Cronaca 24 Aprile 2022

Garibaldo Benifei, nella ricorrenza della sua morte il Comune ne ricorda il combattente per la libertà

Garibaldo Benifei

un momento del funerale pubblico di Garibaldo Benifei – Livorno 24 aprile 2015

Livorno, 24 aprile 2022

Il 24 aprile del 2015 all’età di 103 anni moriva Garibaldo Benifei, ex perseguitato politico, antifascista ed ex partigiano combattente.

A sette anni di distanza da quella vigilia della Liberazione nella quale Livorno perdeva uno dei suoi simboli dell’antifascismo e della Resistenza; il Comune di Livorno intende ricordare la figura di un uomo che dedicò la propria vita alla difesa della libertà e della democrazia.

Nato il 31 gennaio 1912 a Campiglia Marittima, cresciuto in una famiglia antifascista, fin dall’adolescenza fu perseguitato e poi più volte arrestato per il suo impegno contro il regime. Entrato in clandestinità nelle fila del Partito comunista e poi nelle fila della Resistenza, è stato nel Comitato di liberazione della città di Livorno.

Dopo la guerra Garibaldo Benifei continuò a dedicarsi attivamente alla vita politica e sindacale.

Tra i molteplici incarichi, è stato anche Presidente provinciale della Lega delle Cooperative, dirigente dell’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) e dirigente nazionale dell’ANPPIA (Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti).

Significativa la sua attività con gli studenti ai quali raccontava della lotta partigiana, della Liberazione e della ricostruzione di Lvorno.

Per il suo impegno sociale e politico nel 2007 Benifei fu insignito della  Livornina d’Oro, la massima onorificenza della Città di Livorno.

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione