Cronaca 3 Ottobre 2021

Il “Settembre Pedagogico” è dedicato a incontri sul processo di “comprensivizzazione” degli istituti scolastici

La verticalizzazione degli istituti scolastici cittadini al centro del Settembre Pedagogico

Il piano del Comune e del Provveditorato per la “comprensivizzazione in attuazione della legge regionale

 

Livorno, 3 ottobre 2021

Il processo di “comprensivizzazione” degli istituti scolastici cittadini sarà al centro della edizione 2021 del “Settembre Pedagogico” del Comune di Livorno, appuntamento storicamente dedicato a promuovere approfondimenti tematici, a cura di esperti, percorsi formativi, percorsi ed esperienze rivolti ai genitori, ai bambini, alle bambine e ai docenti.

Il tutto con l’intento di mostrare alla comunità l’importanza, la qualità del sistema formativo territoriale.

Dopo un anno (e un mese) di stop dovuto alla pandemia, l’Amministrazione comunale ha scelto di dedicare il “Settembre Pedagogico”, nei mesi di ottobre novembre e dicembre, a uno specifico argomento, appunto la costituzione degli Istituti Comprensivi, tema che sta suscitando notevole dibattito nel mondo della scuola.

L’Istituto comprensivo mette insieme la scuola d’infanzia, primaria e secondaria di I grado permettendo di veder crescere i bambini che diventano ragazzi in un percorso dai 3 ai 14 anni.

La comprensivizzazione (o verticalizzazione) è un processo che coinvolge 12 scuole del Comune di Livorno: 6 Direzioni didattiche e 6 Scuole Secondarie di I grado che diventeranno 9 Istituti Comprensivi (ognuna con infanzia-primaria-I grado).

COMUNE E PROVVEDITORATO HANNO PREDISPOSTO UN’INFOGRAFICA PER RENDERE PIU’ INTUITIVO E INQUADRARE IL PERCORSO DEL PROCESSO DI COMPRENSIVIZZAZIONE IN ALLEGATO E AL LINK :https://www.comune.livorno.it/articolo/comprensivizzazione-degli-istituti-scolastici-cittadini-breve-approfondimenti-nel-settembre

Come spiega la vicesindaca con delega alle Attività Educative Libera Camici, “la decisione di concentrarsi su questo tema nell’ambito del Settembre Pedagogico scaturisce dalla necessità di fare il punto su un percorso di concertazione che da alcuni anni l’Amministrazione Comunale, in stretto accordo con il Provveditorato agli studi (l’Ufficio VIII, Ambito Territoriale Provinciale di Livorno), attraverso tavoli tecnici con gli uffici competenti e un confronto con le direzioni/presidenze scolastiche e i sindacati, ha avviato per poter intraprendere appunto la comprensivizzazione delle scuole cittadine”.

In particolare nell’ultimo anno è stato costituito un tavolo tecnico specifico per l’elaborazione di ipotesi di comprensivizzazione che, in collaborazione con i dirigenti scolastici, il dirigente dell’Ufficio VIII, Ambito Territoriale Provinciale di Livorno e gli uffici amministrativi, è giunto alla condivisione di una proposta per la realizzazione di nove Istituti Comprensivi.

I nuovi Istituti Comprensivi nascono anche per recepire quanto previsto dalla Delibera Regionale n.831 del 2 agosto 2021, in cui la Regione Toscana auspica che sia data conclusione a tale percorso con l’approvazione del piano regionale di dimensionamento relativo all’Anno scolastico 2023/2024, con il quale si dovrà avere il superamento definitivo degli istituti costituiti nella forma delle Direzioni Didattiche e delle Scuole di primo grado.

Il processo di verticalizzazione degli istituti comprensivi in Toscana ha preso avvio a partire dal 2000. Esistono ormai nella nostra Regione 14 Direzioni Didattiche (10 nella sola nostra Provincia) e 6 Scuole Secondarie di primo grado.

L’analisi di fattibilità e la costruzione degli Istituti comprensivi è iniziata a Livorno circa 10 anni fa. A partire dall’anno scolastico 20/21, fino ad oggi, il Comune ha nuovamente promosso azioni e processi tesi a preparare la fattibilità del progetto con i Dirigenti scolastici, l’Ufficio scolastico territoriale e le organizzazioni sindacali. Da questo anno scolastico anche con le scuole.

“Consapevoli che questa sfida al cambiamento – conclude la vicesindaca – possa essere percepita ardua e faticosa da realizzare in tutte le sue implicazioni, se si considerano i bisogni degli alunni, occorre ribadire, che la continuità educativa e didattica e il lavoro integrato all’interno dei cicli della scuola di base – elementi che danno valore alla comprensività – rendono assai più efficaci l’istruzione e la formazione degli alunni”.

CONDIVIDI SUBITO!
Banner laboratorio ottico Labrolens
Yogurteria Fiori Rosa: con Deliveroo crepes, yogurt e gelato a casa tua
Ekom, promozioni 28 settembre-11 ottobre
SVS 5x1000
Inassociazione
Ekom, promozioni 12-25 ottobre