Basket 13 gennaio 2019

Basket, oggi alle 18 ritorna il derby che conta

Quella tra Pielle e Libertas era una partita scontata; simbolica ma sportivamente di poco interesse. Il match in programma oggi pomeriggio alle 18 al Palamacchia tra Don Bosco e Pielle è invece una partita da non perdere, dove entrambe le squadre venderanno cara la pelle e il “fattore ex” sarà benzina sul fuoco.

Sarà il vero derby livornese: il Don Bosco non vuole sfigurare in casa e anzi cerca un debutto con vittoria per Marco Mori, il quale sarà molto contestato dalla curva dei Rebels; capitan Fantoni ha anch’egli con un trascorso in Pielle e vuole giocarsela fino in fondo.

La Pielle ha sulla carta il vantaggio del pronostico e giocatori più forti, seppur piuttosto malconci. E sarà anche lotta tra fratelli: Marco contro Filippo Creati.

Questi i commenti pre-partita:

Coach Marco Mori: “Ho ricordi stupendi delle annate trascorse alla guida di Pielle, una squadra in gran forma dopo un avvio a fasi alterne. Stiamo parlando di un roster nel quale ci sono elementi di categoria superiore, penso a Benini, a Bertolini ed a Dell’Agnello. Noi dobbiamo fare una partita al meglio delle nostre possibilità, dando l’anima sul parquet per provare a ribaltare il pronostico. Sono molto contento di avere a disposizione un gruppo con molti giovani, sui quali si può lavorare per farli crescere ancora. Dal punto di vista tecnico e tattico sto continuando sulle orme del mio predecessore, mettendo nel contempo qualcosa di mio. Sono contento, inoltre, del fatto che in settimana l’Under 18, della quale fanno parte molti componenti del mio roster, sia tornata al successo – a Roma – dopo la sconfitta della settimana precedente. In generale, aldilà della sfida di domenica, sono onorato che il Don Bosco abbia pensato a me come successore di Roberto Russo; quella di Via Allende è una società molto organizzata, all’avanguardia per quanto riguarda la crescita dei giovani talenti.”

Anche capitan Fantoni “è già sintonizzato sulla grande sfida di domenica: “Non sarà una partita come le altre, proprio per i miei trascorsi con Pielle; non vedo l’ora di giocarla, aldilà degli ottimi ricordi personali con i “cugini”, questa partita la vogliamo vincere anche se non sarà semplice. Riguardo al cambio di coach, dovuto ad una scelta di Roberto Russo, sono molto contento che sia arrivato un coach di esperienza come Marco Mori, con il quale ho avuto modo di lavorare nella comune esperienza proprio con la casacca Pielle”.

Dal fronte Pielle: “la squadra di coach Andrea Da Prato, nella prima partita del 2019, dovrà vedersela con la Pallacanestro Don Bosco, affidata durante le vacanze natalizie all’ex Marco Mori. Sfida affatto semplice per la truppa biancoazzurra al cospetto di un roster spigoloso, ma soprattutto capace di mettere in seria difficoltà alcune big come l’Abc Castelfiorentino nella prima fetta di torneo; un gruppo formato da tantissimi giovani provenienti dal settore giovanile plasmati da un altro ex piellino, Lorenzo Fantoni, e Jacopo Stolfi, tiratore micidiale dalla lunga distanza. Scorrendo le cifre, fra i principali pericoli offesi figurano Ceparano, Calvi, Korsunov, Bonaccorsi e Creati, fratello del nostro Filippo. In casa Pielle out Jacopo Loni, il quale si sottoporrà all’intervengo di ricostruzione del legamento crociato anteriore intorno al 20 di gennaio, mentre le buone notizie arrivano da Tommaso Dell’Agnello (anche non al meglio della condizione fisica) e Filippo Creati, pienamente recuperato dal guaio muscolare accusato dopo all’indomani del derby contro la Libertas Liburnia del 23 dicembre. Regolarmente disponibile il resto della truppa, a cominciare dal tandem sotto i tabelloni composto da Roberto Bertolini e Luca Benini

 

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento