Basket 14 aprile 2019

Il Don Bosco cede nel derby con la Pielle

Livorno – Finisce nel derby l’ottima stagione del Don Bosco

Termina nel derby con la Pielle il campionato della prima squadra della Pallacanestro Don Bosco; una stagione al di sopra delle aspettative, quella dei rossoblu, capaci di conquistare la matematica salvezza con una giornata di anticipo, evitando le trappole dei playout. 26 partite che hanno evidenziato la crescita dei tanti giovani presenti nel roster di Marco Mori, ennesima testimonianza che la “cantera” Don Bosco è un’autentica fucina di talenti.

LA CRONACA

Nei padroni di casa della Pielle coach Andrea Da Prato, classico ex di turno, si affida al quintetto composto da Dell’Agnello, Burgalassi, Malvone, Benini e Bertolini. Nel Don Bosco Marco Mori, due stagioni fa coach proprio della Pielle che si arrampicò fino alla finale playoff per salire in Serie B, risponde spedendo sul parquet Creati, Ceparano, Korsunov, Calvi e l’altro ex Fantoni. La grande importanza della posta in palio è ben raccontata dalle polveri bagnate dei due attacchi, tanto che nei primo 4′ di gioco si vedono appena 6 punti, per un parziale di 4-2 per i padroni di casa. Anemia offensiva che colpisce prevalentemente il Don Bosco: per gli uomini di Mori solo 4 punti, tutti di Fantoni, nei primi 5′. Difficoltà a trovare la retina avversaria che rimane fino al termine del primo quarto, chiuso con la Pielle avanti di 6 lunghezze, sul 14-8. Ad indicare le difficoltà offensive dei rossoblu anche il misero 25 % dal campo nei primi 10′. Il ritornello cambia in avvio di secondo quarto, i ragazzi di Mori segnano 8 punti (triple di Ense e Korsunov) in 2’30”, riprendendo prima la scia della Pielle e poi, con un gioco da tre punti di Ceparano, mettendo il naso avanti, sul 21-19. I padroni di casa non ci stanno, stampano un parziale di 18-5 e pian pianino amplificano il loro vantaggio fino al +15 dell’intervallo lungo, sul 39-24.. Le stats di metà partita raccontano delle mani fredde delle due squadre (39 % per i padroni di casa, 31 per i rossoblu) e della supremazia sotto le plance della Pielle (28 rimbalzi arpionati contro 15). Al ritorno sul parquet i rossoblu tengono botta, rosicchiando anche qualche punto, ma la Pielle mantiene comunque un vantaggio in doppia cifra, un una partita caratterizzata da uno strisciante nervosismo. All’ultimo intervallo il tabellone del “PalaMacchia” concede ancora un margine rassicurante a Falconi, protagonista di un ottimo terzo quarto, e compagni: + 15, sul 58-43, nonostante la 1-3-1 del Don Bosco abbia messo qualche granellino di sabbia negli ingranaggi dei padroni di casa. Nel quarto finale la Pielle mantiene il vantaggio senza dannarsi troppo l’anima ed alla fine della fiera porta a casa i due punti, mentre il Don Bosco saluta i propri tifosi al termine di una annata positiva, con il raggiungimento della salvezza con 40′ di anticipo e la crescita dei tanti giovani presenti nel roster.

Pielle – Pallacanestro Don Bosco Livorno 70-60

Pallacanestro Don Bosco Livorno: Creati 7, Calvi 2, Korsunov 5, Ceparano 18, Fantoni 9, Muzzati, Ense 12, Bonaccorsi, Stolfi, Bechi, Paoli, Ondo Mengue 7. All. Mori, vice Venucci, Becagli.

Parziali: 14-8, 39-24, 58-43, 70-60

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento