Aree pubbliche 13 Settembre 2020

Case popolari, Apolloni (M5S) risponde ad Amadio (FdI)

Leonardo Apolloni (M5S)Livorno 13 settembre 2020 – Leonardo Apolloni, ex assessore al sociale (M5S9 e candidato alle regionali Toscana, risponde a Marcella Amadio (FdI) sulle case popolari.

“Ieri è apparsa una conferenza stampa di Fratelli d’Italia in cui la signora Amadio annunciava che:

Marco Marsilio Presidente della Regione Abruzzo di Fratelli d’Italia; aveva rivisto la legge regionale relativa alle procedure per l’assegnazione e la locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica.

La grande novità che la signora Amadio sosteneva essere stata introdotta in Abruzzo e che quindi si appresterebbe ad introdurre anche in Toscana, ove fosse eletta, sarebbe che: per quanto riguarda gli stranieri:

“tutti i componenti del nucleo familiare che hanno, in qualche modo; delle proprietà nei paesi di origine o di provenienza sono esclusi dall’accesso all’alloggio popolare”.

Bene, la cosa inquietante è che, esattamente quello che dice la Signora Amadio è già presente nella legge regionale toscana attuale LRT 2/2019.

E quindi, ovviamente, è presente nei bandi comunali di Livorno, sia per :

l’emergenza abitativa;

per la richiesta di alloggio popolare.

Per quanto riguarda la LRT/2019 infatti, si può leggere nell’Allegato A:

“Requisiti per la partecipazione al bando di concorso per l’assegnazione di alloggi ERP” .  La stessa norma la ritroviamo nel bando dell’Emergenza abitativa.

Sia per Italiani che per stranieri non è possibile possedere immobili sia in Italia che all’estero; se vogliono partecipare al bando per le case popolari o per l’emergenza abitativa.

Oltretutto la signora Amadio, rincara la dose sostenendo che questa norma esisterebbe già in città amministrate dalla destra.

 

Quindi, relativamente alla novità che l’autorevole esponente di Fratelli d’ Italia introdurrebbe per:

“favorire lecitamente le famiglie italiane” …

…. è necessario dire chiaramente ai cittadini ed agli elettori che è già attiva a Livorno.

 

E probabilmente è anche necessario ricordare a tutti che l’unico modo per favorire “lecitamente” le famiglie Italiane resta, per adesso:

quello di andare contro la Costituzione.

 

Dal mio punto di vista ho sentito il bisogno di intervenire perché messaggi del genere alimentano la tensione sociale. Questo non ce lo possiamo permettere.

Durante una trasmissione tv, qualche mese fa, la signora Amadio, disse anche che:

avrebbe voluto proporre una norma per non fare assegnare le case popolari agli stranieri che non avevano il permesso di soggiorno.

 

Anche in quell’occasione fui costretto a ricordarle in diretta che il bando per le case popolari; già prevedeva questa norma e che dire cose del genere pubblicamente poteva alimentare tensione sociale.

Insomma queste sono operazioni che, a mio avviso, dovrebbero essere raccontare per quello che sono.

 

Capiamo la voglia di emergere della candidata Amadio e del capolista Romiti ma, a volte, la voglia di primeggiare può portare a spararne una più grossa dell’”altro”…giudicheranno i cittadini, e gli elettori, per l’appunto”.

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom offerte 6-12 aprile
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento