Cronaca 8 ottobre 2019

Entrano nel vivo i lavori di pulizia dell’acquedotto leopoldino

Stamattina il sopralluogo dei vertici di Asa nel tratto Sorgenti-Cisternino

Livorno – Questa mattina il presidente di ASA Nicola Ceravolo e l’assessore del Comune di Collesalvetti Dario Fattorini hanno effettuato un sopralluogo all’acquedotto Leopoldino per osservare da vicino i lavori di pulizia dell’area che affianca l’acquedotto. Al momento i lavori stanno riguardando il tratto di acquedotto che da via delle Sorgenti porta al Cisternino, un tratto che in buona parte non è più visibile a causa della folta vegetazione.
ASA si è fatta carico della pulizia di alcuni tratti dell’acquedotto Leopoldino, intervento coordinato da Marino Veronesi e Stefano Martelloni di ASA, per valorizzare un’opera che racchiude per il nostro territorio importanti significati storici, artistici e naturalistici. L’azienda è impegnata in un questo progetto già dall’estate 2018 e grazie alla capillare manutenzione del verde è stato ripulito il tratto di acquedotto che da Parrana San Martino arriva a Parrana San Giusto fino alle sorgente di Colognole.

Di seguito le dichiarazioni del presidente di ASA Nicola Ceravolo, dell’assessore Fattorini e del project manager di ASA Marino Veronesi.

Presidente Ceravolo:La pulizia del verde che stiamo effettuando consentirà di riportare alla luce l’acquedotto storico, un’opera importante per il nostro territorio. Visto l’obiettivo comune è indispensabile continuare a lavorare con tutti gli enti e i portatori di interesse, una sinergia che, in questa occasione, si è rivelata vincente”.

Assessore Fattorini: “Il Comune di Collesalvetti ha la fortuna di avere sul proprio territorio un grande tratto dell’acquedotto leopoldino, monumento unico in Europa che attraversa i bellissimi paesaggi delle nostre colline.

Un monumento che oltre ad avere un valore culturale, ha anche un potenziale turistico notevole per Colle e la vicina Livorno, con possibili ricadute socio-economiche. Per questo il nostro impegno sarà massimo per un suo recupero e valorizzazione in collaborazione con le associazioni del territorio e gli altri enti coinvolti”.

Project manager Veronesi: “Sono estremamente contento di aver avuto l’opportunità di potermi occupare dell’Acquedotto Leopoldino in senso lato, di fatto dopo essermi occupato dei restauri conservativi del Cisternone e del Cisternino di Pian Di Rota, ora l’obiettivo è riattivare la passeggiata pensata a suo tempo dall’Architetto Poccianti ripristinando l’intero percorso a favore dei territori che il monumento attraversa”.

 

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento