Cronaca 7 Maggio 2017

Disoccupati e formazione lavoro: senza il privato non aremmo niente. Il fallimento delle politiche Regionali

Vertenza Livorno: Per rientrare a lavorare devi fare corsi di formazione. Dalla Regione non ci sono soldi. Ci siamo rivolti al privato.

Questa è una sconfitta per Livorno, vi rendete conto che senza il privato noi non avevamo niente.

Giacomo Polese rappresentante di Vertenza Livorno racconta la situazione della formazione pubblica dei disoccupati dell’Area di Crisi Complessa di Livorno.

Come disoccupati siamo pienamente consapevoli che per rimetterci in piedi e poter tornare a far parte del mondo lavorativo occorre aggiornarsi e fare nuova formazione.

Proprio in questa ottica, come Vertenza Livorno abbiamo lottato chiedendo percorsi diversi per over 40, over 50, over 60 ed abbiamo ottenuto presso il Centro per l’impiego la creazione dello  sportello over 40.

Con lo sportello Over 40, un orientatore ci avrebbe seguito ed indirizzato verso i corsi di formazione. Noi pieni di entusiasmo abbiamo iniziato questo percorso ma dopo poco meno di due mesi le risorse messe in campo sono terminate, non ci sono più risorse per pagare gli istruttori, gli insegnanti e così via.

Dopo questi due mesi di formazione, come Vertenza Livorno abbiamo atteso il ripristino dei corsi, Cristina Grieco ( Giunta Enrico Rossi della Regione Toscana, con incarichi alla formazione professionale, politiche attive per il lavoro, centri per l’impiego ) e chi per lei,  ci annunciarono che i corsi di formazione sarebbero ripartiti, che ci sarebbero stati 200 € di voucher formativi.

Purtroppo ad oggi, parlando con la direttrice del centro per l’impiego, non c’è ancora niente di concreto. Per quanto riguarda l’aumento del personale al centro per l’impiego per aiutare i disoccupati dell’area di crisi livornese, non c’è stato, anzi le persone sono state licenziate, quindi di personale ce nè ancora di meno.

Questa è una sconfitta per Livorno, vi rendete conto che persone che hanno perso il lavoro, grazie a qualche conoscenza riescono a trovare una ditta privata per i corsi di formazione. Senza il privato noi non avevamo niente.

Per entrare a lavorare, come dice il testo della Regione Toscana, i disoccupati devono fare dei corsi di formazione, ad oggi se non c’era questa agenzia privata noi disoccupati oggi eravamo in mano a niente.

Dalla Regione dicono che a giugno i corsi riprenderanno, intanto però sono passati 4 mesi senza corsi pubblici e la gente non può attendere 4 mesi, voglio ricordare che abbiamo finito gli ammortizzatori sociali, i tre mesi in più concessi adesso non ci sono più, la mobilità in deroga non c’è più.

A mio parere, a mio avviso uno stato civile aumentava la mobilità in deroga per un altro anno, con l’aggiuntiva di un anno successivo, se, e sottolineo se il lavoro veniva a Livorno. Questo fa uno stato civile.

Vorrei ricordare a tutti che Livorno è un’area di crisi complessa e a me sembra di contare meno di tutti gli altri che addirittura non sono area di crisi complessa. Promesse su promesse e non se ne è mantenuta mezza.

Guarda la video intervista a Giacomo Polese di Vertenza Livorno

Leggi anche:

DISOCCUPATI: SPORTELLO OVER 40 E 50, DA MAGGIO AL CENTRO PER L’IMPIEGO. VERTENZA LIVORNO VINCE PER TUTTI.

Apre lo sportello Over 40 – 50 -60 (articolo)

Apre lo sportello Over 40/50/60 (video)

 

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento