Piombino 18 Novembre 2022

Attività sospesa per una azienda agricola, trovato lavoratore in nero

Controlli dei Carabinieri in provincia di Livorno da parte del NIL e della Compagnia di Piombino: un lavoratore in nero ed indebite percezioni del reddito di cittadinanza.

Immagine di archivioLivorno 18 novembre 2022

Nell’ambito dei controlli disposti dal Comando Provinciale di Livorno, i Carabinieri del NIL – Nucleo Ispettorato del Lavoro, nell’ambito di un servizio ad ampio raggio mirato alla verifica del rispetto delle normative di settore ed al contrasto del lavoro “nero”, hanno eseguito diversi controlli in attività commerciali della provincia di Livorno.

Nel corso delle verifiche, in un’azienda agricola del piombinese sono state riscontrate diverse violazioni che hanno costretto i militari a sospenderne l’attività fino al superamento delle criticità riscontrate.

Durante la verifica infatti è emerso che un lavoratore, l’unico presente al momento del controllo, non era in regola, risultando di fatto “in nero”.

Al titolare della ditta, un campigliese di 46 anni, è stata comminata una sanzione di quasi 6.000 euro, oltre alla denuncia all’AG ed agli enti competenti.

Inoltre, i Carabinieri hanno accertato che l’uomo era inserito nel nucleo familiare del fratello, un 51enne di Livorno, percettore di reddito di cittadinanza; quest’ultimo aveva omesso di dichiarare all’INPS, nel previsto termine di 30 giorni, l’inizio dell’attività lavorativa del congiunto e quindi maggiori entrate nel nucleo familiare, non consentendo al citato Istituto di effettuare i previsti adeguamenti. È stato calcolato che dovrà restituire 700 euro complessivi indebitamente percepiti.

 

CONDIVIDI SUBITO!
@labrolens · Negozio di occhiali da sole e da vista
Inassociazione
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua