Politica 11 giugno 2019

Ceccardi (Lega): “A Livorno i 5Stelle non ci hanno restituito il favore. In Toscana sempre più protagonisti”

“Basterebbero pochi dati-afferma Susanna Ceccardi, Coordinatrice della Lega in Toscana e parlamentare europeo-per capire facilmente come il nostro partito sia sempre più protagonista anche in una regione storicamente rossa come la Toscana.”

“Infatti-prosegue l’esponente leghista-se nel 2014 non avevamo nessun Consigliere comunale, nell’ultima tornata elettorale sono stati eletti ben 135 Consiglieri nei comune sopra i 15.000 abitanti.” “Inoltre-precisa Ceccardi-non era mai successo di vincere al primo turno, cosa che è invece accaduta a Montecatini e Massarosa.”

“Al ballottaggio-sottolinea la rappresentante del Carroccio-nella storica città operaia di Piombino, la Lega elegge sei Consiglieri ed anche a Cortona, nonostante l’impegno di Jovanotti(il suo pensare positivo non è stato poi così risolutivo…)la Lega ha trionfato, così come ad Agliana dove il centrodestra ha spodestato il Pd.”

“Sono convinta-insiste Ceccardi-che anche dai banchi dell’opposizione si possa altresì dare un fattivo contributo per migliorare la vita dei cittadini ed io ne sono la testimonianza vivente, dato che nel 2011 fui l’unica eletta, a Cascina, nella Lega e riuscii a mettere i bastoni nelle ruote alla Sinistra, per poi diventare Sindaco nella città pisana.”

“Abbiamo tanti giovani fra i neo-eletti-riflette Ceccardi-perché noi preferiamo dare spazio alle nuove leve, senza affidarci ai soliti noti che, dopo aver magari militato in vari partiti, cercano una sponda sicura nella Lega.”

“Noi-rileva la parlamentare europea-non vogliamo sostituire un sistema di potere con uno similare, ma vogliamo fare del nostro meglio per risolvere i quotidiani problemi della cittadinanza.”

“Per quanto riguarda i tre comuni capoluogo-evidenzia la Coordinatrice toscana-bisogna fare dei distinguo: Firenze è tuttora un mondo a parte dove il renzismo affonda ancora pesantemente le sue radici, condizionando fortemente la splendida città, mentre a Livorno il progressivo indebolimento dei 5 Stelle ed il forte astensionismo, ha finito per favorire il Pd. Cinque anni fa, avevo brindato all’affermazione dei pentastellati e speravo, forse ingenuamente, che  ci avrebbero restituito il piacere. Così non è stato, ma comunque pure nella località labronica, la Lega schiererà cinque Consiglieri comunali, a fonte di uno solo, il candidato Sindaco, di Fratelli d’Italia.”

“Prato-rileva Ceccardi-merita forse un discorso a parte: l’immigrazione cinese è molto forte e probabilmente dovremo rivedere il rapporto con loro. Il riconfermato Sindaco Biffoni, non ha lesinato gli investimenti economici per supportare la sua rielezione, mentre dall’altra parte, eccessive lungaggini nelle trattative per cercare un nome da opporgli, hanno sicuramente penalizzato la corsa di Spada.”

“Dobbiamo fare tesoro di ciò-sottolinea l’esponente della Lega-e non commettere più questo macroscopico errore in vista delle Regionali del 2020; a tal proposito, entro ottobre, esigiamo che si ufficializzi il nome del candidato Governatore e ribadisco che non mi autocandido, ma sarò in campo solo se lo vorranno gli alleati del Centrodestra ed i nostri militanti.”

“La Regione Toscana-precisa Ceccardi-deve dare risposte serie e concrete su varie tematiche rilevanti, come la Sanità, l’Ambiente, il Sociale ed il Lavoro, tutte tematiche malgestite dalla Sinistra.” “Fatemi, poi-insiste Ceccardi-ringraziare pubblicamente i tanti nostri militanti che hanno dato il massimo, affinchè decine di nuovi Consiglieri comunali potessero approdare nei banchi di tante località della nostra splendida regione.”

“Faccio, poi-precisa Ceccardi-un grosso in bocca al lupo ai nuovi Sindaci per il nuovo impegnativo incarico e mi auguro che possano avere le stesse soddisfazioni che ho avuto io stessa a Cascina.”

“Tornando velocemente alle elezioni pratesi-rileva la parlamentare europea-devo, purtroppo, constatare una certa eccessiva sicumera nelle loro forze da parte di alleati che, poi, non sono riusciti neppure ad esprimere un Consigliere comunale; ci vuole un bagno di umiltà e l’obiettivo comune, in prospettiva 2020, deve essere quello di mandare a casa il “figliol prodigo” Enrico Rossi e quindi, lo ribadisco, non mi farò più trascinare in dibattiti senza senso ed entro ottobre dovrà essere individuato il candidato presidente della Regione.”

“Infine-conclude Susanna Ceccardi-permettemi di essere anche orgogliosa per i risultati conseguiti dalla Lega nella vicina Emilia-Romagna(fra pochi mesi si voterà per le regionali), dove la Lega ha primeggiato a Ferrara e Forlì, senza dimenticare i successi conseguiti, ad esempio, a Biella e Vercelli.”

Susanna Ceccardi-Coordinatrice Lega Toscana e parlamentare europeo.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento