Rugby 28 gennaio 2019

I Lions Amaranto ottengono l’ottava vittoria su 8 partite: promozione in B ad un passo

Solo la matematica e la scaramanzia impongono di aspettare ancora qualche settimana prima di stappare lo spumante, ma la promozione, per questi Leoni famelici, capaci ‘solo di vincere’ è ormai da considerare certa. La scatenata capolista ha colto in questa grigia (solo a livello meteo, s’intende) domenica di fine gennaio il suo ottavo successo in altrettante giornate. I Lions, sul terreno amico ‘Priami’ di Stagno, hanno superato con un perentorio, indiscutibile, netto 48-7 (7 mete a 1) il fanalino di coda US Firenze’31. La squadra labronica, con i 5 punti agevolmente conquistati (il bonus-attacco era già in ghiaccio al 28′ del primo tempo) allunga ulteriormente in classifica. I ragazzi di Giampaolo Brancoli hanno portato a 6 le lunghezze di margine sull’Elba, la formazione seconda in graduatoria. In questa terzo turno del girone di ritorno di C1, raggruppamento F, poule 1, gli isolani (che figurano con una partita in più) hanno battuto 15-5 (5-5 all’intervallo) il Piombino, ma (come evidenzia già da solo il risultato…) non hanno aggiunto ai 4 punti dell’affermazione il bonus aggiuntivo. Insomma, strada sempre più in discesa per i Lions, che per chiudere, anche a livello matematico, i conti prima dell’ultima giornata, prima cioè dello scontro diretto con gli stessi elbani (peraltro gara in agenda al ‘Priami’ e non a Portoferraio), dovranno conquistare almeno altri 10 punti nelle prossime 3 fatiche. La prima di questo raggruppamento, poi, negli spareggi promozione affronterà – da grandissima favorita – la prima del girone della Sardegna. Lo spumante è già in frigo.. La classifica a 4 turni dalla fine (tra parentesi le partite giocate): Lions Amaranto Livorno (8) 39 p.; Elba (9) 33; Cavalieri Prato/Sesto cadetti (8) 22; Cecina (8) 19; Piombino (8) 16; CUS Pisa (9) 14; US Firenze (8) 6. Lo schieramento protagonista contro l’US Firenze: Campisi; De Vincentiis (1′ st Gregori), De Libero, Di Mauro (1′ st Magni Matteo), Rela (29′ st Banchieri); Rolla, Magni Nicola; Scardino (cap.), Giglioli (1′ st Del Moro), Cortesi (1′ st Spinosa); Ciandi, Pulaha (1′ st Vitali); Tichetti (1′ st Giusti), Bertini, Fusco. L’allenatore Giampaolo Brancoli, come annunciato, è ricorso ad una sorta di turn-over. L’obiettivo è arrivare al top della condizione al prossimo appuntamento, fissato sul campo dei Cavalieri cadetti il 17 febbraio. Dopo aver incassato, a sorpresa, la meta dei gigliati (0-7 all’8′), i padroni di casa hanno preso saldissimamente in mano le redini del confronto. La meta dell’estremo Campisi (10′) ha consentito di accendere la miccia. La meta del giovane avanti Bertini (nell’occasione tallonatore) ha permesso, al 19′, di operare il definitivo sorpasso. L’apertura Rolla ha arrotondato con la trasformazione (12-7). Poi meta dell’ala De Vincentiis (26′), trasformata da Rolla e marcatura-bonus del centro Di Mauro (24-7 al 29′). I labronici hanno continuato a spingere sull’acceleratore: ecco altre due mete, ancora con i talentuosi trequarti De Vincentiis (33′) e Campisi (39′), condite da una trasformazione di Rolla. All’intervallo, sul 38-7, situazione abbondantemente delineata, con la capolista sicura dell’ennesimo successo. Ampio spazio ai giocatori inizialmente in panchina nella ripresa. Secondo tempo senza grandi sussulti, con i Leoni che in modo sereno amministrano il netto margine. Il piazzato di Rolla (22′) e la meta dell’ala Rela, trasformata da Rolla, consentono di allungare ulteriormente e di toccare il massimo vantaggio: 48-7 e (anche grazie al rallentamento delle ultime giornate dell’Elba) serie B ancora più vicina…

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento