Attualità 1 Febbraio 2022

Green pass nei negozi e obbligo vaccinale per gli over 50 da oggi 1 febbraio

Green pass nei negozi e obbligo vaccinale per gli over 50 da oggi 1 febbraioLivorno 1 febbraio 2022

Green pass nei negozi e obbligo vaccinale per gli over 50 da oggi 1 febbraio

Le nuove regole secondo l’ultimo Dpc relative al certificato verde  da oggi in vigore per una serie di negozi e attività commerciali

Da oggi il certificato verde base  che si ottiene con il vaccino, se si è guariti dal Covid ma anche con un tampone negativo effettuato 48 ore prima se antigenico o 72 ore se rapido sarà necessario anche per andare negli uffici postali, in banca o dal tabaccaio per comprare le sigarette.

Sarà inoltre necessario per entrare negli uffici pubblici, negli uffici finanziari (banche) e nelle attività commerciali (ossia i negozi).

Le esigenze alimentari e di prima necessità, sanitarie, di sicurezza e di giustizia saranno sempre garantite.

Il green pass non serve infatti per andare in una caserma per sporgere denuncia. Il Green pass non servirà per entrare in tutti i negozi che vendono in prevalenza prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati e altri esercizi non specializzati di alimenti vari).

L’accesso ai mercati all’aperto rimane esentato dal green pass

Il governo ha chiarito che l’accesso libero a tutti questi “esercizi commerciali consente l’acquisto di qualsiasi tipo di merce, anche se non legata al soddisfacimento delle esigenze essenziali e primarie”.

Anche le esigenze di sicurezza e di giustizia saranno sempre garantite – andare in una caserma

Per le persone che accederanno senza Green pass ai servizi e alle attività in cui è obbligatorio averlo, è prevista una sanzione da 400 a 1.000 euro. La stessa sanzione si applica al soggetto tenuto a controllare il possesso del Green pass se omette il controllo.

Sempre da oggi scattano le sanzioni per tutti gli over 50 (salvo chi ne è esentato per motivi di salute) che non sono vaccinati contro il covid:

per tutti coloro che non saranno in regola con l’obbligo vaccinale, infatti, sarà prevista una sanzione di 100 euro una tantum.

La sanzione sarà irrogata dall’Agenzia delle Entrate, attraverso l’incrocio dei dati della popolazione residente con quelli risultanti nelle anagrafi vaccinali regionali o provinciali.

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, promozioni 21 giugno – 4 luglio
Banner 730 caf usb
Banner 5x1000 svs 2022
Precisamente a Cala Beach
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Inassociazione