Dipendenti Comunali – “Il referendum sul contratto di lavoro non s’ha da fare”

“REFERENDUM IPOTESI DI CONTRATTO DI LAVORO
Questo Referendum sul contratto non s’ha da fare!
Già dallo Statuto dei Lavoratori (L. 300/70) si prevedeva l’opportunità e la possibilità di svolgere Referendum sui luoghi di lavoro, in particolare in merito alle Ipotesi Contrattuali.

In questa circostanza, dopo l’accordo del 22 febbraio scorso, e visti i numerosi dubbi in merito, quale miglior esempio di democrazia se non quello di indire un referendum ed acquisire in merito l’opinione di tutti i lavoratori?

La tecnologia per farlo on-line, senza tempi persi, e con la sicurezza del voto, l’abbiamo a disposizione. Perchè allora non lo si fa?
Semplicemente perché la richiesta è stata fatta solo dal CSA e dal DICCAP (Polizia Locale).

L’amministrazione ha risposto che non può essere accolta tale richiesta in quanto non pervenuta da tutti i Sindacati e dalla RSU (in fase di rielezione).

E perchè gli altri Sindacati non hanno aderito a tale richiesta?

Perchè temono lo sputtanamento di questa ipotesi di contratto, che NON aumenta gli stipendi ma “trasla” quote di salario accessorio a stipendio tabellare. Il Totale NON varia!

Ed è in virtù dell’Art. 3, c.2, D.Lgsl. 75/2001 che prevede l’invarianza della spesa, riportato nel nuovo Contratto.
E gli arretrati? A fronte di circa 9.000 € di mancati rinnovi contrattuali che si sarebbero riscossi in questi 10 anni di mancati rinnovi, ne vengono assegnati circa 350 a forfait!

Senza tener conto che degli 85 € medi “traslati” da una voce all’altra dello stipendio, circa 20 durano solo per 10 mesi e poi decadono….

ALLORA VOGLIAMO IL REFERENDUM ED INVITIAMO I LAVORATORI A NON VOTARE ALLE PROSSIME ELEZIONE DELLA RSU I SOLITI SINDACATI OMERTOSI SUL REFERENDUM!E’ L’ORA DELLA DISCONTINUITA’, E’ ORA DI VOTARE CSA!”

Per il CSA Aziendale
Il Segretario Riccardo Saller

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *