazzo, Chiesa di San Ferdinando, Museo di Storia Naturale, Museo Fattori, Palazzo Gherardesca oltre a due straordinarie nuove location: il Mercato Centrale e il Teatrino di villa Mimbelli.

– 14 corsi di perfezionamento hanno visto la partecipazione di oltre 130 studenti provenienti da tutte le regioni italiane e da Paesi europei ed extraeuropei: Stati Uniti, Cina, Giappone, Corea, Canada, Israele, Cile, Brasile, Ucraina, Polonia, Inghilterra, Germania, Francia, Svizzera, Bulgaria, Grecia, Belgio, Irlanda, Spagna, Ungheria, Albania.

 

Tutte le informazioni disponibili, si possono trovare sul sito www.livornomusicfestival.com

 

CONDIVIDI SUBITO!