Rugby 30 gennaio 2019

I risultati del rugby giovanile livornese

UNDER 18 LIVORNO (ELITE)

Niente da fare contro l’imbattuta capolista. Sul sintetico del campo amico ‘Maneo-Settembrini’, il Livorno Rugby under 18 ha ceduto 7-21 (1 meta a 3) contro i validissimi pari età dei Medicei Firenze. I gigliati, nelle prime 11 giornate del campionato èlite del centro Italia, hanno raccolto 11 successi e lasciato per strada solo 2 punti (il secondo punto perso proprio in questa occasione). Al ‘Maneo’ nessun punto per i locali e 4 per gli ospiti. Nessuna delle due formazioni ha ottenuto bonus aggiuntivi. Per i biancoverdi, nella circostanza in formazione rimaneggiata (solo 17 gli elementi a referto), si tratta della terza sconfitta stagionale. I labronici allenati dal terzetto Gesi – Isozio – Campochiari (che per il resto hanno colto 7 successi e 1 pareggio) occupano la quarta piazza: restano concrete le possibilità di salire sul podio della classifica e dunque accedere alla fase successiva del (durissimo) campionato èlite, nel quale, come è evidente, militano le migliori formazioni italiane della categoria. Gara di spessore. Sono i fiorentini a sbloccare il punteggio, già al 3′, con una meta trasformata: 0-7. Al 15′ altra meta trasformata dei gigliati: 0-14 all’intervallo. Livorno, con orgoglio, reagisce e al 13′ della ripresa, con la meta del centro Cristiglio trasformata dall’apertura Tomaselli, dimezza il ritardo: 7-14. Le speranze di evitare la sconfitta o, almeno, di guadagnare il bonus-difesa vengono cancellate a 5′ dalla fine: la terza meta (ancora trasformata) dei Medicei fissa il punteggio sul 7-21. Per i livornesi una sconfitta rimediata a testa alta. Nelle restanti 7 partite, occorrerà un buon bottino di punti per salire (almeno) in terza posizione. La classifica dopo la seconda di ritorno: Medicei Firenze 53 p.; Amatori Parma 46; Cavalieri Prato/Sesto 41; Livorno 36; Perugia 25; Modena 24; Romagna 23; Valorugby 16; Parma’31 13; Florentia 6. Lo schieramento livornese: Bagnoli; Pieroni, Del Fiorentino (cap.), Cristiglio, Barsotti; Tomaselli, Zannoni; Angiolini, Mattei, Freschi; Ianniciello, Rotondo (12′ st Mannucci); Vellutini, Campanile, Nanni. A disp.: D’Angelo.

UNDER 18 GRANDUCATO (REGIONALE)

Disco rosso sul terreno della capolista. Al Granducato Livorno under 18 non basta una prova ricca di generosità per fermare la marcia dei Ghibellini ‘B’ e strappare almeno un punto. Sul campo ‘Acquacalda’ (o ‘Sabbione’ che dir si voglia) di Siena ‘nel derby tra franchigie’ valido per la seconda giornata del girone di ritorno del campionato regionale di categoria, i giallo-bianco-rossi allenati dal terzetto Pelletti – Sarcina – Rolla hanno perso – a testa altissima – 25-12. Cinque le mete per i Ghibellini ‘2’, che dunque si sono assicurati in tutto cinque punti (vittoria e bonus-attacco). Nessun punto per i livornesi battuti con un margine superiore alle sette lunghezze (due mete all’attivo). Al di là del risultato ‘e dei freddi numeri’, i ‘Granduchi’ stanno evidenziando in questa fase centrale della stagione una confortante crescita tecnica ed agonistica. I livornesi occupano la settima posizione in graduatoria. La partita, disputata su un fondo pesante, è rimasta in equilibrio fino a 10′ dal termine. Solo nel finale, sfruttando la stanchezza degli antagonisti (con soli 16 giocatori a referto), la capolista ha scavato il solco definitivo. Per i Granduchi a bersaglio Barsali (una meta), Teitscheid (una meta) e Lischi (una trasformazione). In rigoroso ordine alfabetico gli atleti larbonici a referto nel match di Siena: Barba, Barsacchi, Barsali, Bicchierai, Cavaliere, Chiarugi G., Iegre, La Rosa, Lischi, Martini, Mazzoni, Orifici, Pellegrini, Rum, Strazzullo, Teitscheid. Il Granducato è la franchigia nata nel 2015 e frutto del lavoro sinergico tra Lions Amaranto Livorno ed Etruschi Livorno.

UNDER 16 LIVORNO (ELITE)

Partita più facile del previsto per i ragazzi dell’under 16 del Livorno Rugby, allenati da Ceccherini e Barsacchi sul campo del Colorno. Il freddo pungente – a bordo del terreno in sintetico, anche un po’ di neve – non ha certo impressionato i biancoverdi, che si sono imposti con un perentorio 5-39 (1 meta a 7). I nuovi 5 punti conquistati (successo e bonus-attacco, già in cassaforte prima dell’intervallo) consentono di difendere la seconda piazza in graduatoria. I labronici hanno chiuso il girone di andata del campionato èlite di categoria, raggruppamento del centro Italia, con 35 punti, frutto di 7 successi e 2 sconfitte. La graduatoria dopo 9 giornate: Parma’31 45 p.; Livorno 35; Cavalieri Prato/Sesto 34; Modena* 24; Colorno e Ghibellini* 21; Lyons 16; US Firenze 9; Molon Labè 7; Amatori Rosignano 4. *Modena e Ghibellini una partita in meno. Brillante la prestazione degli ospiti, capaci di praticare un un gioco spumeggiante e al tempo stesso concreto. Al 5′ apre le danze l’apertura Gesi, con una meta: 0-5. Pochi minuti più tardi meta dell’ala Vallati: 0-10. I biancoverdi insistono e allungano ulteriormente con la meta del mediano Cantini, trasformata da Gesi: 0-17. La marcatura-bonus arriva allo scadere della prima frazione e viene firmata dal terza centro Lavorenti: 0-22 al giro di boa del confronto. I livornesi, anche nella ripresa, appaiono più pimpanti degli emiliani. Quinta meta labronica (firmata dal terza ala Giusti), trasformata da Gesi: 0-29. Il massimo margine (0-39) viene toccato grazie alle mete del tallonatore Nannoni e del centro Casini. Nel finale, marcatura della bandiera del Colorno, per il 5-39 conclusivo. Questi – elenco dal pilone all’estremo – i giocatori labronici inizialmente in campo: De Rossi, Nannoni, Quaglia; Gragnani, Nicastro; Tori, Giusti, Lavorenti; Cantini, Gesi; Rossi, Nanni, Casini, Vallati; Santuari. Entrati anche Schillaci, Grifoni, Borgi, Lampugnale, Isozio, Bruni e Orsini.

UNDER 14 LIVORNO

Stavolta l’under 14 del Livorno Rugby non si è sdoppiata. Stavolta, in questo ultimo sabato del mese di gennaio, solo una rappresentativa biancoverde dei nati nel 2005 e 2006 è scesa in campo. Nel campionato regionale di fascia ‘1’ – quella nella quale sono impegnate le migliori 8 formazioni di categoria del Granducato – il Livorno Rugby ‘1’ si è imposto in trasferta sui pari età del Gispi Prato 14-43. Per i lanieri 2 mete all’attivo, per i labronici 7 mete. A livello under 14 non viene stilata una vera classifica generale, ma ogni singola partita viene omologata con il classico sistema relativo al punteggio australe. Anche in questa occasione i biancoverdi hanno centrato il massimo (5 punti: successo e bonus-attacco), lasciando gli antagonisti a quota 0 (avversari battuti con un margine superiore alle sette lunghezze e incapaci di assicurarsi il bonus-attacco). A Prato, i tecnici Ljubi, Gragnani e Tavella hanno, inizialmente, utilizzato questa formazione (tra gli under 14 si gioca in 13; le mischie sono prive dei flankers; l’elenco è da considerare dal pilone all’estremo): Niccolai, Bernocchi, Giammattei; Giordano, Raffo; Lenzi; Coradeschi, Migli; Giunta, Casolaro (cap), Brancoli, Buda; Carbonella. Entrati nel corso della gara anche Mazzoni, Autorino, Michelucci, Barsotti, Lubrani e Celi. Partita dai due volti. Primo tempo caratterizzato da un certo equilibrio e dal buon gioco da parte di tutte e due le formazioni, con gli ospiti più incisivi in attacco e più puntuali in difesa. All’intervallo labronici avanti 7-14. Nella ripresa, i biancoverdi continuano ad esprimersi ad alti ritmi: anche i ragazzi subentrati dalla panchina si dimostrano pronti e in grado di giocare al pari dei titolari, mentre cala l’intensità dei padroni di casa. I livornesi, nel secondo tempo, siglano 5 mete, vincendo così in modo piuttosto largo (7-29 il parziale della seconda frazione). E’ vero che non sussiste una classifica ufficiale, ma di fatto, quella del Livorno Rugby ‘1’ – risultati alla mano – è da considerare la miglior formazione della regione nella categoria. Normalmente, grazie all’ampia rosa, i labronici riescono a presentare, in ogni turno, due squadre: il Livorno ‘1’ nella fascia maggiore ed il Livorno ‘2’ nella seconda delle tre fasce in cui sono state divise le varie formazioni toscane. Tutti i numerosi giocatori a disposizione dei tre tecnici stanno maturando significative esperienze e stanno crescendo a vista d’occhio. Il lavoro paga sempre.

UNDER 14 LIONS

I Lions Amaranto Livorno under 14 stanno continuando a ritagliarsi un ruolo da grandi protagonisti nella fascia ‘2’ del campionato regionale di categoria. In questo ultimo sabato del mese di gennaio, allo stadio ‘Ferracci’ di Torre del Lago, contro i pari età locali dei Titani Viareggio, i labronici (nati negli anni 2005 e 2006), sotto la guida degli allenatori Mantovani e Conflitto, hanno ottenuto il massimo (successo e bonus-attacco). I Leoni si sono imposti 17-26 (3 mete a 4). Nel campionato under 14 non viene stilata una vera classifica ufficiale generale, ma ogni singola gara viene omologata con il sistema del punteggio australe. Assegnati dunque 5 punti per gli ospiti e nessuno per i versiliesi (battuti con un margine superiore alle sette lunghezze e incapaci di siglare quattro mete). Nelle prime 11 giornate del torneo, gli amaranto hanno colto 8 successi (1 a tavolino) e 3 sconfitte (1 a tavolino). Bella la gara disputata al ‘Ferracci’. Titani in vantaggio 5-0 al 13′. Reazione dei livornesi che nella seconda parte del primo tempo rovesciano la situazione, con i punti dell’apertura Giorgi (una meta e due trasformazioni) e del centro e capitano Bernini (una meta). 5-14 all’intervallo. I Titani sfruttano la momentanea superiorità numerica (giallo per Bernini) e accorciano le distanze: 10-14. Bernini, rientrato dopo l’espulsione temporanea, segna altre due mete in velocità. Marcature, che, condite da una trasformazione di Giorgi, consentono di issarsi sul massimo divario (10-26). All’ultimo secondo i viareggini trovano la meta (trasformata) per il 17-26 finale. Buona la prova fornita dai Lions, che torneranno in campo domenica 10 febbraio (ore 14,30), al campo ‘Scagliotti’ di Portoferraio, per sfidare i validi coetanei dell’Elba. Lo schieramento iniziale a Torre del Lago (dall’estremo al pilone; in under 14 si gioca in 13, con mischie prive dei flankers): Spagnoli O.; Bacci, Contini, Bernini, Falleni; Giorgi, Pellegrini; Porciello, Quercioli, Fappiano; Vernoia, Del Mazza, Spagnoli D.. Entrati nella ripresa anche Fabozzi, Tintori e Zampini.

UNDER 14 ETRUSCHI

Il festival delle marcature: in tutto, nell’arco dei 50′ di gioco (nella categoria si disputano due tempi da 25′ ciascuno), ben 16 le mete registrate. Nella partita andata in scena sul campo labronico ‘Tamberi’ in questo ultimo sabato del mese di gennaio e valida per la 13° giornata del campionato regionale di categoria (fascia 3), le rappresentative under 14 degli Etruschi Livorno e del Montelupo/Empoli hanno messo in mostra, in fase offensiva, numeri davvero importanti. Il confronto, viaggiato a tutta birra dal primo all’ultimo minuto, si è chiuso con l’affermazione degli ospiti, 41-55 (7 mete a 9). Entrambe le formazioni si sono (abbondantemente) assicurate il bonus-attacco. Tra gli under 14, non viene stilata una vera classifica ufficiale generale, ma le singole gare sono omologate con il classico sistema di punteggio australe: nell’occasione 1 punto per i padroni di casa e 5 per gli ospiti. Per i verde-amaranto una sconfitta a testa altissima, anche considerato che solo in extremis i tecnici Francesco Consani e Daniele Campani hanno saputo di poter presentare sul terreno di gioco quattro atleti, reduci da infortuni vari e da attacchi influenzali. Difficile pretendere qualcosa di più. Questi i ragazzi livornesi, nati negli anni 2005 e 2006, utilizzati contro il Montelupo/Empoli: Parziale, D’Apice, Del Secco, Casini, Valentini, Giusti, Consani, Zingoni, Campani, Ceccarini, Merlo, Tognetti, Sangiorgi, La Terza, Caccavale, Longo. Due mete di La Terza, due di Del Secco ed una meta ciascuno per Giusti, Merlo e Campani. Nel prossimo turno, sabato 9 febbraio, verde-amaranto ospiti del CUS Pisa.

UNDER 8 ETRUSCHI

Etruschi Livorno under 8 in grande spolvero. La pioggia e il freddo non ha certo fermato questi piccoli-grandi rugbisti, capaci di giocare con uno slancio ed un entusiasmo da fare invidia ai propri ‘colleghi’ decisamente meno giovani… Gli atleti verde-amaranto guidati dall’allenatore-educatore Paolo Ferro si sono messi in grande evidenza nel raggruppamento svoltosi nella mattinata di questa ultima domenica del mese di gennaio a Massa, in casa della locale società degli Apuani. Nette le affermazioni colte dagli scatenati labronici in tutte le quattro gare disputate. Gli ‘Etruschini’ (nati negli anni 2011 e 2012) hanno superato, in modo largo, in rapida successione, i padroni di casa degli Apuani, i viareggini dei Titani e poi il Lucca e l’Union Versilia. 24 le mete siglate, solo 2 quelle incassate. Al di là dell’ingente bottino di marcature messe a segno, la soddisfazione per Ferro, per i dirigenti e per i genitori al seguito nasce dalla crescita costante di tutti gli elementi della squadra. La formazione si diverte, vincendo. Meglio di così… Come spesso succede in questo tipo di eventi, le formazioni presenti (nella circostanza cinque) hanno dato vita ad un simpatico girone all’italiana, affrontandosi l’un l’altra in mini-incontri. Una domenica memorabile e non solo per i quattro successi su quattro. I ‘magnifici sette’ verde-amaranto irresistibili a Massa: Adam Antonini, Federico Bianchi, Elia De Giulli, Nathan Ferri, Diego Gennari, Tommaso Incrocci e Ryan Romano.

UNDER 8 LIVORNO

Un sabato pomeriggio memorabile per la rappresentativa under 8 del Livorno Rugby, brillante protagonista di un raggruppamento andato in scena al Ruffino Stadium ‘Lodigiani’ (l’ex ‘Padovani’) di Firenze, l’impianto di Campo di Marte – situato a fianco dello stadio ‘Franchi’ – sul quale disputano le gare interne anche I Medicei, nel massimo campionato italiano (la Top12). I biancoverdi, classe 2011 e 2012, hanno affrontato i pari età padroni di casa dell’US Firenze 31, il Gispi Prato e i Puma Bisenzio. La passione per la palla ovale, per questi piccoli-grandi atleti, è davvero fuori del comune. E’ stato uno spettacolo assistere alle tante partite disputate. Come spesso accade in questo tipo di eventi, le formazioni al via hanno dato vita ad un simpatico girone all’italiana: le squadre si sono affrontate l’un l’altra in mini-incontri. Buono il livello tecnico evidenziato, ma in questa categoria ben più del numero delle mete messe a segno e di quelle incassate il dato saliente è relativo al sano divertimento. Obiettivo raggiunto da parte di tutti quanti: livornesi e avversari. Questi gli atleti labronici ruotati nelle gare di Firenze dagli allenatori-educatori Andrea Scapaticci e Alessia Fraschetti: Giorgio Campora, Claudio Benedetti, Ryan Rosini, Pietro De Leonibus, Lorenzo Danza, Filippo Tani, Pietro Marini, Tommaso Del Vivo, Mattia Battagello, Federico Napoli, Giorgio Benetti, Gabriele Baldi, Adele Del Moro, Manuel Mazzotta. Pomeriggio con aria mite. Pomeriggio memorabile per i piccoli guerrieri in campo.

UNDER 8 LIONS

In attesa del canoro ‘Festival di Sanremo’, è andato in scena, nel pomeriggio di sabato, sul campo della via della Chiesa di Salviano, un vero e proprio ‘Festival del divertimento e delle mete’. I Lions Amaranto Livorno hanno ospitato e organizzato nel proprio impianto un riuscitissimo raggruppamento riservato agli under 8. Sei le squadre al via dell’evento. I padroni di casa, grazie alla propria ampia rosa, hanno allestito ben tre rappresentative. Al via anche due formazioni del Sesto Fiorentino ed una del Grosseto. Come di solito accade in questo tipo di raggruppamenti (o concentramenti che dir si voglia), le formazioni presenti hanno dato vita ad un girone all’italiana e si sono affrontate l’un l’altra in mini-gare. Nella circostanza ogni partita è durata 9 minuti. In tutto, per le tre compagini amaranto, 5 successi, 1 pareggio e 9 sconfitte. Il ruolino ha un valore puramente statistico: l’importante per atleti così giovani (nati negli anni 2011 e 2012) è solo divertirsi con la palla ovale. Da quel punto di vista, ‘il Festival di Salviano’ ha riscosso un grandioso successo. Soddisfattissimi per l’esito dell’intenso pomeriggio gli allenatori-educatori Salvatore Fusco, Vittorio Abbiuso, Marco Dalla Valle e Vincenzo Liguori. La composizione delle tre squadre labroniche. Lions 1: Diego Banchetti, Alberto Scardino, Elia Spagnoli, Gioele Sula, Valerio Donati, Cesare Botti. Lions 2: Lorenzo Miovich, Mattia Ceselli, Vittorio Ciaravolo, Filippo Aldovardi, Nicola Marchesini, Giorgio Gagliani. Lions 3: Andrea Balleri, Francesco Petrucci, Gioele Carnelosso, Alessandro Della Santa, Matteo Bianucci, Dario Padovani, Alessandro Botti.

UNDER 6 LIONS

Giovanissimi leoni ‘profeti in patria’. In un sabato pomeriggio memorabile, sotto un sole davvero gradevole, i Lions Amaranto Livorno under 6 hanno ospitato, sul campo della via della Chiesa di Salviano, uno splendido ‘Festival’ (o raggruppamento che dir si voglia). E’ stato il primo appuntamento ‘agonistico’ del 2019: meglio di così il nuovo anno non poteva iniziare. Un evento caratterizzato da tanta allegria e da tanto divertimento. Ben più del numero delle mete messe a segno nell’arco delle numerose mini-gare disputate (15 in tutto), il dato saliente è relativo al sorriso dei tanti bambini protagonisti. Il loro entusiasmo ha simpaticamente coinvolto gli adulti presenti a bordo campo. Al via dell’evento – concluso con un apprezzato ‘terzo tempo’, offerto dalla stessa società di casa – due squadre Lions, due degli Etruschi Livorno, una del Livorno Rugby ed una mista Lucca/Amatori Cecina. Una splendida giornata di sole e di rugby. Come spesso accade in questo tipo di manifestazioni riservate a formazioni propaganda, si è dato vita ad un girone all’italiana: le sei squadre si sono affrontate tutte quante l’un l’altra (cinque gare ciascuna). Sotto la guida degli instancabiili (e impagabili) allenatori-educatori Manola De Martino, Elisa Del Pero, Laura Zucchi e Francesco Caruso, questi i ‘leoncini’ profeti in patria: Pietro Benedetti, Marcel Gentili, Alessandro Del Frate, Ruben Ceraolo Matei, Giovanni Bertuzzi, Achille Scardino, Marco Vallerini, Gregorio Lonzi, Diego Di Bartolomeo, Giacomo Mannucci e Giordano Del Sarto.

UNDER 6 ETRUSCHI

Gli ‘Etruschini’ crescono a vista d’occhio. La rappresentativa under 6 degli Etruschi Livorno (la formazione più giovane della vasta famiglia del club verde-amaranto) si è messa in grande evidenza nel ‘Festival’ ospitato in questo ultimo sabato del mese di gennaio sul campo della via della Chiesa di Salviano, il quartier generale dei ‘cugini’ labronici dei Lions Amaranto. Nel raggruppamento (o ‘Festival’ che dir si voglia), svoltosi, sotto un gradevole sole, nel primissimo pomeriggio, i piccoli etruschini sono scesi in campo con due formazioni. Assenti alcuni atleti, indisponibili per malanni di stagione. Al via della manifestazione anche due squadre Lions, una formazione del Livorno Rugby ed una mista Lucca/Amatori Cecina. Questi gli atleti verde-amaranto grandi protagonisti in questo primo appuntamento ‘agonistico’ del 2019: Giacomo Pollastri, Enea Cecconi, Alessandro Bonsignori, Samuele Marinari, Nicola Ascenzi, Edoardo Bani, Enrico Maria Campione e Violante Ferro. Si è dato vita ad un girone all’italiana: le sei formazioni presenti hanno affrontato le altre cinque in ‘mini-partite’. Nell’arco delle dieci gare disputate, le due compagini verde-amaranto hanno colto un buon bottino di vittorie, ma, ovviamente, ben più del dato relativo alle mete realizzate, l’aspetto saliente è relativo al divertimento, all’allegria ed all’entusiasmo, che ha simpaticamente coinvolto i tanti adulti presenti a bordo campo. Una bellissima giornata di amicizia e di sport. Il modo migliore per iniziare il 2019. Soddisfattissimi delle risposte giunte appaiono gli instancabili allenatori-educatori Silvia Nocelli, Valerio Bartoli e Davide Strazzullo.

LIVORNO UNDER 6

A livello ‘agonistico’, il mese di gennaio, per gli under 6 del Livorno Rugby si è chiuso in grande stile. Sabato 26, sotto un gradevolissimo sole, la rappresentativa biancoverde si è ritagliata un ruolo da protagonista nel ‘Festival’ svoltosi sul campo della via della Chiesa di Salviano, quartier generale dei ‘cugini’ dei Lions Amaranto Livorno. Divertimento assicurato per tutti quanti. In un clima di grande allegria, lontano anni luce dalle tensioni tipiche di ‘gare di spareggio che valgono un’intera stagione’, i tanti bambini presenti al ‘Festival’ (o raggruppamento che dir si voglia) hanno dato vita a simpatiche gare. Oltre al Livorno Rugby, presenti all’evento due formazioni dei Lions Amaranto, due degli Etruschi Livorno ed una compagine mista Cecina/Lucca. Si è disputato un girone all’italiana: ogni formazione ha disputato cinque gare. Ovviamente il dato delle mete messe a segno e quelle incassate ha un valore del tutto secondario. Solo a titolo di cronaca, da segnalare che i biancoverdi hanno ottenuto, nell’arco dell’evento, quattro successi. Soddisfattissime delle risposte giunte appaiono gli allenatori-educatori Federica Muzi, Daniele Aspromonti, Ilaria Cirillo e Arianna Bernini. Questi i piccoli-grandi atleti del Livorno Rugby grandi protagonisti a Salviano: Giulio Cesare Campora, Filippo Fiorentini, Lorenzo Pezzin, Alessandro Iardella, Giorgio Martellozzo, Giacomo Borgioli, Cristiano Aspromonti, Lorenzo Esposito e Dorian Piroli.

RispondiRispondi a tuttiInoltra

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento