Eventi 9 Dicembre 2022

Carico Massimo presenta Kabarè 9/10 (el aire, el signo)

Livorno 9 dicembre 2022

CARICO MASSIMO  presenta Kabarè 9/10 (el aire, el signo)
Una serata di performance, esperimenti, onde sonore e approfondimenti dedicati all’aria
Con Cose Cosmiche (collettivo artistico), Antonio Giuranna (musicista), Giovanni Losurdo (fisico direttore Interferometro Virgo) e i vincitori della borsa di studio “Mind Fellowships”: Giacomo Donati & Irene Scartoni, Benedetta Chiari & Elisa Pietracito, Elisa Puglisi e Wenzheng Zhang

Sabato 10 dicembre 2022 H 18.00 Magazzini Generali, n.6 Via della Cinta Esterna 48/50 – Livorno

Per festeggiare il X anno di attività, Carico Massimo continua il programma nello storico spazio agli ex Magazzini Generali di Livorno con 10 serate di Kabarè, uno per ogni anno di vita, per trasformarlo da spazio puramente contemplativo a luogo vivo d’incontri ed esperienze molteplici.

Il penultimo appuntamento ha come protagonista l’aria, elemento a cui Carico Massimo, dal 2020, ha dedicato una piattaforma collaborativa curata da Juan Pablo Macias & Alessandra Poggianti: https://on-air.caricomassimo.org

Kabarè 9/10, senza soluzione di continuità, prevede il susseguirsi di poetiche immateriali legate a questo elemento che determina e orienta il senso della vita, in ordine sparso:

Con Cose Cosmiche ci avvicineremo all’esperienza sul campo nella ricerca della rivelazione delle onde gravitazionali con il fisico Giovanni Losurdo, dirigente di ricerca dell’INFN presso la Sezione di Pisa e spokesperson di Virgo, l’interferometro laser per la rivelazione delle onde gravitazionali; ascolteremo gli esiti di una sonorizzazione di dati scientifici provenienti dagli archivi di Virgo, sulle onde gravitazionali, e di Arpat Toscana, sull’aria di Livorno, con il musicista e compositore Antonio Giuranna; assisteremo al lancio di alcuni gravi con un esperimento di Cose Cosmiche ispirato alle ricerche di Blaise Pascal nella Tour Saint-Jacques di Parigi.

Giacomo Donati & Irene Scartoni, Benedetta Chiari & Elisa Pietracito, Elisa Puglisi e Wenzheng Zhang studenti vincitori di Mind Fellwships 2022 – la borsa di studio per la mente attivata da On Air Carico Massimo in collaborazione con Marco Raffaele e l’Accademia di Belle Arti di Firenze – proporranno azioni e interventi che concludono un percorso di ricerca svolto a partire dall’Archivio d’Aria:

Fra menti e cielo  di Benedetta Chiari e Elisa Pietracito

L’antropizzazione del paesaggio è giunta a un livello tale in cui è impossibile distinguere visivamente l’elemento naturale da quello artificiale. Nella storia dell’arte l’uomo ha sempre cercato di replicare la bellezza del cielo, innalzando volte e cupole che lo imitassero attraverso mosaici realizzati da tessere blu. Con la partecipazione del pubblico si realizzerà, a partire da una base circolare ispirata alla forma della volta celeste, un mandala composto da tessere, il cui disegno prenderà forma dalle riflessioni e conversazioni che si creeranno durante lo scambio. Le tessere sono frammenti di mattonelle raccolti su strade bianche, elementi artificiali provenienti da scarti edili di abitazioni ormai demolite, entrate a far parte del paesaggio stesso.

Ai donatori d’aria di Giacomo Donati & Irene Scartoni

Esecuzione collettiva su tastiera di respiri, vibrazioni ed emissioni corporee registrate e campionate a Livorno grazie ai donatori d’aria. Indagare il mutualismo delle proprietà immateriali diventa possibile tramite la condivisione del suono.

Carico Minimo di Elisa Puglisi

Comunicazione in tempo reale del carico minimo che il piano superiore di Carico Massimo sta reggendo. È sempre presente una forza alla quale l’edificio resiste: il peso dell’aria. Questo, poiché influenzato da fattori variabili, sarà calcolato a intervalli regolari con i dati presi sul momento all’interno della sala. Il suono si contrappone al marmo della targa di Carico Massimo: è invisibile e immateriale, si propaga nell’aria, rende l’opera effimera poiché permane solo come ricordo di un numero in costante variazione, ma allo stesso tempo è capace di attraversare la pietra e farsi udire oltre il muro.

Cena internazionale di Wenzheng Zhang 

Con la crisi energetica in Europa, il gas naturale è diventato un “gas politico”, una merce di scambio tra le grandi potenze e una nebbia di complotti nascosti, e le vite delle persone sembrano sempre essere sacrificate in questa “crisi”.  Il parabordo riempito dell’aria attorno allo scafo collega la relazione tra la nave e il porto, attutendo la collisione tra lo scafo e la banchina e proteggendo l’arrivo e l’attracco sicuri della nave.

Per Kabarè il parabordo diventa vettore di gas naturale tra una bombola e un fornello. Il suo “respiro” dominerà il processo di cottura di una cena internazionale.

L’artista collaborerà con il “parabordo” (con battito cardiaco irregolare) come chef, combinando “Beijing fried sauce” e “Spaghetti” per preparare una cena internazionale per tutti.

In occasione di Kabarè 9/10 sarà aperto Frasca, il punto di distribuzione e mappatura etilica di prodotti a fermentazione. Troverete birre artigianali, vino biologico, grappe barricate.
Frasca è una delle articolazioni permanenti dello spazio espositivo conviviale di Carico Massimo per fornire energia a varie gradazioni per tutta la programmazione.

CONDIVIDI SUBITO!
Inassociazione