Ambiente 23 Ottobre 2017

Fp Cgil: esternalizzazioni AAMPS, “l’M5S fa tutto il contrario delle nostre richieste”

L’AAMPS “spogliata”,  lo spreco  è l’esternalizzazione.

La Fp CGIL di Livorno interviene  per sottolineare che l’esternalizzazione dei servizi relativi al ciclo dei rifiuti è operata attraverso la possibilità di dumping contrattuale, riducendo salari e posti di lavoro, e impoverisce le competenze e le professionalità interne ad AamPS.  

“Tra le cause di difficoltà di AAmPS, il sindaco e la maggioranza 5 Stelle, hai sempre annoverato l’esternalizzazione dei servizi – esordisce la FP – a partire dallo spazzamento, esternalizzazione additata come grave colpa delle amministrazioni precedenti. Questa amministrazione governa da oltre 3 anni  la città e, come Fp CGIL, abbiamo più volte proposto di reinternalizzare i servizi. E cosa è successo? Tutto il contrario”.

Secondo la categoria, infatti, durante l’amministrazione 5 Stelle di Livorno nessun servizio è stato reinternalizzato, anzi sono stati privatizzati: la raccolta ingombranti su chiamata e stradale, il montaggio, sanificazione e consegna mastelli, lo spazzamento meccanizzato, parte del call center “Oggi è stata esternalizzata anche la riscossione della Tari – prosegue la categoria – fatta attraverso un appalto che consente il dumping contrattuale. È in atto un processo di privatizzazione dei servizi e in molti di questi casi, passando a contratti di lavoro dumping o, peggio ancora, precari”.

Lo spreco, secondo il sindacato del pubblico impiego, è proprio la privatizzazione dei servizi pubblici, come nel caso della Tari “Spreco di posti di lavoro, che da 10 passano a 8  – sottolinea la Fp – spreco di ricchezza, perché passate da salari di € 35.000 a € 28.000 l’anno e, soprattutto, spreco di competenza indispensabile a valorizzare la raccolta porta a porta”.

La Tari, infatti, una volta che il Pap sarà a pieno regime ed esteso a tutta la città, dovrà tornare ad AamPS “La CGIL è convinta sostenitrice del PaP e sappiamo bene – conclude la Fp – che con la tariffa puntuale, cioè legata all’effettiva produzione di spazzatura indifferenziata, la riscossione dovrà essere reinternalizzata. Ma a quel punto cosa accadrà? Quelle competenze ormai saranno perse e chi farà la riscossione? A causa di tali scelte, con ogni probabilità, la privatizzazione del servizio sarà irreversibile”.

CONDIVIDI SUBITO!