Aree pubbliche 19 Maggio 2020

Covid e Parco pubblico dopo la pioggia, “Ma che bella partita a basket”

“Effetto parco pubblico, Covid? Come non ci fosse mai stato”

Livorno 19 maggio 2020 – La fotodenuncia di un nostro lettore: “Effetto parco pubblico, Covid? come non ci fosse mai stato”.

“Oggi pomeriggio:

Ha appena smesso di piovere e il campo di pallacanestro nel parco pubblico di via Torino (zona Ex Fiat) si rianima

Ci sono quattro ragazzi che da oltre un’ora giocano a basket fregandosene delle regole di distanza sociale.

Sono ragazzi, e posso capire la voglia di tornare a vivere dopo il lockdown, purtroppo però ci sono delle regole da rispettare.

Più dei ragazzi mi meraviglio dei genitori che non si accorgono neppure che il figlio esce di casa con la palla da basket.

Anche se il figlio dice…. vado a fare due tiri da solo, io  come genitore avrei dei sospetti.

Forse molti mi considereranno esagerato, e mi metteranno alla gogna per aver osato dire che dei ragazzi giocavano a basket.

Il problema però rimane, se uno di questi è asintomatico, potrebbe attacare il virus agli amici, che anche loro asintomatici, tornando a casa potrebbero attaccarlo a genitori e magari nonni conviventi.

Di questo passo non se ne esce più. Controllare, controllare e sanzionare fino a quando le persone non capiscono che ci sono delle regole e che valgono per tutti.”

Livorno, martedì 20 maggio 2020 - Le imprese che hanno subito danni a causa delle mareggiate del 28-30 ottobre 2018 possono fare domanda fino al 19 giugno 2020 per chiedere i contributi previsti dal bando, che  mette a disposizione 2 milioni e 500 mila euro complessivi.Serviranno a dare ristoro a tutte le imprese extragricole che hanno avuto danni a strutture, edifici, attrezzature.Il contributo è assegnato in modo proporzionale alle risorse disponibili e nel limite massimo di 450 mila euro.Possono presentare domanda  le imprese, i liberi professionisti e gli altri soggetti (quali associazioni, fondazioni, comitati e altri enti non societari che esercitano un’attività economica non in forma principale) titolari di partita IVA ed iscritti al R.E.A con sede legale e/o operativa in Toscana, operanti in tutti i settori di attività economica, ad eccezione dell’agricoltura e della pesca. Livorno, martedì 20 maggio 2020 - Le imprese che hanno subito danni a causa delle mareggiate del 28-30 ottobre 2018 possono fare domanda fino al 19 giugno 2020 per chiedere i contributi previsti dal bando, che  mette a disposizione 2 milioni e 500 mila euro complessivi.Serviranno a dare ristoro a tutte le imprese extragricole che hanno avuto danni a strutture, edifici, attrezzature.Il contributo è assegnato in modo proporzionale alle risorse disponibili e nel limite massimo di 450 mila euro.Possono presentare domanda  le imprese, i liberi professionisti e gli altri soggetti (quali associazioni, fondazioni, comitati e altri enti non societari che esercitano un’attività economica non in forma principale) titolari di partita IVA ed iscritti al R.E.A con sede legale e/o operativa in Toscana, operanti in tutti i settori di attività economica, ad eccezione dell’agricoltura e della pesca. Livorno, martedì 20 maggio 2020 - Le imprese che hanno subito danni a causa delle mareggiate del 28-30 ottobre 2018 possono fare domanda fino al 19 giugno 2020 per chiedere i contributi previsti dal bando, che  mette a disposizione 2 milioni e 500 mila euro complessivi.Serviranno a dare ristoro a tutte le imprese extragricole che hanno avuto danni a strutture, edifici, attrezzature.Il contributo è assegnato in modo proporzionale alle risorse disponibili e nel limite massimo di 450 mila euro.Possono presentare domanda  le imprese, i liberi professionisti e gli altri soggetti (quali associazioni, fondazioni, comitati e altri enti non societari che esercitano un’attività economica non in forma principale) titolari di partita IVA ed iscritti al R.E.A con sede legale e/o operativa in Toscana, operanti in tutti i settori di attività economica, ad eccezione dell’agricoltura e della pesca. Livorno, martedì 20 maggio 2020 - Le imprese che hanno subito danni a causa delle mareggiate del 28-30 ottobre 2018 possono fare domanda fino al 19 giugno 2020 per chiedere i contributi previsti dal bando, che  mette a disposizione 2 milioni e 500 mila euro complessivi.Serviranno a dare ristoro a tutte le imprese extragricole che hanno avuto danni a strutture, edifici, attrezzature.Il contributo è assegnato in modo proporzionale alle risorse disponibili e nel limite massimo di 450 mila euro.Possono presentare domanda  le imprese, i liberi professionisti e gli altri soggetti (quali associazioni, fondazioni, comitati e altri enti non societari che esercitano un’attività economica non in forma principale) titolari di partita IVA ed iscritti al R.E.A con sede legale e/o operativa in Toscana, operanti in tutti i settori di attività economica, ad eccezione dell’agricoltura e della pesca.

CONDIVIDI SUBITO!