Cronaca 3 Giugno 2022

Case all’asta costruite su terreno comunale e con soldi pubblici, la protesta davanti al tribunale (Foto e Video)

Livorno 3 giugno 2022

Questa mattina una nutrita delegazione di inquilini dei civici 24 e 26 di via Giolitti nel Quartiere Shangai, sostenuti da Asia Usb, ha manifestato davanti al tribunale in via de Larderel

 

Asia Usb dichiara:
Si tratta di affittuari di uno stabile che venne edificato grazie a finanziamenti pubblici Regionali su un terreno del Comune  da una cooperativa privata. Era il periodo in cui il Partito Democratico sponsorizzava la collaborazione pubblico/privato come unica soluzione per l’emergenza abitativa.

Questo immobile, a tutti gli effetti da considerare come edilizia residenziale pubblica rischia di essere messo all’asta.

 

Tutto ciò perchè la cooperativa è entrata in crisi a seguito del mancato pagamento di un mutuo.

Un prestito che, da quel che sappiamo, non ha nulla a che vedere con l’immobile in questione.

Nonostante gli inquilini abbiano sempre pagato (affitti anche piuttosto alti) e continuino a pagare,  il custode giudiziario, nominato da Tribunale; ha inviato le disdette dei contratti e si appresta a mettere all’asta l’intero stabile.

Contemporaneamente ha deciso, senza rispettare la convenzione firmata con il Comune che prevedeva dei requisiti di reddito e una graduatoria (come è giusto he sia per degli alloggi di edilizia popolare) di mettere in affitto due appartamenti che risultavano liberi.

Non abbiamo nulla contro queste due famiglie ma abbiamo l’obbligo di porre qualche domanda nell’interesse di tutti gli inquilini.

A che titolo sono stati stipulati questi contratti in un’immobile di edilizia pubblica?

E’ possibile che degli alloggi costruiti con soldi pubblici su un terreno comunale siano, di fatto, trattati come se fossero privati?

Che fine ha fatto la convenzione che doveva tutelare gli inquilini?

Asia-Usb ha richiesto un incontro urgente con il Presidente del Tribunale di Livorno per riuscire ad ottenere risposte in tal senso.

Contemporaneamente come Asia Usb stiamo portando avanti una interlocuzione con il Comune e la Regione affinchè si riesca a “riportare” l’intero immobile nelle disponibilità dell’ente pubblico.

Sia per salvaguardare le famiglie che vivono all’interno e che DEVONO continuare a farlo ma soprattutto per salvare un bene che appartiene a tutti noi e che rischia di finire in mani private per colpa di un progetto assolutamente fallimentare che fu da noi contestato già al tempo”.

CONDIVIDI SUBITO!
@labrolens · Negozio di occhiali da sole e da vista
Inassociazione
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua