Provincia 23 Maggio 2023

Ferisce poliziotti, condannato a 9 mesi ma pena sospesa

Per le molestie sessuali nei confronti di una ragazza verrà giudicato in separata sede

Rosignano Marittimo (Livorno) 23 maggio 2023

Arrestato   dal Commissariato di Rosignano un cittadino nigeriano di 32 anni  per il reato di violenza a Pubblico Ufficiale e processato per direttissima la mattina seguente ,ovvero il 22 maggio,  con condanna a 9 mesi di reclusione con sospensione condizionale della pena.

Per le molestie sessuali nei confronti di una ragazza verrà giudicato in separata sede a seguito di stralcio del relativo procedimento penale.   

Il personale del  Comm.to di Rosignano Solvay, nella mattinata del 21.05.2023, ha proceduto all’arresto di un uomo di 32 anni, di nazionalità nigeriana, per aver molestato sessualmente una giovane ragazza su un treno regionale e per aver poi commesso violenza nei confronti dell’equipaggio della Volante intervenuta.

Poco prima delle ore 08.00 del 21 u.s. giungeva una richiesta di intervento su numero di emergenza 112 da parte del capotreno in servizio sul regionale Grosseto-Firenze, segnalando il fatto che una ragazza era stata molestata fisicamente da un cittadino extracomunitario. In particolare, la stessa viaggiava in una carrozza priva di altri passeggeri ma, poco prima di giungere presso la stazione di Rosignano Solvay, era stata raggiunta da un uomo che le si era seduto di fronte iniziando a farle apprezzamenti.

Spaventata della situazione la ragazza aveva provato ad allontanarsi ma le era stato impedito il passaggio dalle gambe dell’uomo, il quale subito dopo aveva allungato la mano appoggiandola sulla coscia della malcapitata e tentando di giungere fino alle sue parti intime.

Ma  la immediata reazione della ragazza le consentiva di  divincolarsi e a richiedere l’aiuto del capotreno evitando conseguenze peggiori.

Sul posto i poliziotti intervenuti hanno subito individuato l’uomo e al momento di accompagnarlo in Commissariato questi ha cominciato ad opporre un’attiva resistenza fino a giungere a colluttazione con essi.

Ma con l’intervento pronto e determinato dei poliziotti si riusciva a bloccare e ammanettare l’uomo. A seguito della colluttazione i poliziotti intervenuti hanno riportato lesioni giudicate guaribili in gg. 7.

La ragazza ha poi formalizzato querela nei confronti dell’aggressore, il quale è stato tratto in arresto per il reato di violenza a Pubblico Ufficiale e processato per direttissima la mattina seguente, con condanna a 9 mesi di reclusione con sospensione condizionale della pena. Per quanto riguarda le molestie sessuali verrà giudicato in separata sede a seguito di stralcio del relativo procedimento penale

CONDIVIDI SUBITO!
Inassociazione