Cronaca 9 Aprile 2021

Covid e Patente di guida: “Tutti a Livorno, dov’è la sicurezza?”

Tenerini e Giannelli (FI): ripristinare le sessioni a Piombino

 

patente cartelli stradali segnaletica esameLivorno, 09 aprile 2021

“Di solito, quando tuona, piove. Ed ecco che le forti preoccupazioni espresse dalle tre autoscuole di Piombino per i rischi connessi all’accorpamento degli esami delle patenti di guida a Livorno, dal 1 aprile, hanno trovato, purtroppo, riscontro.

Secondo quanto emerso infatti dai dati dell’azienda sanitaria, vi sarebbe, tra gli esaminandi del 1 aprile a Livorno, un caso di covid, che ha portato a molte persone messe in quarantena.

Una situazione prevedibile, visto che l’accorpamento portato avanti dal 1 aprile era logico che potesse produrre rischi in termini di sicurezza da covid-19.

Queste le dichiarazioni di Chiara Tenerini Responsabile dei Dipartimenti Forza Italia Toscana e coordinatore provinciale di Livorno e Giampaolo Giannelli, Responsabile Dipartimento lavori pubblici e trasporti Forza Italia Toscana.

Ricordiamo che a luglio 2020 erano ripresi gli esami che, per le tre autoscuole locali (Il Torrione, Moderna ed Etrusca) che raccolgono l’area della Val di Cornia fino a Donoratico, hanno cominciato a tenersi a Piombino.

Il tutto grazie a una convenzione stipulata fra la Motorizzazione e il Comune, con quest’ultimo impegnato a individuare uno spazio adatto allo scopo.

E così siamo andati avanti fino a marzo, con un ritmo di 96 esaminandi al mese, risultato di due sessioni d’esame mensili, effettuate con tutti crismi del caso, fra misurazione della temperatura, gel e sanificazioni alla fine di ogni turno.

Con il cambio di dirigente alla Motorizzazione, tuttavia, è arrivato lo stop per gli esami in altre sedi rispetto a quella di Livorno.

 

Ed ecco il primo aprile, quando va in scena per l’appunto la prima sessione di esami in terra labronica da parte anche dell’area della Val di Cornia.

Con buona pace della zona rossa e della raccomandazione a muoversi il meno possibile.

 

La situazione è imbarazzante – attaccano Tenerini e Giannelli. –

Perchè coloro che devono prendere la patente (parliamo di ogni categoria; dal patentino per i minorenni; alla 125 fino alla B e alla conduzione dei camion) devono spostarsi a settanta chilometri di distanza da Piombino, con difficoltà oggettive e più persone che si muovono.

Da normative anti-Covid, infatti, le autoscuole non possono più accompagnare con la propria macchina i ragazzi che devono arrangiarsi.

C’è chi si fa portare avanti e indietro dai genitori, chi prende il treno, magari due treni, il primo da e per Campiglia; il tutto, alla faccia della sicurezza.

 

Oltre ai disagi, per i responsabili delle autoscuole, e per gli esaminandi – concludono gli esponenti Azzurri:

è evidente che è la mancanza di sicurezza il problema principale.

Chiediamo quindi con forza alla Motorizzazione di tornare sui propri passi, consentendo il ripristino delle sessioni a Piombino, visto che erano tenute con una ottima organizzazione, anche e soprattutto in termini di sicurezza.

 

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 13-26 aprile
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento