Collesalvetti 10 Gennaio 2020

Ciacchini, Lega Collesalvetti: “PD partito delle tasse. In arrivo stangata Tari”

Massimo Ciacchini (Lega) Collesalvetti

Collesalvetti 10 gennaio 2020  – Massimo Ciacchini (Lega) affronta il tema della Tari nel comune di Collesalvetti:  “A fronte di una sostanziale stabilità del numero di utenze e per tipologia, privati e commerciali.

la Tari del 2020 sarà di €4,133ml. contro €3,810ml.del 2019 (+ 8,50% cui si va ad aggiungere la tassa pro Provincia la Tefa anche questa gIà che ci siamo aumentata, da chi comanda in Provincia? Mah, sempre lui il partito delle tasse, il PD. Non bastava il 3,50% da quest’anno sarà il 5%).

2020 + 8,60% + 5% tot.13,50%

2019 + 7,70 + 3,50% tot.11,20%

2018 + 2% +3,50 tot.5,50%

In tre anni 2018/2019/2020 30% di aumento

Ma le due voci in bilancio sono distinte con l’effetto di camuffare e quasi a nascondere la portata dell’operazione

Morosità: vanno in prescrizione dopo 5 anni dopodiché se non sono passate all’Ufficio delle Entrate si configurano come danno erariale

L’insolvenza o incaglio possono essere dichiarati “ irrecuperabili” solo dall’Ufficio delle Entrate, Ente dello Stato e non alle dipendenze dei Comuni.

È vero che la Tari , formalmente una tariffa non più una tassa, una disquisizione semantica, cui si voleva far seguire trasparenza efficienza ed economicità, si presenterebbe nel bilancio comunale come una cosiddetta “partita di giro” che al totale delle entrate, dalle tasche degli utenti colligiani, corrisponde un pari importo di uscite (all’azienda di smaltimento rifiuti per il servizio svolto, nel nostro caso la Rea).

Altro dato (falsamente ) rassicurante è che nei piani triennali vengono inseriti gli stessi importi per i tre anni (con impegni di sindaci e assessori – del Pd -a non aumentarli .

In realtà invece sono aumenti ed aumenti ed ancora aumenti, negli ultimi tre anni siamo al 30% in più.

Ma come se tutto questo non bastasse viene sottaciuto un altro aspetto della vicenda Tari: LE MOROSITA’. Che ammontano a €3,2ml.con un trend annuo costante di incremento che alcuni assessori hanno stimato in circa €400mila.

Su questo argomento come Lega abbiamo predisposto un’apposita interrogazione per avere dati precisi da far conoscere alla popolazione.

Anche perché le morosità dichiarate più o meno irrecuperabili in gergo burocratico vengono anche qui alla fine dei conti pagati dai cittadini onesti che così finiscono per pagare due volte. Il sistema, anche questa volta è suadente e rassicurante peri cittadini. Se c’è un buco di bilancio per via dei morosi non c’è da preoccuparsi perché si attinge al Fondo svalutazione crediti inesigibili, alimentato annualmente dagli accantonamenti di bilancio. Senonché le entrate di bilancio si reggono essenzialmente sulle tasse dei cittadini”.

CONDIVIDI SUBITO!