Cronaca 15 novembre 2019

“Ci state rubando il futuro”: i poligrafici del Tirreno oggi hanno scioperato per l’intero turno di lavoro

I video della protesta

Livorno, 15 novembre 2019 – Ieri pomeriggio i poligrafici del “Tirreno” hanno scioperato per l’intero turno di lavoro per protestare contro il piano industriale del gruppo editoriale Gedi che prevede un esubero di 30 persone. La decisione è stata presa dai lavoratori nel corso dell’assemblea sindacale tenutasi oggi dalle 15 alle 17 presso la sede del quotidiano. Nel tardo pomeriggio i lavoratori si sono recati davanti al Palazzo Pancaldi dove era in programma un’iniziativa pubblica (“L’alfabeto del futuro”) lanciata dallo stesso gruppo editoriale Gedi. I lavoratori hanno dato vita a un presidio di protesta con tanto di striscioni e bandiere. Alcuni esponenti del gruppo Gedi hanno accettato di avere un breve colloquio con una delegazione di lavoratori: “Ci state rubando il futuro” è stato il messaggio dei poligrafici. “L’azienda – ha ribadito Graziano Benedetti, segretario generale Slc-Cgil provincia di Livorno – deve fare marcia indietro, il piano industriale che prevede 30 esuberi è irricevibile. Livorno non può perdere altri posti di lavoro. La nostra battaglia è appena iniziata”.

Nel video che segue il discorso di un dipendente ai vertici del Tirreno nella convention L’Alfabeto del Futuro ai Pancaldi: “L’alfabeto prevede ci sia un linguaggio e il futuro che ci sia una prospettiva. Quando ci viene detto da oggi al domani che 120 lavoratori perderanno il posto di lavoro non abbiamo trovato un linguaggio e non vediamo un futuro. 121 famiglie che rimangono senza lavoro. Tenete di conto almeno il piano umano”.

 

La protesta dei poligrafici

La solidarietà del consigliere Regionale Francesco Gazzetti

Barbara Bussotti Ulicom Uil Toscana

Graziano Benedetti,segretario generale Slc-Cgil provincia di Livorno

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento