Appuntamenti 22 Settembre 2017

“Caro Andrea, ti ascolto e imparo…..” 

L’ Associazione musicale Accademia degli Avvalorati promuove l’evento

“CARO ANDREA, TI ASCOLTO E IMPARO…..”

Martedì 3 ottobre 2017 dalle ore 15.30 alle 18.30
Sala Consigliare della Provincia di Livorno
Piazza del Municipio, Livorno
Con il patrocinio della Regione Toscana e della Provincia di Livorno
Dedicato al ricordo del maestro Andrea Tacchi (primo violino dell’Orchestra Regionale Toscana e primo violino di spalla presso l’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano) scomparso prematuramente lo scorso anno 2016.
Il pubblico potrà assistere ad una intervista inedita realizzata nel 2013 da Massimo Signorini (per la realizzazione del libro-tesi “Fisarmonica e Interpretazione. Un’introduzione e cinquanta interviste) al maestro Andrea Tacchi spaziando anche sulla tematica della direzione d’orchestra e sull’interpretazione musicale, un importante documento di didattico-musicale con respiro propedeutico e allo stesso tempo “toccante” per tutti coloro che hanno avuto il piacere di aver conosciuto e frequentato il maestro Andrea Tacchi. Inoltre saranno eseguite in suo onore, musiche interpretate da suoi colleghi e amici a ricordo di questo straordinario uomo e primo violino dell’Orchestra della Regione Toscana e primo violino di spalla presso l’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano.
BIOGRAFIA DI ANDREA TACCHI
 
Non è stato soltanto il primo violino dell’Orchestra della Toscana. Lui era l’Ort. Ne era il suono, il leader musicale indiscusso (più di ogni bacchetta o di qualsiasi direttore artistico che vi sia passato) e l’immagine riconoscibile in virtù della sua chioma bianca alla sinistra del direttore, quasi una nuvola di zucchero filato ben visibile anche a distanza. Nato a Firenze, ha studiato violino sotto la guida di Roberto Michelucci e musica da camera con Franco Rossi. Ancora giovanissimo ha dato vita a celebri formazioni cameristiche quali il Trio di Fiesole ed il Nuovo Quartetto, esibendosi per importanti Società di Concerti in tutto il mondo. Il suo repertorio spaziava dalla musica barocca a quella contemporanea: è stato protagonista di numerose “prime” assolute ed ha inoltre eseguito Corale di Luciano Berio e A spell for a green corn di Peter Maxwell – Davies sotto la direzione degli autori. Da alcuni anni aveva dato vita all’Ison Ensemble allo scopo di approfondire il repertorio cameristico del novecento. Aveva registrato per le maggiori emittenti radio-televisive europee, oltre ad aver partecipato a numerose incisioni discografiche. E’ stato docente di violino presso l’Istituto Musicale Pareggiato Pietro Mascagni di Livorno per qualche anno e docente sempre di violino presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze dal 1977 al 1995, ha fatto parte della Giuria di importanti Concorsi Internazionali quali il Premio Vittorio Gui di Firenze e il Pablo de Sarasate di Pamplona. E’ stato primo violino dell’Orchestra della Toscana fin dalla sua istituzione e con essa collaborava spesso in veste di concertatore, di animatore del gruppo “I Solisti dell’ORT” e di solista, anche a fianco di musicisti di fama mondiale quali Dino Asciolla, Boris Belkin, Michele Campanella, Giuliano Carmignola, Myung-Whun Chung, Richard Galliano, Alexander Lonquich, Vladimir Spivakov, Uto Ughi. Dal 1999 era regolarmente ospite come primo violino di spalla presso l’Orchestra Filarmonica della Scala. Andrea Tacchi ci ha lasciato prematuramente lo scorso anno, suonava un violino del liutaio livornese Antonio Gragnani datato 1763, e su questo liutaio aveva iniziato un rapporto di collaborazione con Massimo Signorini e l’Ass. Accademia degli Avvalorati per giungere assieme alla valorizzazione di questo straordinario liutaio livornese. Il libro e la valorizzazione storica di Antonio Gragnani sarà portata a conoscenza a livello nazionale ed internazionale dalla stessa Associazione Accademia degli Avvalorati, che ormai ha concluso i suoi studi.
 
 

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento