Bibbona 13 Marzo 2022

Bibbona, al grido di “Pace”, gli studenti della scuola media hanno manifestato per l’Ucraina

Bibbona (Livorno) 13 marzo 2022

Mi dispiace, ma io non voglio fare l’Imperatore, non è il mio mestiere.

Non voglio governare, né conquistare nessuno.

Vorrei aiutare tutti se possibile. Noi tutti vogliamo aiutarci. Vogliamo vivere della reciproca felicità, ma non della reciproca infelicità.

Non vogliamo odiarci e disprezzarci l’un l’altro. In questo mondo c’è posto per tutti, la natura è ricca ed è sufficiente per tutti noi.

La vita può essere felice e magnifica, ma noi l’abbiamo dimenticato.

L’avidità ha avvelenato i nostri cuori, ha chiuso il mondo dietro una barricata di odio, ci ha fatto marciare, col passo dell’oca, verso l’infelicità e lo spargimento di sangue”

Con la lettura di questo brano, tratto da ‘Il Dittatore’ di C. Chaplin e molti altri testi scritti dai ragazzi e dalle ragazze, le classi della scuola secondaria di primo grado Cielo d’Alcamo di Bibbona hanno voluto manifestare la loro idea di pace nella piazza del mercato a Bibbona.

 

Accompagnati dai loro docenti e dagli insegnanti del Laboratorio artistico musicale guidato dal Maestro Maurizio Morganti, hanno suonato brani musicali che hanno coinvolto i presenti.

Con il suo intervento, il Sindaco Massimo Fedeli ha voluto sottolineare quanto sia importante continuare a chiedere di fermare le armi e la guerra, tutte le guerre, far prevalere la diplomazia e non vedere più innocenti che perdono le loro vite sotto i bombardamenti. “Non è più accettabile la visione di immagini che pensavamo ormai solo appartenere al passato o ai libri di storia”, ha concluso Fedeli ringraziando gli studenti e i loro insegnanti per questo momento di riflessione tutti insieme.

Hanno preso parte all’iniziativa anche la Dirigente, Caterina Startari, mostrando tutta la sua soddisfazione per l’impegno e la partecipazione dei ragazzi e delle ragazze ad un momento importante come questo, il vice sindaco Enzo Mobilia, che ha esortato tutti a lanciare un grido liberatorio di ‘pace’ e la consigliera comunale Manuela Pacchini. Nella piazza erano, inoltre, presenti le associazioni di volontariato La Rocca e la Pubblica assistenza insieme con le forze dell’ordine del territorio, oltre ad alcuni cittadini bibbonesi, ma anche ucraini già arrivati nel nostro comune: giovani donne con i loro bambini che speriamo si siano sentiti accolti dai loro coetanei. La manifestazione è poi continuata con una marcia simbolica, colorata dai palloncini e dagli striscioni, attraverso le vie del paese.

CONDIVIDI SUBITO!
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione