Aree pubbliche 15 maggio 2019

In vigore ZTL H24 in Venezia, sarà sperimentale per un anno

IN VIGORE LA ZTL NELLA PARTE SUD DEL QUARTIERE VENEZIA

Sarà attiva 24 ore su 24, in via sperimentale per un anno. Le misure vengono incontro alle richieste dei residenti

Livorno, 15 maggio 2019 – Entra in vigore da oggi, mercoledì 15 maggio, la zona a traffico limitato nella parte sud del quartiere Venezia: si tratta dell’isola delimitata dal Fosso Reale e dal Fosso della Venezia, a destra e a sinistra del ponte di San Giovanni Nepomuceno(recentemente pedonalizzato) comprendente le strade intorno al Tribunale di via Falcone e Borsellino, e attraversata da via Borra e dal tratto nord di via della Madonna.

Questo l’elenco completo delle vie interessate: scali del Monte Pio, scali del Ponte di Marmo, scali del Vescovado, via Mons. Ganucci, scali delle Pietre, tratto di via della Madonna compreso tra scali delle Pietre e scali del Vescovado, scali del Pesce, via Buia, tratto di via dei Pescatori compreso tra via della Madonna e via Buia, via Falcone e Borsellino, via Traversa.

Le nuova zona regolamentata rappresenta una estensione della ZTL della Venezia, e infatti per l’accesso è richiesto il contrassegno lettera “A”. Tuttavia, a differenza di quanto avviene in altre strade della zona A, questa nuova ZTL sarà in vigore 24 ore su 24.

Il provvedimento, che viene incontro alle richieste dei residenti, sarà in vigore in via sperimentale per un anno (fino al 15 maggio 2020).

Non sono al momento previsti varchi elettronici in entrata e in uscita.

L’accesso e la sosta saranno consentiti soltanto ai titolari di contrassegno lettera “A”, ai disabili muniti di specifica autorizzazione e ai soggetti in “lista bianca”. Per le categorie economico-professionali autorizzate al transito e alla sosta nelle ztl vale quanto specificamente previsto dal Disciplinare per ciascuna categoria.

Via Borra rimarrà aperta al traffico, ma da questa via i non autorizzati non potranno più immettersi sugli scali del Vescovado e in via della Madonna.

Diventano accessibili solo ai residenti e agli autorizzati la zona del Tribunale “Falcone e Borsellino” e la zona della Pescheria, dove è in corso la riqualificazione della piazza.

Vengono inoltre abrogate (e ricomprese nella nuova ztl) le aree pedonali in scali del Monte Pio e scali del Ponte di Marmo, istituite nel 2015.

Viene invertito il senso di marcia in scali del Monte Pio e scali del Ponte di Marmo (con direzione via Borra – scali Monte Pio – scali Ponte di Marmo – via Borra).

I tre varchi di ingresso (senza telecamere) alla nuova ztl sono all’inizio nel tratto finale di via Borra, alle intersezioni con scali del Monte Pio, scali del Vescovado e via della Madonna.

I quattro varchi in uscita sono all’intersezione tra via Mons. Ganucci e via Avvalorati, all’intersezione tra via Traversa e via Borra, all’intersezione tra scali del Pesce e via Borra, all’intersezione tra scali del Ponte di Marmo e via Borra.

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento