Cecina 9 Marzo 2023

Giro vorticoso di fatture false anche con l’estero. Custodia cautelare per due persone

Cecina (Livorno) 9 marzo 2023

La Compagnia della Guardia di Finanza di Cecina, nella mattinata odierna, ha eseguito un articolato provvedimento cautelare emesso dal Gip presso il Tribunale di Pistoia, con 2 custodie cautelari agli arresti domiciliari, nonché il sequestro preventivo di oltre 2,3 milioni di euro.

I provvedimenti riguardano attività di indagine portate avanti tra il 2020 e il 2022 dalle Fiamme Gialle di Cecina, con il coordinamento e direzione dell’Autorità Giudiziaria.

Nel corso degli approfondimenti effettuati dai militari è emerso un vorticoso giro di fatture false che ha coinvolti decine di società cd. “cartiere” (inesistenti e/o inattive nella realtà, utili solamente – appunto – ad emettere carta/fatture/documenti mendaci), tanto italiane quanto estere; quest’ultime ubicate in Francia, Belgio, Ungheria ed Austria.

A supporto della fondatezza delle violazioni emerse, i finanzieri nel corso di diverse perquisizioni ed approfondimenti svolti nel tempo; hanno rinvenuto diversi timbri e documenti falsi di società, utilizzati per attestare trasporti di merci in realtà mai avvenuti, riguardanti ingenti fittizie compravendite di materiale tessile.

Complessivamente, l’IVA e l’IRES evase ammonterebbero ad oltre 2,3 milioni di euro, nell’arco di un quinquennio.

Nei confronti dei due responsabili, le Fiamme Gialle hanno quindi dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare per

i reati ex art. 2 (“Dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti”)

art. 8 (“Emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti”) di cui al Decreto Legislativo 74 del 2000.

Si evidenzia come comunque, in base a quanto stabilito dal D.Lgs. 188/2021, i due soggetti siano, allo stato, ancora da ritenersi presunti innocenti fino al definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.

SVS 5x1000 2024
Inassociazione