Basket 13 Marzo 2022

Basket femminile: il Jolly Acli cade nella sfida al vertice

Livorno 13 marzo 2022

Male, anzi malissimo. Un Jolly Acli Basket Livorno, irriconoscibile, viene sconfitto (37-56) sul proprio terreno da una Pallacanestro Perugia arrivata a Livorno con grande voglia di vincere e di far bene.

Un enorme passo indietro in quella che doveva essere la partita più importante, lo scontro al vertice, la sfida che avrebbe potuto consegnare il primo posto matematico in regular season alle ragazze del debuttante coach Furio Betti.

Adesso è tutto da rifare e per raggiungere l’ambito traguardo sarà necessario vincere le ultime due gare contro Firenze e Siena.

 

La partita ha avuto pochissimo da dire. Le rosablù si portano sul 5-0, poi entra in scena Perugia, trascinata da Agnese Soli (cervello della squadra) e dalle folate offensive di Cragnolino, Aquinardi e Manganello. E da una difesa attenta e intensa al punto da non consentire nessun tiro “sereno” alle locali per 40 minuti. Un grigiore generale dal quale non è possibile salvare nessuno. Certo c’è qualche alibi: l’assenza di Garcia Leon, che ha privato la squadra del punto di riferimento in mezzo all’area. L’impianto cambiato all’ultimo secondo, dati i problemi ad una canestro al PalaCosmelli che ha fatto dirottare il match al PalaMacchia; e l’improvviso cambio di guida tecnica. Tutte variabili importanti, ma non tanto da poter giustificare una prestazione tanto incolore.

Le parole di coach Furio Betti: «Come si vede dal punteggio l’attacco ha latitato. Abbiamo dato l’impressione di giocare insieme per la prima volta. Dal mio ingresso non ho cambiato niente, abbiamo proposto tutte cose fatte e rifatte nel corso della stagione, e, francamente, non capisco cosa possa essere successo. Loro sono state più aggressive, brave a metterci in difficoltà sui nostri giochi; ma che non si sia trovato un tiro libero piazzato, e che non sia trovato nulla di buono, mi sembra davvero strano. L’assenza di Zulema si sente, ancora di più con queste squadre. Non avendo un riferimento interno, in pratica si gioca con 5 esterne e nel basket non è possibile. Peric ha latitato, non ci ha aiutato, e quando trovi serate del genere, dove non fai mai canestro, diventa difficile portarla a casa. Era una partita da vincere, contro una squadra forte. E abbiamo perso anche la differenza canestri. Ora dobbiamo cancellare questa prestazione. Questa deve essere solo una brutta parentesi,

Il tabellino: Ceccarini 11, Evangelista 4, Orsini 9, Sassetti 5, Simonetti 2, Garaffoni 6, Barsotti, Cirillo, Corti, Peric. All. Betti.

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione