Cronaca 13 novembre 2019

Aumento tassa di soggiorno: “I turisti migreranno in altri Comuni, così si rema contro ai soggiorni lunghi”

Gli Albergatori Confcommercio: "la tassa aumenterà fino al 100%"

LivornoPress turista valigiaLivorno 13 novembre 2019 – La tassa di soggiorno aumenterà fino al 100%. Gli Albergatori Confcommercio: “Inutile parlare di turismo e destagionalizzazione, così si rema contro ai soggiorni lunghi e alle presenze business”

 

Carraresi al Comune: “Così fate scappare i turisti invece di attirarli”

“All’incontro sul prossimo bilancio di previsione triennale 2020-2022, a cui il Sindaco ha invitato i rappresentanti delle categorie economiche, abbiamo appurato con sconcerto che la tassa di soggiorno verrà comunque aumentata daL 50 AL 100% per cento”.

Il presidente provinciale Confcommercio Alessio Carraresi è deluso: “Salvetti, Garufo e Ferroni si erano mostrati disponibili ad ascoltare le osservazioni del nostro direttivo Albergatori rispetto al paventato aumento della tassa di soggiorno in città, sanno quindi che ulteriori balzelli sulla categoria ricettiva non faranno bene all’economia di Livorno”.

“Si parla tanto di allungare la stagione e di trattenere i turisti per tempi più lunghi.

Ecco, questa misura va nel senso completamente opposto, spingendo oltretutto l’albergatore alla nefasta politica del sottocosto” sintetizza Carraresi.

“Con questo aumento andremo a collocarci al secondo posto nella classifica toscana della tassa di soggiorno, dietro solo a Firenze, e vicino a Venezia e Milano”.

Secondo Gianni Vignoli, presidente provinciale Albergatori Confcommercio, “Il turismo a Livorno è molto contratto e soprattutto nel periodo invernale abbiamo quasi esclusivamente presenze business. Molti dei nostri alberghi, non riuscendo a far fronte alle spese di gestione, vengono indotti a trasformarsi in strutture stagionali, una tendenza che ogni territorio vorrebbe piuttosto invertire, per il bene dell’economia e dell’occupazione.

Con questo grosso incremento dell’imposta i clienti decideranno di migrare verso i comuni limitrofi.

Per non parlare del fatto che molti hotel sono costretti ad abbassare i prezzi per arrivare a concludere la prenotazione”.

“Livorno non offre ancora strutture e servizi come troviamo Firenze e Lucca.

Già la tassa di soggiorno attuale viene avvertita come iniqua da visitatore” conclude Carraresi.

“Invitiamo il Comune a ripensarci, prima che la mostra, invece di attirare turisti, indirettamente li faccia scappare”.

La nuova tassa (€) Fino a oggi (€) Aumento (%)
5 stelle      4,5                3                     50%
4 stelle      3,5                2                     71%
3 stelle      2,5                1,5                  60%
2 stelle      1,5                1                     50%
1 stella      1                   0,5                 100%

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento