Cronaca 2 Maggio 2022

Fondazione Livorno compie 30 anni, tre giorni di eventi Il programma

13 – 15 maggio 2022 Le tappe di un intenso percorso di ascolto e di intervento per corrispondere alle esigenze della collettività e al bene comune

Livorno 2 maggio 2022

Tre giorni di incontri e di dibattito con cittadini, enti e istituzioni del territorio

Il 14 maggio 2022 Fondazione Livorno compie trenta anni, ma la sua storia affonda le radici nell’Ottocento.

L’antica Cassa di Risparmi di Livorno, della quale ha ereditato il patrimonio, fu infatti fondata il 4 aprile 1836, da un gruppo di notabili locali che si erano proposti di agevolare il risparmio del ceto popolare. Esponenti della vecchia nobiltà cittadina iscritti all’ordine dei gonfalonieri, negozianti, banchieri, possidenti, professionisti, funzionari granducali mossi da intenti filantropici, ma anche da dinamiche associative tra élites locali, si ispirarono alle iniziative, analoghe, che si erano sviluppate in Europa all’inizio dell’Ottocento e, nei locali messi gratuitamente a disposizione dal Granduca, aprirono la sede di una nuova banca.

Parte degli utili di questi antichi istituti di credito venivano erogati in beneficenza, o per soccorrere la popolazione in caso di calamità ed epidemie, per premiare “i proletari più morali e diligenti nel lavoro”, o per sostenere strutture pubbliche come gli ospedali.

Dopo poco più di 150 anni, viene varata la cosiddetta legge Amato che avvia il processo di privatizzazione delle banche pubbliche: Casse di Risparmio e Banche del Monte.

In applicazione di questa legge, nascono le fondazioni di origine bancaria e, nel 1992, viene costituita anche Fondazione Livorno, alla quale viene “conferito” il patrimonio della società conferitaria (la Cassa di Risparmi) che comprende immobili, opere d’arte e l’intero pacchetto azionario.

Il legame tra i due soggetti resiste ancora per qualche anno, poi, nel 2013, il percorso di affrancamento dalla banca – scandito da diversi provvedimenti legislativi – si conclude definitivamente e viene sancito dal cambio di denominazione: Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno diventa, semplicemente, Fondazione Livorno.

Ma lo spirito filantropico delle origini resta nel DNA della Fondazione che difende il patrimonio messo generosamente a disposizione dalla comunità locale nel lontano 1836; lo difende, cerca di farlo fruttare e lo investe nel migliore dei modi per restituire al territorio della provincia gli utili prodotti ogni anno, destinandoli al bene comune sotto forma di progetti.

A controllare la gestione del patrimonio e la destinazione dei proventi, provvedono gli organi di governo della Fondazione e l’Assemblea dei circa cento soci eletti insieme a tutte le istituzioni locali.

La Fondazione è prima di tutto un centro di ascolto che cerca di captare le esigenze della collettività.

In base ai bisogni registrati e alle richieste pervenute, realizza progetti propri o finanzia progetti elaborati da

istituzioni e associazioni delle comunità territoriali. I settori di intervento in cui si concentra l’attività di Fondazione Livorno sono quattro: arte e cultura, istruzione, volontariato, salute e ricerca.

***

Non è semplice spiegare cosa sono le fondazioni di origine bancaria (fob). Sono soggetti intermedi che non si identificano né con lo Stato né con il privato. Sono soggetti privati che svolgono una funzione di carattere pubblico, collettivo e di utilità sociale.

In questi 30 anni di attività, si sono rese protagoniste di una profonda trasformazione. Da soggetto che decide in maniera discrezionale, a soggetto che decide sulla base di metodo e competenze per una più efficace gestione delle risorse.

Si sono dotate di codici di autoregolamentazione per raggiungere standard di trasparenza. Hanno acquisito professionalità e governance in grado di decidere su investimenti e allocazioni delle risorse, ma anche capaci di preservare il patrimonio osservando criteri prudenziali di rischio e diversificazione di impieghi.

Di volta in volta hanno adattato il loro ruolo e le loro funzioni ai bisogni della comunità di appartenenza, sono diventate centri di ascolto e, in particolare, si sono trovate a dialogare con il mondo dell’associazionismo e del Terzo settore raggiungendo risultati virtuosi e importanti per il Paese.

Il sistema relazionale e le agende condivise dall’insieme delle Fondazioni hanno permesso di far rete, di effettuare diagnosi accurate delle povertà, di connettere energie e mettere a punto progetti di sistema per conquistare traguardi impensabili.

Ciascuna delle 88 fondazioni oggi esistenti ha una sua storia da raccontare e insieme fanno la storia di un sistema che nel 1990 non esisteva e che oggi, con la sua capacità di erogare circa 1 miliardo di euro l’anno, costituisce l’asse portante di tutto il lavoro di costruzione, sussidiarietà e promozione del nuovo welfare.

 

***

Di questi concetti, ma soprattutto delle iniziative portate avanti da Fondazione Livorno in 30 anni di attività, si parlerà nelle tre giornate di incontri e dibattiti con cittadini, enti, associazioni, stockholders e istituzioni, organizzate dalla fondazione in occasione del suo anniversario e cioè il 13/14/15 maggio, nella sede di Piazza Grande, nei locali dei Magazzini del “Monte dei Pegni” di sua proprietà e nell’auditorium della Camera di Commercio.

Questo il programma della manifestazione:

PROGRAMMA

venerdì 13 maggio

30 anni di attività della fondazione al palazzo del monte dei pegni – magazzini

18.00 – 20.00 Scali del monte pio, 33

SALUTI

Cinzia Pagni Vicepresidente Fondazione Livorno

esposizione

30 anni di attività della Fondazione attraverso i manifesti

proiezione video

Dalle teche di GranducatoTv: Fondazione Livorno: tanti progetti a sostegno del territorio

Luca Dal Canto:

30 Come Noi – L’isola che c’è

30 Come Noi – l’Istituto musicale P. Mascagni

30 Come Noi – Orto degli Ananassi, Progetto Funder 35

La Collezione d’arte di Fondazione Livorno

danza e MuSICA performer Asia Pucci, di Atelier delle Arti accompagnata da Giulia Casini al violoncello

fotografia

di Dario Marzi e Daniele Silvestri

esibizioni musicali degli allievi dell’Istituto Musicale P. Mascagni

Distribuzione volumi editi da Fondazione Livorno

sabato 14 maggio

 

10.00 – 13.00 | 15.30 – 17.30

convegno: filantropia ieri, oggi e domani in camera di commercio di Livorno

saluti ISTITUZIONALI

Eugenio Giani Presidente Regione Toscana

Mons. Simone Giusti Vescovo di Livorno

Riccardo Breda presidente CCIAA Maremma e Tirreno

Luciano Guerrieri Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale

Pietro Caruso Vicepresidente Provincia Livorno

Giovanna Cepparello Assessora Comune di Livorno

Maria Letizia Casani, Direttore Generale Azienda USL Toscana Nord Ovest

interventi

Luciano Barsotti Presidente Fondazione Livorno 30 anni al servizio del territorio

Emiliano Ranati Amministratore Delegato CDP Immobiliare srl L’housing sociale e il ruolo di Cassa Depositi e Prestiti

Francesco Profumo Presidente ACRI (Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio Spa) Fondazioni di origine bancaria, trent’anni guardando al futuro”

15.30 – 17.30

interventi

Giorgio Righetti Direttore Generale ACRI Il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile

Emanuele Rossi Professore Ordinario di Diritto Costituzionale Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa Le Fondazione Bancarie per la valorizzazione del Terzo Settore

Giovanna Colombini Fondazione Livorno Il polo universitario di Logistica a Livorno: tra passato e futuro

Sandra Biasci Presidente Associazione Autismo Italia Livorno APS Tutti al mare: L’estate inclusiva dei giovani livornesi

Veruska Barbini Presidente Associazione Mezclar22 APS Quartiere Garibaldi: luogo di germinazione interculturale

Tania Pascucci Dirigente Scolastico Liceo Statale Enrico Fermi di Cecina Il Festival della salute

Claudia Giannetti Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Pietro Mascagni di San Vincenzo Il Kayak per tutti

Costanza Galli Direttore U.O.C. Aziendale Cure Palliative Azienda USL Toscana Nord Ovest Un’attenzione particolare alla persona: servizi di Cure palliative

Morotti Gabriele Direttore Amministrativo Azienda USL Toscana Nord Ovest e Cinzia Porrà Direttore Zona Distretto Livornese Azienda USL Toscana Nord Ovest

Fondazione Livorno e lo sviluppo del sistema socio-sanitari della provincia – trent’anni di collaborazione

palazzo del monte dei pegni – magazzini

18.00 – 20.00 

Scali del monte pio, 33

Danza, musica, proiezioni, esposizioni…

domenica 15 maggio

con l’arte insieme a fondazione livorno, collezione aperta al pubblico PIAZZA GRANDE, 23

10.00 – 12.30

ATTIVITà di laboratorio per i bambini

Prenotazione con Coop. Itinera 0586 894563 – didattica@itinera.info

entro le ore 18.00 di venerdì 13 maggio

16.00 – 20.00

VISITE GUIDATE gratuite alla collezione

Prenotazione con Coop. Diderot 339 8289470

entro le ore 18.00 di venerdì 13 maggio

16.00

dal gesso al bronzo

tra i nudi di giulio guiggi

inaugurazione di una sua statua

Con:

Luciano Barsotti Presidente Fondazione Livorno

Olimpia Vaccari Presidente Fondazione Livorno – Arte e Cultura

Simone Lenzi Assessore alla cultura Comune di Livorno

Eredi Guiggi

18.00

museo della città di livorno

Visita guidata su prenotazione alla mostra

vittore grubicy: un intellettuale-artista e la sua eredità. aPERTURE INTERNAZIONALI TRA divisionismo e simbolismo

Prenotazione (fino a esaurimento posti) con Coop. Itinera 0586 894563 – didattica@itinera.info

entro le ore 18.00 di venerdì 13 maggio

CONDIVIDI SUBITO!
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione