Ambiente 26 Marzo 2019

Consegnati 1500 kg di compost  a 6 scuole cittadine

Destinati agli orti delle scuole che aderiscono al progetto di Slow Food “Orto in condotta”

Fiamma Tofanari: “la grande disponibilità di compost fornito da AAMPS ci aiuterà a far capire meglio ai ragazzi  il valore di differenziare correttamente

 

Livorno 26 marzo 2019 – Sono stati consegnati questa mattina a 6 scuole livornesi 1500 kg complessivi di compost derivante dalla lavorazione dei rifiuti organici smaltiti dai cittadini livornesi con una corretta “differenziata”.

Il compost sarà utilizzato come fertilizzante per gli orti delle scuole che aderiscono al progetto di Slow Food  “Orto in condotta”, il progetto didattico  condotto in collaborazione con il Comune di Livorno che prevede la coltivazione di orti nelle scuole e l’allestimento di mercatini finali, divenuti ormai in città appuntamenti irrinunciabili.

Ed è proprio in vista del prossimo mercatino del 14 maggio ( ottava edizione) nel parco di Villa Mimbelli che Slow Food Livorno, Aamps e Amministrazione Comunale hanno unito le forze per nutrire maggiormente gli orti scolastici ed accrescere la produzione.

Nel corso di questa mattina, i referenti del progetto accompagnati dagli operatori Aamps hanno distribuito 8 sacchi alle scuole Micali, 12 sacchi alle Dal Borro, 6 a Barriera Margherita, 10 sacchi alla Palazzina e alle scuole Albertelli e 12 sacchi alle Natali.

Proprio alle scuole Natali si è svolta una simbolica cerimonia di consegna alla presenza di Fiamma Tofanari fiduciario di Slow Food Livorno, dell’assessore comunale all’ambiente Giuseppe Vece e del direttore generale di Aamps, Paola Petrone.

Dopo mesi di letargo, gli orti delle scuole livornesi cominciano già a colorarsi con l’azzurro dei fiori del rosmarino e con il verde brillante dei piselli mentre l’aria si riempie del profumo delle erbe aromatiche: l’atmosfera ideale per dare a insegnanti, piccoli studenti agricoltori e dinamici nonni ortolani lo spirito giusto per arrivare alla ottava edizione del Mercato Contadino.

Con Orto in Condotta e grazie agli interventi che il CNR ha fatto nelle scuole negli anni passati” – ha dichiarato Fiamma Tofanari di Slow food Livorno – “la pratica del compostaggio è ormai piuttosto diffusa e conosciuta nelle scuole. Siamo certi quindi che la grande disponibilità di compost fornito da AAMPS ci aiuterà a continuare a mantenere acceso i riflettori sull’argomento facendo capire meglio ai ragazzi  il valore di differenziare correttamente. Come recita il manifesto sull’educazione, per Slow Food l’educazione è imparare facendo, perché l’esperienza diretta alimenta e rafforza l’apprendimento. Ed oggi, abbiamo fatto fare ai ragazzi un passo in più su questa strada”.

Il progetto Orto in Condotta di Slow Food è presente a Livorno dall’anno scolastico 2011/2012. Partito in 11 scuole, adesso è presente in oltre 30 dal nido alla secondaria di primo grado.

Dal 2012 ogni fine anno Slow Food organizza un “Mercato contadino” degli orti scolastici, durante il quale le scuole “vendono” i prodotti dell’orto e/o manufatti sul tema. Le donazioni raccolte rimangono a sostegno del progetto a eccezione di una piccola parte che ogni anno viene destinata a un progetto di solidarietà scelto insieme alle insegnanti.

 

 

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento