Collesalvetti 29 Gennaio 2021

Covid e allenamenti, la replica della palestra New Eos

new eosStagno (Collesalvetti, Livorno),28 gennaio 2021.

La palestra New Eos, nella nota che segue, risponde al comunicato della Questura di Livorno.

Premettiamo che prendiamo le distanze dalle palestre che stanno infrangendo la legge e precisiamo alcune inesattezze riportate dai giornali.

La Palestra è già chiusa, nessuno l’ha mai aperta.

Abbiamo atleti professionisti e non professionisti correttamente iscritti a delle competizioni nazionali (verificabili sul sito Ufficiale del CONI) che stanno svolgendo allenamenti a porte chiuse così come previsto dalla legge.

Abbiamo infatti atleti iscritti a varie competizioni, alcuni anche legati all’esercito e ad altre forze di polizia che si allenano da noi correttamente nel rispetto della legge.

Ma allora perché è stato detto che state facendo allenare gli atleti non
rispettando la legge?

 

In realtà stiamo facendo rispettare le regole indicate dall’Ente
Organizzatore dell’Evento Nazionale.

Ci viene contestato il fatto che molti atleti non avessero il Certificato Medico Agonistico, ma la manifestazione a cui sono iscritti non lo prevede se non nella fase finale di gara.

In ogni caso è paradossale il dispiegamento di forze dell’ordine e le modalità utilizzate per un cavillo ti tipo amministrativo; può un certificato determinare tutta questa confusione?

Era così necessario spaventare gli atleti e lo staff con una “retata” del genere?

 

La cosa che ci ha sorpreso di più infatti sono i modi usati dalla Questura e delle persone che hanno svolto il controllo, non siamo criminali o fuorilegge, ma professionisti che stanno svolgendo le uniche attività di tipo sportivo che sono consentite al momento.

Dovremmo non svolgere anche queste (anche se previste dalla legge) solo per il capriccio di qualcuno?

Per di più una persona si è pure sentita male, il che rende ancora più
grave l’accaduto.

Condito infine da una piazzata sui giornali da parte della Questura che ha chiaramente l’intento di spaventare le persone e mettere in cattiva luce la nostra struttura.

Mi rivolgo al Prefetto e al Questore per un incontro da fissare quanto
prima e mettere una pietra sull’accaduto, e ringrazio i giornali per lo
spazio dedicatoci per questa dovuta rettifica.

Ciò che ci auguriamo è che ci siano delle scuse da parte di chi ha
sbagliato, sperando che chi dovrebbe salvaguardare l’ordine non continui
a spargere disordine..

La Palestra New Eos, Tutta

CONDIVIDI SUBITO!