Cronaca 31 Ottobre 2020

In carcere 22enne rumena, abbracciava le vittime e rubava Rolex e gioielli

rolex

Immagine di archivio

Livorno 31 ottobre 2020

I Carabinieri della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Livorno, con il supporto di personale della Compagnia di Legnago; hanno tratto in arresto una donna di origine rumena, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Livorno.

La donna di 22 anni, residente a Vallese di Oppeano (VR), è ritenuta responsabile di 8 furti con destrezza di orologi di valore, prevalentemente marca “ROLEX”; effettuati con la  “tecnica dell’abbraccio”, a Livorno; Rosignano Marittim; San Vincenzo; nel periodo intercorrente tra il mese di luglio e di agosto del 2020.

Le indagini sono state avviate dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Livorno, sotto la direzione della locale Procura della Repubblica, a seguito di diverse denunce presso Comandi dell’Arma della provincia da parte delle vittime di reato.

Lo scambio informativo tra i reparti delle Compagnie di Livorno, Cecina e Piombino, è stato il punto cardine dell’attività svolta.

La Sezione Operativa ha proceduto a raggruppare gli eventi e le denunce degli altri reparti coinvolti, sottoponendo le foto di persone sospettate della commissione del reato alle vittime, ed in particolar modo dedite alla commissione dello specifico reato. È emersa una convergenza sulla figura della giovane donna di origine rumena, riconosciuta da tutte le vittime.

La tecnica adoperata è stata sempre la stessa: la donna con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, al fine di trarne ingiusto profitto, avvicinandosi alle vittime, prevalentemente anziani, con il pretesto di offrire loro prestazioni sessuali o di richiedere banali informazioni, attuando la già citata “tecnica dell’abbraccio”, si impossessava di oggetti di valore, ed in particolare di orologi di grande valore.

Gli orologi e gli oggetti di furto erano stati i seguenti:

  • orologio da polso marca Rolex, mod. GMT in acciaio/oro, del valore di 10.000 euro circa;

  • orologio da polso marca Rolex, mod. “Datejust” in oro, del valore di 10.000 euro circa;

  • orologio da polso marca Rolex, mod. “Day Date” in oro, del valore di 15.000 euro circa;

  • orologio da polso marca Rolex, mod. “Oyster Perpetual” in oro, del valore di 12.000 euro circa;

  • orologio da polso marca Zenith, del valore di 1.000 euro circa;

  • una catenina in oro giallo;

  • orologio da polso marca Rolex, mod. “Submariner” in oro, del valore di 15.000 euro circa;

  • orologio da polso marca Rolex, mod. “Submariner” in oro, del valore di 7.000 euro circa;

  • orologio da polso marca Rolex del valore di 3.500 euro circa.

L’ammontare complessivo è di circa 73.500 euro.

Non è stato possibile recuperare la refurtiva, che verosimilmente è stata smerciata e ricettate nell’immediatezza dei reati.

Per la giovane donna è stata disposta la custodia cautelare in carcere a Verona, in ragione soprattutto del concreto ed attualissimo pericolo di reiterazione del reato.

CONDIVIDI SUBITO!