Cronaca 22 Giugno 2017

Impianti sportivi: consiglio approva mozione BL

 

Nel Consiglio Comunale di ieri è stata approvata all’unanimità la nostra mozione relativa agli indirizzi da dare ai nuovi bandi per l’assegnazione degli impianti sportivi comunali.

La città di Livorno eccelle nel panorama sportivo italiano: i dati storici la danno ai primi posti nella quantità di successi Olimpici, Mondiali ed Europei in rapporto alla popolazione, nella globalità delle discipline governate dal CONI attraverso le Federazioni.

Il movimento è attivo e fertile, costituisce una parte importantissima di socialità, scambio di esperienze e patto generazionale soprattutto in un periodo storico in cui la tendenza è alla disgregazione, alla rarefazione dei legami, all’isolamento delle persone. Livorno è dotata inoltre di molti impianti sportivi pubblici: campi di calcio, rugby, palazzetti, palestre, il Campo Scuola (uno dei pochi grandi impianti direttamente gestiti dal Comune).

Nelle ristrettezze di bilancio imposte dal Governo e dal rispetto dei Patti di Stabilità e Pareggi di Bilancio, ci sono pochissimi campi d’azione realmente liberi e a completa disposizione delle Amministrazioni locali: uno di questi è la Gestione del Patrimonio comunale.

La gestione della maggior parte degli Impianti Sportivi di proprietà comunale è tuttora affidata a soggetti privati (Società Sportive ed Enti di Promozione Sportiva) sulla base di Convenzioni stipulate in anni precedenti e da altre Amministrazioni, alcune in regime di prorogatio in quanto scadute da tempo, molte altre prossime alla scadenza. Le tabelle che determinano le assegnazioni degli impianti stessi sono da sempre stati troppo sbilanciati a favore delle componente economica.

Per questi motivi la nostra mozione si è concentrata su alcuni punti specifici:

– a provvedere immediatamente ad elaborare, con la partecipazione di tutti i portatori d’interesse, un nuovo criterio di assegnazione degli impianti sportivi tenendo presente che i beni pubblici devono restare tali e devono essere fruibili a tutta la collettività.

– Attraverso una modalità di gestione condivisa con le società sportive che vi operano, nel rispetto delle convenzioni stipulate, pensiamo a percorsi che mirino alla salvaguardia della salute psicofisica del bambino in particolare per la fascia di età sei-undici anni, con l’obiettivo di introdurre e valorizzare maggiormente i concetti di Educazione Sportiva, Propedeutica allo sport e sviluppo psicofisico motorio.

Nella valorizzazione del punteggio dare maggior peso a:

– elenco dello staff tecnico gestionale dell’associazione (allenatori – istruttori e operatori utilizzati) coinvolti nell’esercizio dell’attività che verranno effettuate nella struttura;

– elenco delle attrezzature di proprietà da istallare presso la palestra;
– elenco dell’esperienza maturata dall’associazione nella gestione di strutture analoghe;
-relazione descrittiva e programma dell’attività formativa gratuita a favore dei diversamente abili.
residenti nel territorio del comune di Livorno e limitrofi;
– eventuale elenco eventi e iniziative agonistiche o amatoriali di promozione dello sport.

Un risultato importante che speriamo possa portare ad una crescita reale di tutto il comparto sportivo, ambito fondamentale per lo sviluppo sociale, culturale ed economico dell’intero territorio.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento