Cronaca 12 Maggio 2017

Bacino galleggiante: la lettera di Jobson a Corsini. “Il bacino lo ripariamo con i soldi nostri”

Tutti gli impegni che Jobson si assume. Il testo integrale della proposta di Jobson Group inviata al Presidente dell APaT. 

Livorno 12 maggio 2017

La settimana passata si è iniziato a parlare dopo l’annuncio reso pubblico alla stampa di Massimo Netti (Jobson Group) durante l’assemblea di Vertenza Livorno della richiesta inviata al Presidente dell’ Autorità Portuale Alto Tirreno, dott Stefano Corsini. ( Leggi qui )

Oggi finalmente possiamo riportare a voi lettori il testo integrale dell’offerta di riparazione  del bacino galleggiante Mediterraneo.  

 La lettera di Jobson Group

La Spezia 28/04/2017

Alla Spett.le Autorità Portuale dell’alto Tirreno

Via Scali Rosciano, 6/7,

57123 Livorno

Alla c.a Sig. Presidente Dott. Ing. Stefano Corsini

Oggetto: Bacino Galleggiante Mediterraneo

A seguito dell’incontro avutosi presso questa spettabile Autorità Portuale, avendo preso atto delle oggettive problematiche riguardanti il ripristino del Bacino Galleggiante “Mediterraneo,” che a loro volta aggravano il ritardo per la chiusura della Gara stessa, volevamo rendervi partecipi della nostra manifestazione di interesse, così espressa di seguito:

la Società Jobson Italia Srl, con sede a La Spezia in via Delle Pianazze 150/a, già partecipante alla Gara Pubblica -Asserimento in concessione demaniale marittima del compendio dei bacini di carenaggio del porto di Livorno-, propone ed offre in forma volontaria a questa Spettabile Autorità Portuale dell’alto Tirreno, la propria collaborazione nello svolgimento del ripristino del Bacino Galleggiante.

Previa Vostra autorizzazione e organizzazione delle opere da svolgere con i Vostri uffici e tecnici competenti, sarebbe nostra intenzione procedere come riportato in seguito:

  • La Società Jobson Italia Srl si farà carico dei dell’esecuzione di ripristino struttura Platea e/o struttura sottostante, deteriorati a seguito del tragico urto della M/N URANIA.

  • La Società Jobson Italia Srl si farà carico delle spese per l’esecuzione del distacco del Bacino dall’attuale sede, e del suo trasferimento presso il Bacino di La Spezia località Muggiano utilizzando strutture adeguate al suo rimorchio.

  • La Società Jobson Italia Srl si farà carico di tutte le eventuali opere di ripristino (impianti elettrici, meccanici interni alle Sale Bacino) deteriorati dal tempo e dall’affondamento del Bacino stesso.

  • Sarà a carico e cura della società Jobson Italia Srl l’esecuzione della procedura per la rimessa in funzione del Bacino Mediterraneo, in stretta e dovuta collaborazione e indicazione dell’ENTE R.I.N.A e con la supervisione nelle valutazioni tecniche ed economiche da adottare nei ripristini dell’Ufficio Tecnico preposto da questa Autorità Portuale

  • La Società Jobson Italia Srl si farà carico dell’esecuzione del lavaggio dei “Corpi Estranei” di tutte le sale interdette dall’affondamento con successivo ripristino allo stato originario.

  • La Società Jobson Italia Srl si farà carico del lavaggio con idrosabbiatrice “Corpi Estranei” di tutta la carena e strutture esterne, con successiva applicazione/ pitturazione in micron come allo stato originario.

  • Saranno altresì a carico di Jobson Italia Srl, tutte le spese di movimentazione e rimorchio del Medesimo Bacino, dal Bacino di carenaggio del Muggiano (La Spezia), a conclusione lavori, fino al riposizionamento nella posizione originale in Banchina 78 a Livorno.

  • Verranno effettuate tutte le operazioni di riallacciamento Vs energia/e al sistema Funzionale delle Sale Bacino per test finali di riconsegna a carico di Jobson Italia srl.

Per tale intervento dal momento del distacco del Bacino Mediterraneo, al suo ripristino in operatività nella sua sede Banchina 78 si calcolano 60 giorni solari.

Detto sforzo e impegno da parte di Jobson Italia Srl, sono dettati dalla volontà di voler collaborare con questa Spettabile Autorità Portuale al fine di accelerare e riprendere i tempi corretti della Gara il quale sblocco porterebbe un sicuro beneficio anche all’economia cittadina.

La Società Jobson Italia Srl si fa avanti in questa proposta di collaborazione ribadendo la propria volontà di autofinanziare tutta l’operazione di ripristino e riconsegna del Bacino Mediterraneo così come è stata sopra descritta, non avendo interesse nei tempi di eventuali rimborsi assicurativi dovuti al danno causato, e sperando così di favorire la ripresa della Gara di appalto in atto che riteniamo sia un’opportunità per tutto il territorio.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento