Cronaca 28 Marzo 2021

Ciclisti indisciplinati, “La legge è uguale per tutti”

ciclisti_indisciplinati_bici

Un ciclista contromano sul viale Carducci, immagine di archivio

Livorno 28 marzo 2021

Riccardo Heusch Presidente Commissione Traffico e Mobilità AC Livorno interviene sui comportamenti dei ciclisti indisciplinati e loda l’iniziativa di un cittadino

“Un plauso all’iniziativa promossa da una caffetteria in Piazza Grande che, esibisce da giorni un vistoso cartello fuori dalla propria attività che ammonisce i tanti indisciplinati della bici che viaggiano,

in barba ai divieti e attentando all’incolumità dei passanti, sulla piazza e sui marciapiedi nei dintorni.

 

Finalmente, qualcuno oltre il nostro Ente si è accorto di come le tanto osannate biciclette costituiscano molto spesso:

motivo di pericolo lungo le strade cittadine.

 

Esattamente tanto quanto le auto:

non sono i mezzi utilizzati i veri responsabili del verificarsi di incidenti, bensì gli eventuali comportamenti poco accorti adottati dai loro conducenti.

Come Automobile Club Livorno, abbiamo molto spesso rappresentato l’utilizzo del mezzo a due ruote che viene fatto da molti in modo decisamente poco urbano, iniziando dal mancato sfruttamento delle piste ciclabili, anche laddove queste siano esistenti, finendo puntualmente per preferire le corsie dedicate alla mobilità motorizzata.

Così come il poco edificante costume di utilizzare gli attraversamenti pedonali come se fossero ciclabili, vale a dire restando in sella a pedalare anziché scendere e accompagnare il mezzo a mano per raggiungere l’altro lato della carreggiata.

Richiamare l’attenzione sull’uso errato della bicicletta equivale sicuramente ad assumere una posizione controcorrente e scomoda rispetto al ‘mainstream’ dell’opinione pubblica.

Ma anche la tanto decantata mobilità sostenibile mostra l’altro lato della medaglia, scontrandosi con le reali necessità di spostamento quotidiano dell’utenza cittadina e mettendosi a nudo con tutte le sue umane, inevitabili limitazioni.

L’iniziativa del gestore del bar è lodevole, difatti richiama l’attenzione su un problema che non avrebbe dovuto sussistere.

La Polizia Municipale ha anche questo compito, ovvero vigilare su territorio.

Le infrazioni restano tali, non importa chi le compie: se un automobilista, un motociclista oppure un ciclista.

La legge, anche quella che regola il Codice della Strada, è uguale per tutti”.

 

CONDIVIDI SUBITO!
EKOM Promozioni 11-24 maggio
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento