Livorno Calcio 26 Novembre 2017

Derby Pisa-Livorno 1-0: Polemiche per il gol amaranto annullato. “Pareggio rubato”

Il derby Pisa Livorno  inizia in uno stadio che vede sugli spalti un numero di tifosi livornesi che si contano sulle dita delle mani ed una sola bandiera a scacchi bianco amaranto che sventola ad incitare in campo la squadra del Livorno. Fuori dall’arena pisana si fanno sentire i cori dei tifosi amaranto che non sono entrati a vedere la partita come già annunciato. Poco prima del fischio di inizio del derby, alcuni ultras del Livorno lasciano uno striscione con scritto: “Il derby è rivalità e passione, senza tifosi si uccide il pallone”.

Al trentesimo minuto del primo tempo la doccia fredda per i tifosi e la squadra amaranto, De Vitis lancia un palone in verticale Mazzoni esce ma, Masucci, serve il centravanti del Pisa Eusepi che segna a porta vuota l’uno a zero. Appena tre minuti dopo, al 33° ammonizione per Murilo. Al 57° prima sostituzione amaranto, esce Giandonato ed entra Maiorino che dopo nove minuti di gioco verrà ammonito.

Al sessantesimo minuto di gioco, il Livorno si avvicina al pareggio, su cross di Padrelli, ingrosso riesce a deviare il pallone che manca la rete per un soffio.

 

Doppia sostituzione per il Livorno al 77° minuto di gioco, vengono sostituiti vantaggiato e Murilo, entrano al loro posto  Perez e Ponce. Il Livorno in questa fase di gioco cerca di aumentare il pressing sul Pisa e di costruire spunti offensivi. Al 79° altro doppio cambio per il Livorno, entrano Montini e Braumgartner al posto di Luci e Gonnelli. La partita riprende ma le cose per il Livorno non si mettono bene, all’80° minuto di gioco,  Maiorino viene ammonito, e spunta il cartellino rosso per il giocatore amaranto che lascia il campo. un minuto dopo l’arbitro tira fuori il cartellino giallo anche per il portiere Mazzoni che era andato dal direttore di gara per far spostare la palla nel punto dove era avvenuto il fallo (dietro la linea del centrocampo)

Brillante spunto per il Livorno che mette il pallone in rete segnando un pareggio all’85° minuto, una rete regolare che è stata annullata per fuorigioco. Nascono le polemiche.

Il Pisa in questa fase di gioco cerca di rallentare la partita perdendo tempo e l’arbitro all’89° ammonisce il giocatore nero azzurro Petkvoic e vengono dati quattro minuti di recupero e uno spettacolare Mazzoni al 94° minuto riesce ad impedire un secondo gol del Pisa. La partita termina con la sconfitta del Livorno e l’amaro di un pareggio “rubato”

 

 

Le formazioni ufficiali:

PISA (4-3-3): Petkovic; Mannini, Ingrosso, Carillo, Filippini; De Vitis, Gucher, Maltese; Giannone, Eusepi, Masucci. A disp. Voltolini, Birindelli, Lisuzzo, Sabotic, Favale, Zammarini, Di Quinzio,  Izzillo, Cuppone, Peralta, Cernigoi, Negro. All. Pazienza.

LIVORNO (4-2-3-1): Mazzoni; Pedrelli, Gonnelli, Gasbarro, Franco; Luci, Giandonato; Doumbia, Murilo, Valiani; Vantaggiato. A disp. Pulidori, Hadžiosmanović, Borghese, Gemmi, Baumgartner, Perez, Morelli, Maiorino, Montini, Ponce, Pirrello, Bruno. All. Sottil

Arbitro: Massimi di Termoli

Note: Ammonito: 16′ Filippini, 33′ Murilo, 40′ Masucci, 66′ Maiorino, 80′ Mazzoni. 89′ Petkovic. Espulso: Maiorino Angoli 4-1

 

 

CONDIVIDI SUBITO!