Boxpress 17 febbraio 2020

Borsa: gli aspetti principali da conoscere per investimenti corretti 2020

borsa finanzaNon è semplice scoprire come funziona la Borsa, o meglio, i diversi mercati borsistici dai quali ogni trader aspira a trarre dei vantaggi personali.

Ogni mercato è contraddistinto da caratteristiche allettanti da un punto di vista economico, ma c’è bisogno di studio ed impegno per approfittare delle potenzialità legate ad investimenti simili. Infatti, investire in Borsa non è un gioco e richiede un’attenta conoscenza anche di fattori esterni, come guerre politiche o commerciali, che incidono fortemente sull’andamento dei titoli quotati sul mercato.

Come funziona la Borsa?

La Borsa è un mercato finanziario centralizzato in cui i traders scambiano, senza sosta, dei titoli. Per quanto riguarda gli affari italiani, ruotano attorno a Piazza Affari che ha sede a Milano. Dunque, è essenziale capire come funziona la Borsa prima di cimentarsi in negoziazioni concrete e commettere errori dovuti ad una poca esperienza e conoscenza del settore.

Gli scambi che avvengono in Borsa rispondono alla tipica legge di domanda/offerta. Di conseguenza, trattandosi di un mercato centralizzato, cioè controllato, i mercati presentano prezzi trasparenti, così da salvaguardare l’interesse degli investitori.

Non a caso, negli ultimi tempi, con l’avvento di specifiche piattaforma di trading CFD, sono stati realizzati degli organi di controllo dal calibro internazionale che impongono delle normative ai broker, i quali devono rispettarla per poter legalmente operare e fornire i propri servizi sul Web. Dunque, si tratta di organi nati con lo scopo di tutelare e salvaguardare l’interesse dei traders online.

Ogni azienda entra in Borsa con una IPO (Inital Pubblic Offert) e poi presenta le proprie quotazioni sul mercato.

Si tratta di un processo fondamentale per un’azienda che mira ad una crescita economica. Dopo aver terminato tale processo, ogni azienda sarà parte del mercato e gli azionisti saranno liberi di acquistare o vendere le azioni che le appartengono.

Di conseguenza, il valore diminuisce se il numero di venditori è maggiore rispetto a quello degli acquirenti, e viceversa.

Investire in Borsa online: si può?

Coloro che puntano ad investire i propri risparmi in maniera autonoma e durante i momenti della giornata che preferiscono per dedicarsi esclusivamente a quest’attività, possono farlo se utilizzano piattaforme di trading CFD.

Il successo di tali network per il trading è dovuto soprattutto al superamento dei limiti legati agli enti bancari: dalle tempistiche alle commissioni troppo elevate.

Infatti, attualmente, anche traders poco esperti che partono da cifre esigue hanno l’opportunità di lanciarsi tra i mercati e gli asset finanziari più profittevoli dell’anno.

Come si utilizza una piattaforma di trading?

Prima di tutto, è bene comprendere che per vivere un’esperienza positiva e profittevole, è necessario selezionare esclusivamente broker dotati di certificazioni e regolamentazioni rilasciate da enti dal calibro internazionale. Ad esempio, in Italia operare la CONSOB. Ma è possibile trovare altri enti ugualmente importanti nel settore come la CySEC.

Dopo aver verificato che il broker sia serio ed affidabile, bisognerà aprire un conto. Di solito, se si parte da un conto demo non è necessario versare alcun deposito minimo.

Si tratta di uno strumento vantaggioso che molti traders consigliano per far pratica: si opera sui mercati reali mediante una piattaforma speculare a quella reale e si testano le strategie elaborate senza perdere il proprio denaro. Infatti, si può verificare l’impatto che avrebbero le proprie strategie sui mercati selezionati senza intaccare il proprio capitale: il broker fornirà un credito virtuale.

Inoltre, la maggior parte degli investitori, denota come positivo l’aspetto di questi network: semplici e chiari da utilizzare, ma ricchi di strumenti di supporto utili ad elaborare una corretta analisi di mercato.

Quali sono le Borse Estere più interessanti?

Parlando di diversi mercati azionari, è possibile elencare quelli esteri che, da sempre, vengono presi in considerazione anche dai traders italiani:

  • Down Jones: indice dalla più alta capitalizzazione del mondo che contiene esclusivamente le società più importanti a livello globale;

  • Nasdaq: indice che contiene le maggiori società operanti nel settore tecnologico e, di conseguenza, da una notevola capitalizzazione:

  • Dax: indice fondamentale per comprendere la situazione economica dell’intera Eurozona, è apprezzato per la sua volatilità giornaliera, anche perché al suo interno presenta marchi leader come l’Adidas o la Bmw.

In conclusione

Dopo aver elencato tre delle Borse più importanti che caratterizzano il mercato estero e aver compreso, in grandi linee, cosa significa operare in Borsa, ogni trader potrà decidere quale aspetto dei mercati ritiene più vicino ai propri obiettivi di trading finali.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento