Cronaca 4 Ottobre 2023

Allattamento e lavoro: otto storie di mamme e papà in un video

Allattamento e lavoro otto storie di mamme e papà in un videoLivorno 4 ottobre 2023 –  Allattamento e lavoro: otto storie di mamme e papà nel video delle ostetriche Ausl per la Settimana mondiale per l’allattamento

Otto genitori, otto storie, otto modi diversi per conciliare allattamento e rientro a lavoro.

Il video realizzato dall’Unità operativa complessa Assistenza ostetrica dell’AUSL Toscana nord ovest in occasione della Settimana mondiale per l’allattamento 2023. E’ un collage di brevi clip in cui Francesca; Martina; Giulia; Selene; Giada; Agnese; Giulia e Niccolò raccontano la loro esperienza di neo genitori e di come hanno combinato allattamento e lavoro.

C’è chi ha potuto armonizzare tempi di cura e impegni grazie alla possibilità di gestire il proprio tempo in modo più elastico; spesso grazie al particolare tipo di lavoro svolto. C’è chi ha lavorato da casa, chi ha chiesto di cambiare turno; chi ha potuto contare sui nonni e chi ha dovuto reinventarsi per non rinunciare ad allattare.

 

Il focus della Settimana è infatti sul delicato equilibrio tra allattamento e occupazione lavorativa affinché tutta la comunità contribuisca a sostenere le mamme, i neo genitori e le famiglie a fare in modo che questo importante diritto si possa realizzare nel contesto lavorativo.

Un tema aderente alla quarta area (“Produttività e lavoro femminili”) degli obiettivi di sviluppo sostenibile (Agenda 2030) che evidenzia i legami tra allattamento; lavoro retribuito; produttività; crescita economica; diritti e uguaglianza di genere.

Cinzia Luzi, direttore dell’Unità Assistenza Ostetrica commenta:

“Conciliare lavoro ed allattamento non è per niente facile come Azienda USL Toscana nord ovest lavoriamo ogni giorno per sostenere l’allattamento e stare vicino a mamme, bambini e famiglie. Il contributo quotidiano delle ostetriche è rilevante. Tutelare allattamento e lavoro fa la differenza per le famiglie e le ostetriche ci sono.

Le ostetriche dei nostri punti nascita e dei nostri consultori per le loro competenze nell’ambito della promozione della salute, sono risorse professionali strategiche nel sostegno dell’allattamento, anche in ambiente lavorativo.

Collaborare nel territorio con i soggetti e gli enti per il sostegno all’allattamento sul posto di lavoro è un obiettivo irrinunciabile, così come informare la collettività su cosa pensano i genitori lavoratori circa l’allattamento e la genitorialità.

È un modo per favorire gli interventi utili a migliorare le condizioni lavorative e garantire un effettivo supporto all’allattamento.

Tutti gli incontri e gli eventi che da oggi a domenica prossima si susseguiranno in tutto il territorio aziendale, da Massa Carrara all’Elba, da Pontedera a Livorno, da Pisa a Lucca e dalla Versilia fino a Volterra, puntano proprio a far sì che l’allattamento diventi una responsabilità condivisa da tutte le comunità, da tutti gli attori che possono concretamente contribuire a promuoverlo e in particolare quest’anno, ad assicurare un ambiente che consenta alle madri che allattano e che lavorano di conciliare queste due attività.

Queste azioni sono ovviamente in linea con la Alleanza mondiale per interventi a favore dell’allattamento, che ogni anno, emette e divulga il pacchetto delle idee che contiene contributi sulla fruizione e durata del congedo e relativo impatto in termini di allattamento, misure da adottare sul posto di lavoro, estensione del congedo parentale, di maternità e di paternità per i genitori lavoratori, idee dei genitori per conciliare allattamento e lavoro”.

Allattamento e lavoro otto storie di mamme e papà in un video

 

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom black week fino al 4 dicembre
Inassociazione