Basket 11 gennaio 2018

Basket Serie B, Parla il coach della Libertas Pardini

Per l’Under 20  ottima partenza dell’anno con la vittoria sul Vela Viareggio

La partita del PalaFontevivo contro i locali della Blukart Etrusca San Miniato era attesa con grande impazienza, e non tanto perchè ha segnato il ritorno in campo dopo la mini-vacanza osservata in concomitanza con le festività di fine anno. La Libertas Livorno, che ha potuto contare sugli innesti sotto canestro degli esperti pivot Chiacig e Soloperto, è stata sconfitta 90-76, ma lo scarto finale non rende piena giustizia della prova dei gialloblù, capaci a lungo di lottare alla pari con gli antagonisti.
Coach Gabriele Pardini è amareggiato, ma non si scoraggia: “Complimenti a San Miniato per la vittoria ottenuta dopo una lunga ‘battaglia sportiva’. I nostri antagonisti hanno allungato solo nel quarto tempino. Abbiamo ancora da lavorare sulle nuove sincronie offensive e difensive, visto che abbiamo, oltre a Chiacig e Soloperto, altri due ragazzi, ben più giovani, Varotta e Vukoja, giunti da noi solo da poche settimane. La nostra è una squadra nuovissima: l’amalgama migliore deve ancora arrivare”. Il termine ‘battaglia sportiva’, per il derby di San Miniato, non è stato scelto da Pardini a caso. “Parlo – spiega l’allenatore libertassino – di battaglia sportiva, ma non è il mio un eufemismo. E’ stato un incontro duro sul piano fisico, senza esclusione di colpi. San Miniato, come immaginavo, ha giocato con grande aggressività. Ha giocato mani sul corpo, con contatti in continuazione, anche oltre il limite”. Andando a ben vedere, al di là dell’amarezza della sconfitta, a San Miniato sono emerse, per la Libertas, aspetti positivi. “Se giochiamo – è sicuro il coach livornese – con l’intensità espressa al PalaFontevivo, la vittoria arriverà presto. A San Miniato è mancato davvero il fatal centesimo per fare il famoso euro. Sono state singole situazioni per noi sfortunate a far indirizzare la partita in un certo modo. Più in generale la nostra stagione è stata finora davvero poco fortunata. Mi riferisco a quanto successo subito alla terza giornata, quando immeritatamente abbiamo perso con Cecina. Senza un episodio controverso giunto negli ultimi secondi, interpretato – e non certo da noi – nel modo sbagliato, avremmo ottenuto due punti d’oro per la classifica e sarebbero cambiati gli eventi successivi. Tra gli episodi sfortunati mi riferisco inoltre alla mancata idoneità agonistica di Chiacig, costretto, suo malgrado, a saltare tutto il girone d’andata”. Dietro l’angolo, domenica alle 18, ecco l’incontro casalingo con Varese, terz’ultima a quota 10. “E’ evidente che si tratterà per noi di una partita di vitale importanza. Vogliamo scalare posizioni in classifica ed evitare la retrocessione diretta. Vogliamo difendere questa categoria conquistata nello scorso mese di maggio. A tal proposito fa piacere che determinate componenti della città ci stiano vicine. La terza serie nazionale è un bene di tutta Livorno. Posso assicurare che le differenze tecniche e di budget tra serie B e C gold sono enormi. Io, come tecnico, ho il compito di ‘spremere’ il massimo dalla squadra a disposizione e sicuramente devo fare di più. Non nascondo però l’orgoglio di lavorare per una società seria, che non si è tirata indietro quando si è trattato di effettuare duri sacrifici. Non nascondiamo i problemi evidenziati dalla classifica, dovuti anche agli episodi poco fa menzionati. Siamo però consapevoli che, anche solo per la nostra serietà, possiamo lottare per mantenere la serie B. Posso assicurare che tutti quanti, dall’amministratore unico all’ultimo dei collaboratori, stiamo impegnandoci quotidianamente per ottenere il massimo. La salvezza, nonostante gli episodi sfortunati giunti nella prima parte del torneo, è alla nostra portata”.
————————————————-
La Libertas Livorno under 20 ha cominciato con il botto il 2018. Nel primo impegno ufficiale del nuovo anno solare, i gialloblù guidati da coach Stefano Menichetti (coadiuvato dal vice Stefano Malandra) hanno fatto festa sul non facile campo del Vela Viareggio. La sfida si è chiusa sul 49-52 con i livornesi bravi, nel convulso finale, ad amministrare l’esiguo margine. Un successo prezioso e nel complesso meritato. I labronici iniziano la sfida con il piede giusto. I libertassini, nel primo quarto, trovano buone soluzioni in attacco e con la loro efficace difesa mandano in tilt i tiratori versiliesi. Il primo parziale si chiude sul 6-16. In equilibrio il secondo tempino, nel quale gli ospiti conservano, quasi per intero, il proprio vantaggio: 17-26 all’intervallo lungo.
Alla ripresa delle ostilità i gialloblù si permettono il lusso di allungare, fino al massimo divario di più 16. Il terzo quarto finisce sul 28-41. Sembra un match chiuso a doppia mandata. I livornesi, però, con un quarto segmento di gara tutto da dimenticare, rimettono in corsa i viareggini. I padroni di casa rosicchiano il ritardo, fino a portarsi sul meno 2. Negli ultimissimi secondi, la Libertas mantiene il sangue freddo e, sia pur soffrendo, si impone con tre lunghezze di scarto. Buona la prestazione di Granchi, autore di 17 punti e di buone giocate (per lui anche 8 rimbalzi conquistati). Duro il prossimo impegno, previsto per lunedì 15 contro Altopascio, terzo in graduatoria. Il tabellino dei labronici in terra versiliese: Granchi 17, Mangoni 2, Pantosti 17, Guelfi 1, Sfregola 4, Bianchi 4, Terreni, Potenza G. 4, Potenza F., Durante, Tasca 3. All. Menichetti. Vice Malandra.

Lascia il tuo commento