Aree pubbliche 26 Maggio 2021

Controllo dei rii tombati, sottoscritto protocollo tra Comune e Vigili del Fuoco

Sottoscritto mercoledì 26 maggio a Palazzo Comunale

Un protocollo tra Comune e Vigili del Fuoco per il controllo dei rii tombati

Sono previste due ispezioni annue per Rio Maggiore e Botro Felciaio

 

Controllo dei rii tombati, sottoscritto protocollo tra Comune e Vigili del FuocoLivorno, 26 maggio 2021

In seguito alla tragica all’alluvione del settembre 2017, Comune di Livorno e Genio Civile della Regione Toscana sono tuttora impegnati nella realizzazione di importanti opere per la mitigazione del rischio idraulico, tra le quali quelle recentemente inaugurate per la deviazione del Fosso Forcone all’altezza del ponte di via Mondolfi e l’apertura del canale in piazzale Montello.

Per la sicurezza dei rii che al momento presentano ancora percorsi tombati (Rio Maggiore e Botro Felciaio) è stata stipulata una significativa convenzione tra Comune di Livorno e Comando provinciale dei Vigili del Fuoco.

 

Il protocollo è stato sottoscritto oggi, mercoledì 26 maggio, a Palazzo Comunale, dal Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco ing. Ugo D’Anna e dal dirigente del settore Urbanizzazioni, infrastrutture e mobilità del Comune di Livorno, ing. Luca Barsotti. Presenti, tra gli altri, il sindaco Luca Salvetti e la responsabile dell’ufficio Progettazione Opere idrauliche e gestione reti di drenaggio urbano, ing. Valeria Bertodo.

La convenzione, di durata triennale, prevede l’affidamento ai Vigili del Fuoco del servizio tecnico di vigilanza periodica dei tratti coperti dei corsi d’acqua afferenti al reticolo comunale.

Il Comando VVF predisporrà un servizio costituito da personale dei Vigili del Fuoco con idonee abilitazioni e con mezzi e attrezzature adeguate a questo tipo di ispezioni.

Sono previsti due servizi di vigilanza annui per Rio Maggiore e Botro Felciaio da effettuarsi indicativamente a fine marzo e a fine agosto, con possibilità di concordare ulteriori controlli in caso di eventi meteorologici significativi.

 

È inoltre prevista la rimozione di piccoli ostacoli al deflusso (rami, canne ecc.) rilevati durante i sopralluoghi, con immediata segnalazione al Comune di eventuali situazioni di pericolo.

A rimborso delle spese sostenute dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, il Comune si impegna a stanziare la somma annua di 9.500 euro, per complessivi 28.500 euro nel triennio di collaborazione.

“Questa firma – dichiara il sindaco Luca Salvetti – giunge a poche ore dall’ultimazione del Piano comunale di Protezione Civile, un passaggio secondo me di grande prestigio per questa Amministrazione, perché erano anni che la città non aveva un piano.

Nel nuovo Piano sono individuati tutti i rischi, le modalità di intervento, i comportamenti che i cittadini devono tenere, ma sono ricomprese anche altre situazioni, e tra esse quelle legate ai rii, che di solito scorrono tranquilli ma possono rapidamente giungere a situazioni critiche durante il periodo delle piogge o in occasione di forti precipitazioni.

Per questo è fondamentale poter tenere sotto controllo tutti i corsi d’acqua, sia quelli scoperti sia quelli che in pratica sono diventati collettori delle acque bianche.

 

 

Questo anche al fine di evitare gli allagamenti delle strade, che un po’ troppo semplicisticamente vengono spesso attribuiti solo alle foglie che otturano le caditoie.

 

Per questo il ruolo dei Vigili del Fuoco, con i loro mezzi e le loro competenze, è fondamentale, nell’obiettivo di rendere più sicuri i cittadini ma anche di farli sentire più sicuri”.

CONDIVIDI SUBITO!
EKOM Promozioni 8-21 giugno
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento