Piombino 22 Dicembre 2019

Incontro in Regione per Jsw Steel Italy e Piombino Logistics: “E’ emersa una grande preoccupazione da parte di tutti”

LivornoPress sindacati cgil-cisl-uil bandierePiombino, 22 dicembre 2019 –  Il resoconto dei sindacati: “Si è tenuto  l’incontro richiesto da Fim-Fiom-Uilm in Regione Toscana alla presenza dell’assessore Regionale Simoncini e del sindaco di Piombino Ferrari.

Abbiamo avuto conferma della richiesta di un nuovo incontro da parte della Regione Toscana, previsto intorno al 15 gennaio, del gruppo di coordinamento dell’Accordo di Programma al Ministero dello sviluppo economico.

A latere di questa riunione si terrà un incontro con la presenza delle organizzazioni sindacali e azienda Jsw Steel Italy e Piombino Logistics.

Nell’incontro di stasera Fim-Fiom-Uilm hanno chiesto a tutti di togliere gli alibi all’imprenditore ma contemporaneamente pretendere il rispetto degli impegni da parte di tutti :

1) Al Governo chiediamo risposte sul costo dell’energia, utilizzo della discarica, sulle bonifiche ed un intervento del Ministero delle Infrastrutture sulle commesse degli ordini di rotaie per RFI, essendo quello di Piombino l’unico stabilimento nazionale in cui si producono rotaie;

2) All’imprenditore chiediamo la presentazione nei tempi previsti del Piano industriale e risposte certe sugli smantellamenti, sul revamping ed investimenti nei treni di laminazione, gli investimenti sui forni elettrici ed il piano sulla logistica;

3) Alla Regione ed al Comune di Piombino chiediamo un Tavolo per un accordo complessivo su una reale e più idonea formazione per un’area di crisi complessa come la nostra, per evitare che dopo anni in cui migliaia di persone sono in regime di cassa integrazione, eventuali aziende che vengono ad investire a Piombino, debbano ricercare professionalità fuori dal nostro comprensorio.

Nell’incontro è emersa una grande preoccupazione da parte di tutti. Questi 18 mesi sarebbero dovuti servire a Governo e Jindal per sciogliere alcuni dubbi ed arrivare a presentare un progetto per il rilancio del nostro stabilimento e territorio.

Al Governo chiediamo, mentre cerca una soluzione per un altro problema nazionale come l’Ex Ilva di Taranto, di precedere soluzioni complessive per la siderurgia nazionale. Per questo motivo proponiamo e riteniamo utile iniziare una seria discussione che possa portare ad estendere l’applicazione della legge sui lavoratori esposti all’amianto, un grave rischio presente tutt’oggi a Piombino”.

Fim-Fiom-Uilm provinciali

Coordinatori e Rsu Jsw Steel Italy e Rsu Piombino Logistics.

CONDIVIDI SUBITO!