Aree pubbliche 20 Giugno 2020

Antignano, “Accesso al mare non più consentito?” Lettera aperta di cittadini a Salvetti

L'assessore Ferroni, da noi contattata, si è resa disponibile anche per un sopralluogo

Miramare, recintato l'accesso a due spiaggette (1)Livorno 20 giugno 2020 – Antignano e accesso al mare non più consentito? La lettera aperta di un gruppo di cittadini rivolta al sindaco del Comune di Livorno Luca Salvetti.

“Siamo un gruppo di cittadini che ormai da anni frequentano, durante l’estate, una spiaggetta che il mare ha ricavato nella scogliera adiacente a quella che, ad Antignano, è nota come la Baracchina Blu.

La spiaggia è sottostante a quella zona che molti anni fa ospitava una sala giochi all’aperto.

La nostra frequentazione è ormai pluriventennale e sempre abbiamo usufruito della discesa al mare (di cui alleghiamo foto) ben visibile su Google Map, almeno sin dal 2004 .

All’inizio di questa stagione balneare purtroppo, l’accesso al mare è stato impedito con la costruzione di una cancellata

Con questa nostra chiediamo che l ‘accesso al mare venga garantito rendendo fruibile la spiaggia, considerando inoltre che quello è l’unico accesso anche per le spiagge che vanno verso villa Alma Pacis. (Foto allegate.)

Miramare, recintato l'accesso a due spiaggette (2)

La discesa a mare si trova dietro il bagno chimico all’interno dell’area recintata

Miramare, recintato l'accesso a due spiaggette (3)

La discesa a mare si trova dietro il bagno chimico all’interno dell’area recintata

Certi che quanto chiesto verrà preso in considerazione e certi della volontà di risolvere il problema, ringraziamo e restiamo in attesa di risposta”

Come redazione siamo stati sul posto per verificare la situazione. Ci siamo accorti che effettivamente la discesa al mare rimane (come di vede dalla foto) dietro il bagno chimico all’interno dell’area recintata.

Esiste un’altra via di accesso non recintata, però presenta attualmente due problematiche non indifferenti:

1 –  La strada di accesso lungo la scogliera (come si vede dal video) presenta diversi punti molto scoscesi (per percorrerli  in sicurezza si dovrebbe essere degli scalatori)

2 – Il secondo punto però è quello che ci lascia più perplessi. Alla fine del percorso “alternativo” si sbuca all’interno dell’area privata attualmente non recintata e priva di segnaletica. A questo punto per accedere all’ingresso della strada di accesso al mare si deve per forza entrare nella proprietà privata.

Noi non abbiamo individuato altre strade per queste spiagge: l’unico percorso alternativo sembrerebbe lo “sbarco” dal mare.

Per farvi capire quanto sia impervia la via alternativa che sbuca poi all’interno della proprietà privata, basta la battuta di un gruppo di ragazzi provenienti dalla spiaggia ora “off limits”.  Quando abbiamo domandato loro come mai non sono passati dagli scogli ma hanno preferito scavalcare la recinzione, hanno risposto: “Passare di lì? Ci vuole l’elicottero“.

L’Assessore Ferroni (che ha la delega al demanio), da noi contattata dopo aver ricevuto questa segnalazione da parte dei cittadini, si è subito resa disponibile e si è attivata con gli uffici competenti. L’assessore si è inoltre resa disponibile anche a fare un sopralluogo per verificare di persona la situazione.

 

CONDIVIDI SUBITO!
Banner laboratorio ottico Labrolens
Ekom, promozioni 12-25 ottobre
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
SVS 5x1000
Inassociazione