Cronaca 22 Ottobre 2020

“Grazie al PD livornese per la prima volta Livorno è senza rappresentanza in Giunta Regionale”

Duro attacco di Italia Viva al Partito Democratico e all'on. Romano

“Grazie al PD livornese ed ad Andrea Romano, per la prima volta Livorno è senza rappresentanza in giunta a livello regionale”

Italia Viva logoLivorno 22 ottobre 2020

“Il “capolavoro” è infine riuscito. Grazie al PD livornese e ad Andrea Romano, per la prima volta nella storia nella giunta regionale non siederà alcun assessore espressione del territorio della provincia di Livorno.

Incapaci di trovare una sintesi virtuosa con il territorio di Piombino; che almenò vedrà Gianni Anselmi impegnato come consigliere delegato del Presidente

Incapaci di valorizzare chi – come l’assessore uscente Cristina Grieco – ben aveva lavorato nel quinquennio precedente, incapaci di fare una proposta alternativa credibile.

Capaci solo di porre veti.

Nel caso specifico, nei confronti di Alessandro Cosimi, proposto da Italia Viva come assessore.

Il PD livornese continua nella messinscena che vorrebbe vedere nella causa della sconfitta alle amministrative del 2014 il solo ex sindaco.

Un modo per rifarsi una verginità a spese del suddetto, che però non era solo al tempo. Anzi, al suo fianco aveva figure che erano allora e continuano ad esserlo oggi, protagoniste nel PD livornese.

Il risultato è che oggi, a 6 anni di distanza, Cosimi non ha più alcun ruolo.

Chi ha provato a cambiare il PD esercitando le proprie prerogative e applicando un metodo diverso si trova escluso da tutto: ultimo, il segretario delle federazione Simone Rossi che si è appena dimesso, dopo aver preso atto che il PD livornese è un partito irriformabile (ma vale la pena ricordare anche Lorenzo Bacci e Federico Bellandi, anch’essi giovani e capaci, fatti fuori dal solito sistema di bande che gestisce il partito).

E chi invece animava il PD del fallimento del 2014 è ancora in pista e oggi dà le carte rispetto alle scelte, comprese quelle che si trova a fare il Comune di Livorno. Il gioco di questi ridicoli “potentati delle tessere” ha oggi trovato nell’onorevole Andrea Romano un potente strumento ad uso e consumo dei soliti noti.

Romano, di nome e di fatto, che ancora non si capisce – salvo per esserci nato – quale reale legame abbia con Livorno e che però è diventato lo strumento attraverso il quale il PD livornese condiziona le scelte a tutti i livelli, compreso quello regionale, sempre più debole e irriconoscibile (Bonafè se ci sei batti un colpo, a Livorno abbiamo perso le tue tracce).

Stiano tranquilli i livornesi, Cosimi non sarà assessore.

Il PD locale e regionale, le donne del PD possono gioire: le evidenti corresponsabilità per il fallimento del 2014 continueranno a restare sepolte sotto il tappeto. Poco male se Livorno scompare dai radar della politica regionale. Penserà a tutto l’On. Romano…

Per far vedere chi viene proposto dai partiti, chiediamo una cortesia agli organi di stampa, pubblicare i curricula di Alessandro Cosimi e di chi prenderà la delega alla sanità”.

Coordinatore Italia Viva provincia di Livorno

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento