Cronaca 12 settembre 2019

Approvata la mostra su Modigliani, Fenzi (Pd): “Livorno si riappropria di un figlio”

Votano a favore anche M5S e BL, contrario il centro destra

Luca Salvetti: lunedì 16 settembre la firma tra il Comune di Livorno, le reazioni della politica e l’istituto Restellini“

 

Livorno 12 settembre 2019 – Il condiglio comunale ha approvato questa mattina la variazione al bilancio che destina 2 milioni di euro alla mostra di Modigliani a Livorno

Alla votazione hanno dato parere favorevole i 21 consiglieri comunali di PD, M5S, Futuro, Casa Livorno e Buongiorno Livorno mentre Lega e Fratelli d’Italia hanno votato contro

Per Fenzi capogruppo PD in consiglio comunale Livorno si riappropria in questo modo di un figlio perduto (Modì o Dedo nato a livorno nel 1884, emigrato nel 1906 a Parigi dove ha trovato fama)

Per quanto riguarda la Lega si tratta di uno spreco di soldi pubblici, viene chiesto di votare al buio una variazione di bilancio per una mostra senza neppure vedere il contratto, inoltre la mostra dura 4 mesi e il comune per rientrare ha aumentato la tassa di soggiorno per un anno.

Per Andrea Romiti (Fratelli d’Italia) la spesa di due milioni di euro per 4 mesi di mostra è una spesa alta, sarebbe stato meglio avere una mostra più lunga in modo da poter vendere meglio e per più tempo i pacchetti turistici puntando anche sui crocieristi.

Marco Bruciati (Buongiorno Livorno) pur votando a favore ha espresso dubbi sull’affido della mostra alla Fondazione Goldoni

La Fondazione non è una società in house alla quale affidare qualsiasi tipo di servizio e su questo ci sono già stati pareri negativi della giurisprudenza

Anche l’ex sindaco M5S Stella Sorgente pur votando a favore della mostra ha espresso delle perplessità sulla Fondazione Goldoni e si è anche soffermata sul raddoppio della tassa di soggiorno, secondo Sorgente raddoppiandola è stata portata ai livelli delle principali città italiane e questo potrebbe avere ripercussioni sul turismo.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento