Cronaca 25 Febbraio 2021

Aumento giornate di fermo pesca, Cgil: “Settore a rischio, temiamo contraccolpi occupazionali”

Aumentate le giornate di fermo per la pesca a strascico, Rossi e Cortorillo (Flai-Cgil): “Settore a rischio, temiamo contraccolpi occupazionali”

peschereccio pescaLivorno, 25 febbraio 2021

Michele Rossi, segretario generale Flai-Cgil provincia di Livorno e Nicolò Cortorillo, segreteria Flai-Cgil provincia di Livorno:

“Esprimiamo forte preoccupazione per i contraccolpi occupazionali legati alla decisione del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf) di aumentare per il 2021 il numero di giornate di fermo per la pesca a strascico.

Al momento sono 30 le giornate di fermo previste a garanzia del mantenimento delle risorse ittiche.

Nel decreto del ministero si prevede però un ulteriore aumento tra le 15 e le 30 giornate per le barche inferiori ai 24 metri e un aumento dalle 20 alle 40 giornate per le imbarcazioni di lunghezza superiore.

 

Riteniamo che la decisione debba essere rivista poichè mette a rischio la sopravvivenza di un settore già duramente colpito dalla pandemia.

Le imprese sono da tempo in estrema difficoltà:

adesso temiamo pesanti contraccolpi occupazionali visto che con questo decreto verranno diminuite le giornate lavorative a disposizione delle unità da pesca.

L’auspicio è che alla norma si applichino dei correttivi. Il settore non può essere abbandonato a sé stesso: servono ammortizzatori sociali strutturali a sostegno dei lavoratori”.

 

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione